Anno di corso: 1

Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Crediti: 15
Crediti: 12
Crediti: 15

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 5

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 32
Tipo: Lingua/Prova Finale

DIRITTO BANCARIO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
4
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42
Prerequisiti: 

Diritto commerciale. Diritto privato.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Comprensione e analisi degli elementi fondamentali e delle ragioni giustificatrici della disciplina dell’impresa bancaria nel contesto nazionale ed europeo. Comprensione e analisi delle conseguenze pratico-operative della disciplina in questione sui rapporti commerciali e bancari e sulla società in generale.

Contenuti

Il corso analizza la disciplina dell’impresa bancaria sia nelle sue componenti regolatorie e di sorveglianza sia per gli aspetti attinenti ai rapporti contrattuali banca-cliente. La prima parte del corso si sofferma sulle caratteristiche (e sull’evoluzione) dell’attività bancaria come recepita nella normativa, sulle finalità della normativa e sul ruolo delle autorità di vigilanza nazionali ed europee. La seconda parte del corso è dedicata, in prima battuta, all’esame dei principi generali che informano i rapporti contrattuali tra intermediario e clientela e, poi, di alcune tipologie contrattuali nelle quali si sostanzia rispettivamente l’attività di raccolta del risparmio e di erogazione del credito.

Programma esteso

Parte prima: la disciplina dell’impresa bancaria.
1. Impresa bancaria e riserva di attività alle banche.
a. evoluzione storica dell’approccio normativo (dal codice di commercio all’Unione Bancaria Europea);
b. funzioni della banca;
c. banche e servizi di investimento;
d. banche e servizi di pagamento.

2. Vigilanza: finalità, autorità e competenze.
a. Comitato di Basilea e FSB;
b. Il Meccanismo Unico di Vigilanza nell’Unione Bancaria Europea. Cers, BCE e ABE.
c. Le autorità nazionali (CICR, MEF e Banca d’Italia).
d. La ripartizione di competenze tra autorità nazionali e sovranazionali.
e. Oggetto della vigilanza e supervisione:
i. Accesso al mercato;
ii. Partecipanti al capitale;
iii. Esponenti;
iv. Patrimonio di vigilanza;
v. Governance.

3. La disciplina delle crisi bancarie.
a. Ragioni della disciplina
b. Disciplina nazionale
c. Disciplina europea: strumenti di prevenzione e procedure di risoluzione. Il Meccanismo Unico di Risoluzione.
d. Il bail-in.

Parte seconda: i contratti bancari
1. La disciplina della trasparenza.
a. Informazione del cliente, forma dei contratti, ius variandi, anatocismo e usura. Correttezza e diligenza.
2. Conto corrente e deposito bancario.
3. L’erogazione del credito:
a. Apertura di credito;
b. Anticipazione bancaria e sconto bancario
c. Mutuo e credito speciale.

Bibliografia consigliata

Per gli studenti frequentanti:
per la prima parte: VALZER, Lineamenti di diritto dell’impresa bancaria, Educatt, 2018 (in alternativa: BRESCIA MORRA, Il diritto delle banche, 2a ed., Il Mulino, 2016).
per la seconda parte: CALLEGARI - CAVALLI, Lezioni sui contratti bancari, 2 a ed., Zanichelli, 2011, soltanto i capp. 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 10.

Per gli studenti non frequentanti:
per la prima parte: VALZER, Lineamenti di diritto dell’impresa bancaria, Educatt, 2018; in alternativa: BRESCIA MORRA, Il diritto delle banche, 2. ed., Il Mulino, 2016.
Per la seconda parte: CALLEGARI - CAVALLI, Lezioni sui contratti bancari, 2 a ed., Zanichelli, 2011.

Metodi didattici

Lezioni, discussione in aula di casi e materiali, esercitazioni in aula, possibilità di ricerche di approfondimento.