Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 25
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 23
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

MEDICINA CLINICA E DELLA DISABILITA'

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
4
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
38

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

MEDICINA INTERNA 3 - Prova scritta: quiz a risposta multipla e due domande aperte inerenti Geriatria e Malattie dell’Apparato Locomotore. Per il superamento della prova occorre che le risposte ad entrambe le domande aperte diano una valutazione di almeno 18/30 e che la media tra domande a risposta multipla e domanda aperta di ciascun modulo sia sufficiente. INFERMIERISTICA DELLA DISABILITÁ - Prova scritta Infermieristica: quiz a risposta multipla e tre domande aperte. Per il superamento della prova occorre superare il cut off di 12 punti.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

MEDICINA INTERNA 3 – Geriatria - Demografia e biologia dell’invecchiamento. Valutazione globale dell’anziano e prevenzione delle cadute. Principi di farmacologia applicati all’anziano. Ricambio idrosalino nell’anziano. La cronicità: fragilità ed instabilità clinica. L’invecchiamento cerebrale, fisiologico e patologico. Endocrinologia: diabete, distiroidismi. Incontinenza e ulcere da pressione. La rete dei servizi per l’anziano. Aspetti di etica nella care dell’anziano. Malattie dell’apparato locomotore - Conoscenza ed individuazione delle principali patologie congenite e dello sviluppo. Concetti generali e di trattamento delle fratture dal pronto soccorso al trattamento definitivo e conoscenza delle relative complicanze. Gestione delle trazioni transcheletriche e dei gessi o tutori. Conoscenza delle principali patologie negli anziani come l'artrosi, l'osteoporosi e le fratture da fragilità. INFERMIERISTICA DELLA DISABILITÁ - La Valutazione Multi Dimensionale all’anziano. Strumenti per la valutazione funzionale e cognitiva dell’anziano: strumenti di misura delle ADL (indice di Katz, indice di Barthel), IADL, MMSE, MNA. Prevenzione e gestione del rischio di caduta dell’anziano, gestione del deperimento cognitivo e del delirium, strumenti di valutazione del rischio di malnutrizione. La malnutrizione, la sarcopenia, la disfagia nella persona anziana e la gestione delle problematiche del cavo orale. Il trattamento della incontinenza urinaria nel paziente anziano. La costipazione nella persona anziana; la contenzione nell’anziano, l’Alzheimer. La gestione della terapia farmacologica nell’anziano. La persona anziana con problematiche ortopediche: la trazione transcheletrica, gli apparecchi gessati.

Contenuti

Il corso si prefigge di: a. descrivere il quadro clinico delle principali patologie trattate che possono intervenire sull'organismo alterandone l'equilibrio e indicarne l'approccio terapeutico; b. sapere indicare i meccanismi fisiopatologici che li determinano; c. conoscere la manifestazione delle patologie trattate -segni e sintomi- in quanto riconoscibili come una tra le principali variabili influenzanti l’assistenza infermieristica. Il corso si prefigge, inoltre, di fornire allo studente le conoscenze e le modalità necessarie all’identificazione e alla risposta ai bisogni di assistenza infermieristica della persona anziana, utilizzando il processo di assistenza e gli strumenti della valutazione multidimensionale, contestualizzandoli alle situazioni assistenziali in ambito geriatrico e riabilitativo.

Programma esteso

MEDICINA INTERNA 3 – Geriatria: Demografia e biologia dell’invecchiamento. Valutazione multidimensionale dell’anziano (VMD). La cronicità. Fragilità ed instabilità clinica. Delirium e stato confusionale. Ortogeriatria: modello di “care” integrato. L’invecchiamento cerebrale, fisiologico e patologico: le demenze. Le cadute nell’anziano. La sarcopenia. Sindrome ipocinetica. Aspetti di etica nella care dell’anziano. La rete dei servizi per l’anziano. Malattie dell’apparato locomotore: Deformità congenite e connatali. Epifisiolisi. Traumi. Ferite: definizioni e generalità. Concetti generali sulle fratture nello scheletro in accrescimento. Concetti generali sulla displasia dell’anca. Piede torto congenito. Osteoporosi. Fratture da fragilità. Fratture: classificazione e concetti generali. Osteosintesi: concetti generali del trattamento chirurgico delle fratture. Il paziente traumatizzato: la trazione transcheletrica. Concetti generali sulla scoliosi. Concetti generali sui bendaggi e sugli apparecchi gessati. Cenni di patologia del rachide. Lombalgia. Gestione e guarigione delle fratture. Artrosi: definizione, clinica, imaging radiografico, terapia. INFERMIERISTICA DELLA DISABILITÁ - La valutazione multidimensionale dell’anziano fragile, la gestione delle cadute, del deperimento cognitivo e del delirium. Problematiche legate al bisogno di alimentarsi e idratarsi, eliminazione urinaria e intestinale, le problematiche del cavo orale; la gestione farmacologico nell’anziano e le fratture nell’anziano.

Bibliografia consigliata

ISTAT, Anziani in Italia, Il Mulino; Bosello O., Zamboni M., Manuale di Gerontologia e Geriatria, Piccin; Grassi F.A., Pazzaglia U.E., Pilato G., Zatti G., Manuale di Ortopedia e Traumatologia, Elsevier Masson; Mongardi M. (2011) In: L’assistenza all’anziano. Ospedale, territorio, domicilio, McGraw-Hill.

Metodi didattici

Lezioni frontali.