Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 4

Anno di corso: 5

Crediti: 4
Crediti: 12
Crediti: 4
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 6

Crediti: 10
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 14
Tipo: Altro

PATOLOGIE OTORINOLARINGOIATRICHE E MAXILLO-FACCIALI

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
4
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
20
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
200
Prerequisiti: 

Superamento degli esami del III anno di corso

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Verrà utilizzata la modalità di esame orale con uno screening iniziale con domande a scelta multipla , con valutazione delle conoscenze e delle competenze acquisite.
L’esame è inteso a testare le conoscenze e delle competenze acquisite nei diversi moduli che compongono l’insegnamento.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Fornire le conoscenze fondamentali sull’inquadramento diagnostico ed il
trattamento chirurgico delle patologie traumatologiche, malformative,
dismorfiche, oncologiche e ricostruttive del distretto oro-maxillo-facciale
nell’età pediatrica e adulta. Viene inoltre sviluppato l’aspetto della
collaborazione tra odontoiatra e chirurgo maxillo-facciale per lo
svolgimento del piano diagnostico terapeutico delle sopraccitate branche
di interesse.

Contenuti

Definizione degli ambiti di interesse specifici della chirurgia maxillofacciale
e di collaborazione integrata tra odontoiatra e chirurgo per
l’ottimizzazione dei risultati estetico-funzionali del cavo orale e del
distretto facciale.
Traumatologia. Tumori benigni e maligni del cavo orale e delle ghiandole
salivari. Craniostenosi e Craniofaciostenosi. Chirurgia pre-protesica.
Principali patologie oculistiche
Patologie otorinolaringoiatriche di interesse odontoiatrico

Programma esteso

Definizione degli ambiti di interesse specifici della chirurgia maxillofacciale e di collaborazione integrata tra odontoiatra e chirurgo per l’ottimizzazione dei risultati estetico-funzionali del cavo orale e del
distretto facciale.
Traumatologia maxillo-facciale. Tumori benigni e maligni del cavo orale e
delle ghiandole salivari. Trattamento multidisciplinare del paziente affetto da carcinoma del cavo orale, chirurgico e medico associato. Ricostruzione del distretto oro-maxillo-facciale con tecniche tradizionali e
microchirurgiche. Labiopalatoschisi. Microsomie emifacciali. Craniostenosi e Craniofaciostenosi. Programmazione e trattamento chirurgico dei pazienti affetti da patologia dismorfica dei mascellari.
Chirurgia pre-protesica e ricostruzione maxillo-mandibolare preimplantologica.
diagnostica oculistica Difetti di rifrazione.Patologie della retina. Patologie
del corpo vitreo
Diagnostica orl tumori del distretto laringeo- le laringopatie –i disturbi
della fonazione- le riniti–le patologie dei seni mascellari

Bibliografia consigliata

Trattato di Patologia Chirurgica Maxillo-Facciale
SICMF
Ed. Minerva Medica
Dispense fornite dal docente e testi indicati a lezione

Metodi didattici

Lezioni accademiche; lavoro pratico; casi centrati su problemi e
programma di autoapprendimento.
Il corso è organizzato in Lezioni accademiche; lavoro pratico; esercitazioni
dimostrative e pratiche. In caso lo studente
incontri difficoltà possono contattare il docente per superare tali
problemi. A questo proposito il docente dà la disponibilità per 11 mesi
l'anno. Tale metodo è suggerito come modalità per sviluppare la capacità
dello studente all'autoapprendimento.