PSICOLOGIA DEL PENSIERO E DEI PROCESSI DECISIONALI: CORSO AVANZATO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessuno.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La prova d’esame consiste in un colloquio orale sugli argomenti
del corso.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Il corso ha la finalità di: ● Favorire la conoscenza approfondita
dei processi psicologici cognitivi individuali, con particolare riferimento allo studio dei processi decisionali ● Illustrare l’attuale dibattito
scientifico nella psicologia del pensiero e del problem solving
● Acquisire familiarità con le principali teorie normative e
descrittive del giudizio e dei processi decisionali ● Essere in grado
di valutare criticamente la metodologia usata e le conclusioni
tratte dalle principali ricerche.

Contenuti

Il corso metterà a confronto teorie normative e descrittive del giudizio
e dei processi decisionali, al fine di comprendere i processi
cognitivi connessi ai comportamenti di scelta e agli errori sistematici
emersi in compiti decisionali e di previsione del rischio. In
particolare, saranno trattati i seguenti argomenti: ● Il concetto di
razionalità ● Approccio normativo e approccio descrittivo ● Rassegna
dei principali errori secondo varie prospettive teoriche ● La
Prospect Theory e il Programma di Euristiche e Biases ● La razionalità
ecologica e le euristiche Fast and frugal ● L’approccio
pragmatico ● Le Teorie del processo duale di pensiero ● Percezione
del rischio e comunicazione del rischio ● Problem solving
e creatività.
Il corso esaminerà ricerche condotte in laboratorio e in vari ambiti
applicativi, secondo diversi approcci teorico-sperimentali. Molti
esempi e applicazioni riguarderanno l’ambito medico, oltre agli
ambiti economici, giuridici e di politica pubblica.

Bibliografia consigliata

Evans J.St.B.T., Frankish K. (Eds., 2009). In two minds. Oxford:
Oxford University Press (cap. 2: How many dual-process theories do
we need? One, two, or many? - pp. 33-54).
Mosconi G. (1988). Norma logica e regole discorsive nella ricerca
sul ragionamento. In F. Castellani, & L. Montecucco (a cura di),
Normatività logica e ragionamento di senso comune, Bologna: Il
Mulino, pp. 223-240.
Tversky A., Kahneman D. (1981). The framing of decisions and
the psychology of choice. Science, 211, 453-458.
Tversky A., & Shafir E. (1992). The disjunction effect in choice
under uncertainty. Psychological Science, 3, 305-309.
Kahneman D. (2003).Aperspective on judgment and choice: mapping
bounded rationality. American Psychologist, 58, 697-720.
Gigerenzer, G. (2000). Ecological intelligence. In G. Gigerenzer,
Adaptive thinking. Rationality in the real world. Oxford: Oxford
University Press, pp. 57-77 (parte II, cap. 4).
Bagassi M., & Macchi L. (2006). Pragmatic approach to decision
making under uncertainty: the case of the disjunction effect.
Thinking and Reasoning, 12 (3), 329-350.
Barbey A.K., & Sloman S.A. (2007). Base-rate respect: from ecological
rationality to dual processes. Behavioral and Brain Sciences,
30, 241-254.
In alternativa:
Macchi L., Bagassi M., Viale R. (in press). Cognitive Unconscious
and Human Rationality. Cambridge: Massachusetts: MIT Press.

Metodi didattici

Lezioni frontali.