Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 22
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 26
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

FONDAMENTI DI SCIENZE INFERMIERISTICHE ED OSTETRICHE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
52
Prerequisiti: 

Obiettivi del corso di Scienze Propedeutiche (trattasi dei corsi indicati nelle propedeuticità del Regolamento).

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova scritta: quiz a risposta singola/multipla e domande a risposta aperta breve. Colloquio finale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

OBIETTIVO GENERALE:
-Il corso fornisce allo studente i fondamenti epistemologici delle Scienze Ostetrico–Ginecologiche e Neonatali; il percorso storico, professionale, concettuale e metodologico dell’Ostetrica/o.
OBIETTIVI INTERMEDI:
-Conoscere l’evoluzione storica della professione Ostetrica/o in relazione allo sviluppo socio – culturale.
-Conoscere i principali riferimenti normativi e organizzativi del servizio sanitario nazionale.
-Conoscere i principali riferimenti normativi italiani e europei della profConoscere i fondamenti epistemologici, i costrutti paradigmatici della Midwifery: e il Mdello concettuale di riferimento: Midwifery Partnership.
-Conoscere l’evoluzione storica della figura infermieristica.

Programma esteso

OSTETRICIA GENERALE 1 (CFU 1)
Lo studente al termine del corso conoscerà l’evoluzione storica della professione Ostetrica\o.
Definizione di Storia interna e Storia esterna. Definizione delle Epoche Storiche.
La filologia e le fonti storiche primarie originali e secondarie/derivate.
La storia della professione ostetrica: epoca antica, medioevale, moderna, contemporanea e presente (Levatrice – Ostetricia: Ostetrica Condotta, Maestra Ostetrica, Ostetrica.
La storia della formazione ostetrica, “Scuola Salernitana” e Trotula, le Università.
Storia dell’oggetto di studio: una nuova “Categoria” di assistiti; il non-nato; la “Ruota di Santa Caterina”; Ospedalità, Pestilenze.
La storia dei metodi/metodo: Semmelweis, la svolta scientifica e tecnologica la “Nascita Straordinaria” e la Nascita Medicalizzata (Taglio Cesareo).
SCIENZE OST GIN e NEONATALE GENERALE 1 (CFU 2)
Lo studente al termine del corso conoscerà la regolamentazione sanitaria e professionale, conoscerà il contesto in cui si colloca l’esercizio della professione Ostetrica\o con particolare riferimento ai principali riferimenti normativi che caratterizzano la responsabilità e l’autonomia dell’Ostetrica\o. Lo studente saprà descrivere:
(CFU 1 – 07 ore)
Il concetto di professione attraverso una lettura sociologica e l’Approccio per attributi comuni
Il concetto di responsabilità: Ordinistica, Amministrativa, Civile, Penale
(CFU 1 – 12ore)
Le leggi di riordino del sistema sanitario nazionale, regionale e di-riordino della professione Ostetrica\o
D.L gvo 502\’92 e successive integrazioni e modifiche
D.M. 14 settembre 1994, n° 740 “Regolamento concernente l’individuazione della figura e del relativo profilo professionale dell’Ostetrica\o”;
Direttive Europee; Decreto Legislativo 09 novembre 2007, n° 206 Attuazione della direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, nonché della direttiva 2006/100/CE che adegua determinate direttive sulla libera circolazione delle persone a seguito dell'adesione di Bulgaria e Romania.
Legge 26 febbraio 1999, n. 42 “Disposizioni in materia di professioni sanitarie”;
Legge 10 agosto 2000, n. 251 “Disciplina delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione della prevenzione nonché della professione ostetrica”;
Legge 1 febbraio 2006, n. 43 “Disposizioni in materia di professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, riabilitative, tecnico- sanitarie e della prevenzione e delega al governo per l'istituzione dei relativi ordini professionali
DPR 16 aprile 2013, n. 62 “Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell'articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165
Legge regione Lombardia 11 agosto 2015 n.23 Evoluzione del sistema sociosanitario lombardo: modifiche al Titolo I e al Titolo II della legge regionale 30 dicembre 2009 n.33 (Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità)
SCIENZE OST GIN e NEONATALE GENERALE 2 (CFU 2)
Lo studente al termine del corso conoscerà i fondamenti epistemologici delle Scienze Ostetrico-Ginecologiche e Neonatali e il Corpo Dottrinale (i Costrutti e il Modello Concettuale di riferimento: Midwifery Partnership). Lo studente saprà descrivere:
(CFU 1 – 12 ore)
a) Caratteristiche Filosofiche ed epistemologiche delle Scienze Ostetrico – Ginecologiche e Neonatali
b) I Costrutti paradigmatici della Midwifery:
- Normality Childbirth,
- Salute (Salute di genere, Salutogenesi, Salute Primale)
- Società / Ambiente
-Donna
- Midwifery Care (Choice, Control, Continuity, Care, Cure, Educator, Empowerment),
(CFU 1 – 07 ore)
Corpo Dottrinale: Il modello concettuale di riferimento: Midwifery Partnership
INFERMIERISTICA GENERALE 1 (CFU 1)
Lo studente al termine del corso conoscerà l’evoluzione storica della figura dell’infermiere.

Bibliografia consigliata

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE:
-Guilliland Karen & Pairman Sally, The Midwifery Partnership. A model for practice. (trad. it) Nespoli A., Pellegrini E. 2012, SEU.
-Pairman Sally, Tracy Sally, Thorogood Carol, Pincombe Jan, Midwifery. Preparation for practice, Elsevier, 2015, 3° ed. E-book.
-Rodriguez Daniele, Professione Ostetrica/o. Aspetti di medicina legale e responsabilità, 2010.
-Guana M., et al., La disciplina ostetrica: teoria, pratica e organizzazione della professione, McGraw Hill, Milano 2011 capp. 1-10.
-Spina Elena, Ostetriche e Midwives. Spazi di autonomia e identità corporativa, Franco Angeli 2009.
BIBLIOGRAFIA DI APPROFONDIMENTO:
FNCO, Guida all’esercizio della professione ostetrica, ed Medico Scientifiche, Torino, 2008 www.fnco.it.
Guilliland Karen & Pairman Sally, The Midwifery Partnership. A model for practice. New Zealand College of Midwives 2010.
Page Lesley Ann, McCandlish Rona, The new Midwifery. Science and Sensitivity in Practice, Churchill Livingstone, 2006 cap.4.
Frohlich J., Salutogenesis, MIDIRS, Midwifery Digest, vol 12, n. 2, Jun 2002, p 151.
Schmid V., Salute e nascita. La salutogenesi nel percorso della maternità, Feltrinelli, 2007.
Duff E., Normal birth: commonplace, according to rule or well - adjusted?, Midirs Midwifery Digest, vol 1",n. 3, sep 2002.
Liedloff Jean, Il concetto del continuum. Ritrovare il ben-essere perduto, La Merdiana, 1° ed., 1994.
ICF, Classificazione Internazionale del funzionamento, della Salute, Erickson, 2008.
Gissi Alessandra, Le segrete manovre delle donne, Biblink ed, 2006
Cosmacini Giorgio, Storia dell’ostetricia 1 e 2, Tecnologia e Antropologia nei secoli, Cilag, 1989.
Maccacaro G.A., Martinelli A., Sociologia della medicina, Feltrinelli 1977
Prandsteller G.Paolo, Sociologia delle professioni, Città Nuova, 1988.

Metodi didattici

Lezioni frontali, esercitazioni.

Contatti/Altre informazioni

Frequenza obbligatoria al 70% di ogni attività.