WELFARE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
12
Ciclo: 
Annualita' Singola
Ore di attivita' didattica: 
96
Prerequisiti: 

Conoscenza di base dei mutamenti demografici e familiari in atto; dei concetti di welfare state, politiche pubbliche, povertà. Buone capacità di apprendimento, di scrittura e comunicazione orale.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame scritto.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

SISTEMI DI SOLIDARIETA’ FAMILIARE
Il corso ha come obiettivo quello di introdurre il tema del welfare a partire dagli assetti familiari e parentali e dalle tipologie che sono state elaborate per caratterizzare i diversi sistemi europei e non europei.

SISTEMI DI WELFARE COMPARATI
Obiettivo principale del corso è quello di fornire strumenti concettuali e metodologici utili all’analisi delle politiche e degli interventi di welfare in prospettiva comparata.

Contenuti

SISTEMI DI SOLIDARIETA’ FAMILIARE
- Mutamenti delle tipologie familiari e delle reti parentali
- Differenze sociali e territoriali nei sistemi familiari

SISTEMI DI WELFARE COMPARATI
- Tipologie di Welfare State e trasformazioni in atto
- Analisi dei diversi settori delle politiche sociali
- Welfare state e disuguaglianze

Programma esteso

SISTEMI DI SOLIDARIETA’ FAMILIARE
- I mutamenti in atto nelle tipologie familiari e nelle reti di parentela
- Le trasformazioni delle solidarietà familiari tra generi e generazioni

Approfondimenti
- La pluralizzazione delle tipologie familiari
- La verticalizzazione e la fragilizzazione delle reti di solidarietà parentali
- I processi di femminilizzazione delle reti di solidarietà familiari

SISTEMI DI WELFARE COMPARATI
- Problemi di definizione del welfare
- La strutturazione storica dei sistemi di welfare
- I modelli di welfare regime
- L’Italia come welfare regime
- Le componenti del welfare: lavoro, pensioni, sanità, assistenza
- La variabilità locale dei sistemi di welfare
- Il processo di riforma del welfare in Italia

Approfondimenti
- L’impatto redistributivo del welfare
- La povertà
- Le politiche contro la povertà
- Le politiche di reddito minimo

Bibliografia consigliata

Per il modulo “Sistemi di solidarietà familiare”
Per tutti - Uno dei due testi seguenti, a scelta dello studente:
1) Saraceno C., Naldini M., “Coppie e famiglie”, Feltribelli, (2013); + Saraceno C., “Il Welfare”, Il Mulino, (2013);
2) Prandini R. (a cura di), “Politiche familiari europee”, Carocci, Roma, (2013).

Per gli studenti frequentanti sono previste letture che verranno indicate nel corso delle lezioni.

Per gli studenti non frequentanti, un testo a scelta tra:
a) Da Roit B., Facchini C., “Anziani e badanti”, Angeli, Milano, (2010);
b) Iori V., Rampazi M., “Nuove fragilità e lavoro di cura”, Unicopli, Milano;
c) Sapio A., “Famiglie, reti familiari e cohousing”, Angeli, Milano, (2010);
d) Naldini M., Solera C., Torrioni P.M., “Corsi di vita e generazioni”, Il Mulino, Bologna, (2012).

Per il modulo “Sistemi di welfare comparati”
Testi obbligatori:
Ferrera, Le politiche sociali, Il Mulino 2012
Y. Kazepov e D. Carbone, Che cosa è il welfare state, Carocci, 2007
Un testo a scelta tra i seguenti:
W. Beveridge, “Alle origini del welfare state”, Angeli, (2010);
Y. Kazepov (a cura di), “La dimensione territoriali delle politiche sociali in Italia”, Carocci, (2009);

Metodi didattici

Lezioni frontali e discussioni in aula; presentazioni da parte degli studenti. Viene valutata anche la partecipazione attiva alle discussioni in aula