Anno di corso: 1

Crediti: 12
Crediti: 12
Crediti: 12
Crediti: 10
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 8
Crediti: 12
Crediti: 12
Crediti: 12
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

ISTITUZIONI DI CULTURA GIAPPONESE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42
Prerequisiti: 

Nessuno

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame orale

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
Il corso si pone l’obiettivo di far acquisire agli studenti un solido bagaglio di conoscenze di base riguardo a tematiche di natura storica, letteraria e artistica del Giappone. Gli studenti sapranno sintetizzare in modo efficace le conoscenze acquisite valorizzando le specificità della cultura giapponese e integrando le stesse con le conoscenze acquisite in altre discipline.

Capacità di applicare conoscenze e comprensione
Gli studenti impareranno a usare i concetti e i temi della cultura giapponese nell’analisi critica di contesti di vita quotidiani, ambienti di lavoro e interazione sociale, sviluppando un’attitudine al confronto costruttivo fra realtà differenti, e all’individuazione di reti di somiglianze e differenze.

Per quanto riguarda l’autonomia di giudizio e il rafforzamento delle abilità comunicative, l’insegnamento sollecita gli studenti a formulare in modo indipendente la propria opinione e ad argomentarla in modo efficace. La capacità di apprendimento è stimolata attraverso la partecipazione attiva alle lezioni e la presentazione e la discussione dei materiali forniti dal docente.

Contenuti

Il corso si configura come un’introduzione alla storia e alla cultura del Giappone visti attraverso la lente d’ingrandimento della letteratura. All’interno delle lezioni saranno illustrate le principali tappe della storiografia giapponese, soffermandosi sull’analisi delle opere letterarie la cui lettura risulta di particolare importanza per una più approfondita conoscenza della cultura giapponese.

Programma esteso

Lineamenti di storia, letteratura e arte del Giappone dalle origini allla seconda metà dell’Ottocento.

Bibliografia consigliata

Rosa Caroli, Francesco Gatti, Storia del Giappone, Roma-Bari, Laterza, 2004 (primi 5 capitoli);

Paul Varley, Japanese Culture, Honolulu, University of Hawai’i Press, 2000 (scaricabile scegliendo l’opzione “pdf” all’indirizzo: https://archive.org/details/japaneseculture_201403). A scelta dello studente: a) capp. 1-2-3 (pp. 1-76); b) capp. 4-5 (pp. 77-139); c) 6-7 (pp. 140-204);

Gli studenti che scelgono di portare il punto a) del libro di Varley, dovranno leggere e studiare gli apparati critici di un’opera a scelta tra:

• Anonimo, Storia di un tagliabambù (a cura di Adriana Boscaro), Marsilio, 1998

• Anonimo, Storia di Ochikubo (a cura di Andrea Maurizi), Marsilio, 1998

• Anonimo, Le memorie della dama di Sarashina (a cura di Carolina Negri), Marsilio, 2005

• Anonimo, Storia del Secondo Consigliere di Hamamatsu (a cura di Andrea Maurizi), Aracne, 2013
• Izumi Shikibu, Diario di Izumi Shikibu (a cura di Carolina Negri), Marsilio, 2008

• Murasaki Shikibu, La storia di Genji (a cura di Maria Teresa Orsi), Einaudi, 2012

Gli studenti che scelgono di portare il punto b) del libro di Varley, dovranno leggere e studiare gli apparati critici di un’opera a scelta tra:

• Anonimo, La monaca tuttofare, la donna serpente, il demone beone. Racconti dal medioevo giapponese (a cura di Roberta Strippoli), Marsilio, 2001

• Kamo no Chōmei, Ricordi di un eremo (a cura di Francesca Fraccaro), Marsilio, 2004

• Kenkō Hōshi, Ore d’ozio (a cura di Adriana Boscaro), Marsilio, 2014
• Ishikawa Jun, I demoni guerrieri (a cura di Maria Teresa Orsi), Marsilio, 1997

Gli studenti che scelgono di portare il punto c) del libro di Varley, dovranno leggere e studiare gli apparati critici di un’opera a scelta tra:

• Hiraga Gennai, La bella storia di Shidoken (a cura di Adriana Boscaro), Marsilio, 1999

• Ihara Saikaku, Cinque donne amorose (trad. di Giancarlo Calza), Adelphi, 1980

• Ihara Saikaku, Vita di una donna licenziosa (trad. di Lydia Origlia), ES, 2010
• Ihara Saikaku, Vita di un libertino (trad. di Lydia Origlia), ES, 2012

• Ueda Akinari, Racconti di pioggia e di luna (a cura di Maria Teresa Orsi), Marsilio, 2007

• Enchō San’yūtei, La lanterna delle peonie: Storia di fantasmi (a cura di Matilde Mastrangelo), Marsilio, 2013

Dispense del docente (disponibili presso la fotocopisteria FronteRetro di viale Sarca).

La biliografia completa sarà indicata a inizio corso.

Metodi didattici

Lezione frontale