Anno di corso: 1

Crediti: 12
Crediti: 8
Crediti: 6
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 13
Tipo: Per stages e tirocini

SISTEMI OTTICI E OFTALMICI CON LABORATORIO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
57
Prerequisiti: 

Padronanza dei metodi e dei concetti illustrati nei corsi di Matematica e di Ottica Geometrica con Laboratorio.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

valutazione in laboratorio, scritto, orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Fornire allo studente i concetti di ottica geometrica relativi a lenti oftalmiche e a strumenti oftalmici.

Contenuti

Ottica geometrica delle lenti oftalmiche. Convenzione dei segni in ottica oftalmica. Vergenza. Potere di una superficie e di una lente sottile. Equazione fondamentale parassiale. Potere del vertice posteriore. Equazione parassiale fondamentale in sistemi di diottri. Potere del vertice posteriore e casi particolari. Equazione fondamentale parassiale in sistemi di lenti. Potere del vertice posteriore in un sistema di lenti sottili. Potere equivalente di una lente spessa. Potere approssimato. Punti nodali di una lente spessa. Punti cardinali di una lente spessa. Forma delle lenti. Formula di Newton per i punti coniugati. Formula di Newton per l’ingrandimento. Lenti cilindriche e sferocilindriche. Forma di una lente torica.
Strumenti per l’ottica oftalmica. Movimento apparente delle immagini. Spessimetro. Sferometro. Frontifocometro manuale e digitale. Cheratometro, principio, misura delle immagini, principi di duplicazione, mira variabile o raddoppio variabile, mire.
Notazioni e sistemi di riferimento. Potere a 1.523. Orientazione dei meridiani con sistema TABO e Internazionale. Croce ottica. Notazioni cilindro positivo, cilindro negativo, cilidri incrociati. Trasposizione. Realizzazione di una lente sferocilindrica. Curva di base. Equivalente sferico. Distorsione delle lenti. Sistema di boxing: lente e occhiale. Sistema datum-line. Centratura. Angolo pantoscopico. Angolo di avvolgimento. Spessori e poteri. Spostamento apparente delle immagini.
Ottica geometrica dell’occhio umano. Occhio schematico esatto di Gullstrand, potere e piani principali della cornea, potere del cristallino. Occhio schematico semplificato di Gullstrand, potere epiani principali del cristallino, stima del potere dell’occhio. Occhio ridotto standard. Emmetropia e ametropia. Classificazione dell’ametropia sferica. Dimensione dell’immagine sulla retina dell’occhio emmetropo ed ametropo. Disco di confusione. Immagine confusa. Ametropia curata mediante diaframma (pinhole). Foro stenopeico. Astigmatismo dell’occhio umano, classificazione.
Correzione dell’ametropia mediante lenti oftalmiche. Principio della correzione dell’ametropia. Distanza tra i vertici. Rifrazione oculare. Rifrazione oculare e spostamento della lente. Potere efficace di una lente oftalmica. Ingrandimento di una lente oftalmica. Ingrandimento relativo di una lente oftalmica. Correzione dell’astigmatismo.
Ottica geometrica dei prismi oftalmici. Centro ottico. Angolo di deviazione. Deviazione e segno della lente. Realizzazione di una lente con potere prismatico. Decentramento. Visione binoculare, ortoforia, eteroforia, eterotropia. Deviazione per piccoli angoli apicali. Diottria prismatica. Posizionamento del prisma. Notazione vettoriale per il prisma. Regola di Prentice. Deviazioni prismatiche e visione binoculare. Prisma efficace.
Aberrazioni e ottimizzazione delle lenti oftalmiche. Aberrazioni monocromatiche. Teoria al terzo ordine. Sfera del punto remoto. Aberrazione sferica. Coma. Astigmatismo obliquo. Curvatura di Campo. Distorsione. Correzione dell’astigmatismo obliquo. Ellisse di Tschering. Principi di minimizzazione delle aberrazioni monocromatiche con lenti sferiche di forma ottimale. Lenti asferiche ed atoriche, lenti conicoidi, polinomiali e free-form. Aberrazione cromatica longitudinale e trasversale. Numero di Abbe.
Lenti multifocali. Lenti bifocali e trifocali. Centro ottico risultante. Salto d’immagine. Lenti progressive. Mappe di potere. Astigmatismo delle lenti progressive. Mappe di astigmatismo. Lenti progressive hard e soft. Riferimenti lenti progressive. Distorsione lenti bifocali e progressive.
Materiali per lenti oftalmiche e filtri. Materiali per lenti oftalmiche: proprietà ottiche e proprietà fisiche. Filtri da sole. Filtri colorati. Filtri polarizzati. Filtri fotocromici.

Programma del laboratorio:
Frontifocometro per lenti sciolte. Cheratometro. Frontifocometro per lenti montate. Frontifocometro per lenti multifocali.

Programma esteso

Ottica geometrica delle lenti oftalmiche. Convenzione dei segni in ottica oftalmica. Vergenza. Potere di una superficie e di una lente sottile. Equazione fondamentale parassiale. Potere del vertice posteriore. Equazione parassiale fondamentale in sistemi di diottri. Potere del vertice posteriore e casi particolari. Equazione fondamentale parassiale in sistemi di lenti. Potere del vertice posteriore in un sistema di lenti sottili. Potere equivalente di una lente spessa. Potere approssimato. Punti nodali di una lente spessa. Punti cardinali di una lente spessa. Forma delle lenti. Formula di Newton per i punti coniugati. Formula di Newton per l’ingrandimento. Lenti cilindriche e sferocilindriche. Forma di una lente torica.
Strumenti per l’ottica oftalmica. Movimento apparente delle immagini. Spessimetro. Sferometro. Frontifocometro manuale e digitale. Cheratometro, principio, misura delle immagini, principi di duplicazione, mira variabile o raddoppio variabile, mire.
Notazioni e sistemi di riferimento. Potere a 1.523. Orientazione dei meridiani con sistema TABO e Internazionale. Croce ottica. Notazioni cilindro positivo, cilindro negativo, cilidri incrociati. Trasposizione. Realizzazione di una lente sferocilindrica. Curva di base. Equivalente sferico. Distorsione delle lenti. Sistema di boxing: lente e occhiale. Sistema datum-line. Centratura. Angolo pantoscopico. Angolo di avvolgimento. Spessori e poteri. Spostamento apparente delle immagini.
Ottica geometrica dell’occhio umano. Occhio schematico esatto di Gullstrand, potere e piani principali della cornea, potere del cristallino. Occhio schematico semplificato di Gullstrand, potere epiani principali del cristallino, stima del potere dell’occhio. Occhio ridotto standard. Emmetropia e ametropia. Classificazione dell’ametropia sferica. Dimensione dell’immagine sulla retina dell’occhio emmetropo ed ametropo. Disco di confusione. Immagine confusa. Ametropia curata mediante diaframma (pinhole). Foro stenopeico. Astigmatismo dell’occhio umano, classificazione.
Correzione dell’ametropia mediante lenti oftalmiche. Principio della correzione dell’ametropia. Distanza tra i vertici. Rifrazione oculare. Rifrazione oculare e spostamento della lente. Potere efficace di una lente oftalmica. Ingrandimento di una lente oftalmica. Ingrandimento relativo di una lente oftalmica. Correzione dell’astigmatismo.
Ottica geometrica dei prismi oftalmici. Centro ottico. Angolo di deviazione. Deviazione e segno della lente. Realizzazione di una lente con potere prismatico. Decentramento. Visione binoculare, ortoforia, eteroforia, eterotropia. Deviazione per piccoli angoli apicali. Diottria prismatica. Posizionamento del prisma. Notazione vettoriale per il prisma. Regola di Prentice. Deviazioni prismatiche e visione binoculare. Prisma efficace.
Aberrazioni e ottimizzazione delle lenti oftalmiche. Aberrazioni monocromatiche. Teoria al terzo ordine. Sfera del punto remoto. Aberrazione sferica. Coma. Astigmatismo obliquo. Curvatura di Campo. Distorsione. Correzione dell’astigmatismo obliquo. Ellisse di Tschering. Principi di minimizzazione delle aberrazioni monocromatiche con lenti sferiche di forma ottimale. Lenti asferiche ed atoriche, lenti conicoidi, polinomiali e free-form. Aberrazione cromatica longitudinale e trasversale. Numero di Abbe.
Lenti multifocali. Lenti bifocali e trifocali. Centro ottico risultante. Salto d’immagine. Lenti progressive. Mappe di potere. Astigmatismo delle lenti progressive. Mappe di astigmatismo. Lenti progressive hard e soft. Riferimenti lenti progressive. Distorsione lenti bifocali e progressive.
Materiali per lenti oftalmiche e filtri. Materiali per lenti oftalmiche: proprietà ottiche e proprietà fisiche. Filtri da sole. Filtri colorati. Filtri polarizzati. Filtri fotocromici.

Programma del laboratorio:
Frontifocometro per lenti sciolte. Cheratometro. Frontifocometro per lenti montate. Frontifocometro per lenti multifocali.

Bibliografia consigliata

Testo principale (disponibile in biblioteca):
 Stephens, Borish’ Clinical Refraction, Capitolo 23 (Butterworth Heinemann)
Materiale ausiliario
 Keirl, Christie, Clinical Optics and Refraction (Elsevier)
 Appunti di teoria forniti dal docente
 Materiale predisposto dal docente per le singole esperienze.

Modalità di erogazione

Convenzionale

Metodi didattici

Lezione frontale e laboratorio