Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 22
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 26
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

RICERCA OSTETRICO-GINECOLOGICA E NEONATALE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
4
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
43

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova scritta: quiz a risposta singola/multipla e domande a risposta aperta breve. Colloquio finale a discrezione del docente.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Alla fine del corso lo studente sarà in grado di porre un quesito di ricerca e reperire, analizzare, comprendere la letteratura scientifica in merito. Sarà inoltre in grado di impiegare le procedure statistiche per raccogliere, ordinare ed analizzare i dati provenienti dalla realtà professionale.

Contenuti

Il corso fornisce allo studente i fondamenti dell’epidemiologia e della ricerca basata sulle prove di efficacia e i fondamenti. Fornisce inoltre nozioni sulla raccolta e l’elaborazione statistica di dati sanitari.

Programma esteso

RICERCA OSTETRICO-GINECOLOGICA E NEONATALE MED/47: Attraverso il Midwifery Partnership, Midwifery Management e Scale di valutazione nelle Scienze Ost-Gin e Neonatali. Dalla pratica ostetrica alla ricerca EBM-EBO. I quesiti di background e di foreground. Metodologia PICO. La ricerca bibliografica: metodi e fonti primarie-secondarie. La citazione delle referenze bibliografiche. Descrizione dei vari tipi di ricerca: la ricerca quantitativa e qualitativa (cenni generali). Descrizione dei vari disegni di studio: gli studi osservazionale e gli studi interventistici\sperimentali (cenni generali). La pianificazione di una ricerca: l’ipotesi e la formulazione del quesito di ricerca.Il Comitato Etico. La diffusione delle conoscenze e la pubblicazione di una ricerca. La valutazione critica di un articolo scientifico; IMRAD e le Check-List di valutazione.
STATISTICA PER LA RICERCA - MED/ 01. La raccolta, la misurazione e l’analisi dei dati di una ricerca. Cenni di calcolo delle probabilità. Distribuzioni di probabilità: gaussiana. Campionamento e inferenza statistica. Introduzione alla stima e al test di ipotesi. La presentazione dei risultati di ricerca. Strumenti di ricerca: redazione di un questionario; Questionario web Epi Info 7 - Epi Data.

Bibliografia consigliata

Rees Colin. Introduction to research for Midwives. Churchill Livingstone Elsevier, 2011, 3ed. Cluett Elisabeth R., Bluff Rosalind Principles and Practice of research in Midwifery. Churchill Livingstone 2009. Fowler J, Jarvis P, Chevannes, Statistica per le professioni sanitarie, Edises 2006.TESTI DI APPROFONDIMENTO: Steen M, Roberts Taniya, the handbook of midwifery research, Wiley-Blackwell 2011. Siu Caroll and Camerasamy Huguette, Doing a Research Project in Nursing & Midwifery. A basic guide to research using the Literature review Methodology, Sage, 2013. Jirojwong Sansnee, Johnson Maree, Welch Anthony, Research Methods in Nursing and Midwifery, 2ed, 2014. Proctor Sue, Renfrew Mary, Linking Research and Practice in Midwifery. A guide to evidence-based practice, Baillière Tindall, 2000. David Silverman. Come fare ricerca qualitativa. Una guida pratica. 2002, Carocci Editore. Chiari P., Mosci D., Naldi E., Centro Studi EBN, Evidence based clinical practice, McGraw Hill, 2011, 2° ed. Guana M. e coll., La disciplina ostetrica: teoria, pratica e organizzazione della professione, McGraw Hill, 2011, Milano (cap.3).

Metodi didattici

Lezioni frontali, esercitazioni.

Contatti/Altre informazioni

Frequenza obbligatoria al 70% di ogni attività