Anno di corso: 1

Crediti: 8
Crediti: 8

Anno di corso: 2

Crediti: 4
Crediti: 8
Crediti: 4
Crediti: 8
Crediti: 8
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 16
Tipo: Lingua/Prova Finale

LABORATORIO: LA VALUTAZIONE DIAGNOSTICA IN ETÀ EVOLUTIVA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
4
Ciclo: 
Annualita' Singola
Ore di attivita' didattica: 
24
Prerequisiti: 

Competenze relative alla psicologia clinica
(valutazione, psichiatria psicodinamica, ragionamento clinico).

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Agli studenti è richiesta una frequenza pari ad almeno il 70% del monte ore totale del laboratorio; la valutazione finale verrà eseguita a partire da un elaborato i cui contenuti verranno concordati direttamente con il docente.

Valutazione: 
Giudizio Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione

• La formulazione del caso nell’età evolutiva: caratteristiche e specificità nello sviluppo
• I Disturbi di Personalità nell’infanzia e nell’adolescenza secondo la
classificazione del Manuale Diagnostico Psicodinamico (PDM).
• Tests di valutazione dei bambini e degli adolescenti

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

• Setting e steps di valutazione del bambino e dell’adolescente
• Somministrare test narrativi
• codificare il test di Roberts-2

Contenuti

Fornire allo studente le competenze di base per essere in grado di impostare e interpretare un processo diagnostico in età evolutiva. La diagnosi con bambini e adolescenti pone problemi specifici di setting, di relazione e nella scelta degli strumenti utili a fare una diagnosi, per definizione, dinamica, evolutiva e quindi di stato e non ancora di tratto.

Programma esteso

- Teoria e tecnica del setting diagnostico con bambini e adolescenti: la stanza dei colloqui, le regole del gioco
- che cosa significa fare diagnosi in etá evolutiva: i sistemi classificatori DSM-PC e PDM come coordinatori di senso
- gli strumenti della diagnosi: l'osservazione del singolo e della famiglia, il disegno, il gioco

- Roberts-2 uno strumento rivolto a bambini e adolescenti tra i 6 e i 18 anni che si compone di una serie di 16 tavole in cui sono rappresentate situazioni sociali e interpersonali che fanno parte dell’esperienza quotidiana di bambini e adolescenti e il bambino deve raccontare una storia completa. Lo strumento presenta in sistema di scoring complesso e standardizzato organizzato in scale cliniche e scale evolutive che, se correttamente interpretate, permettono di valutare la personalità del bambino attraverso la misurazione della sua performance (strategie di problem solving e decision making) in prove complesse

-La restituzione e l'indicazione/controindicazione al trattamento.

Bibliografia consigliata

Kernberg P.F, Weiner A.S., Bardenstein K.K, (2000) “I disturbi di personalità nei bambini e negli adolescenti” Tr. It. Giovanni Fioriti Editore, Roma 2001
Fonagy P., Target M. (2005). “Psicopatologia evolutiva. Le teorie psicoanalitiche”. Raffaello Cortina Editore
Lingiardi V., Del Corno F. (2008). "PDM. Manuale diagnostico psicodinamico”. Raffaello Cortina Editore
Speranza A. M., Williams R. (2009). “Fare diagnosi nell’infanzia e nell’adolescenza”. In “La Diagnosi in psicologia clinica”. Raffaello Cortina Editore
Parolin, L., Locati F., De Carli P. (2014) “Il test di Roberts-2”. Hogrefe Editore

Metodi didattici

Presentazione di casi clinici e esercitazioni di codifica.