Anno di corso: 1

Crediti: 9
Crediti: 9
Crediti: 12
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Crediti: 6
Crediti: 9
Crediti: 6
Crediti: 24
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 24
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

PREVENZIONE SANITARIA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
47

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Scritto e Orale Congiunti
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Scritto e orale congiunto

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Lo studente deve sapere:
-descrivere la storia del progresso tecnologico applicato alla medicina;
-riconoscere il ruolo e l’apporto della psicologia in ambito sanitario;
-definire e descrivere con adeguato dettaglio i comportamenti corretti nello specifico ambiente di lavoro di sua competenza e illustrare con adeguato dettaglio le raccomandazioni e le norme volte ad evitare l’induzione di malattie a sé e agli altri, giustificandole in base ai presupposti teorici.
-descrivere la corretta preparazione del paziente per il prelievo/raccolta del materiale biologico ed il suo trattamento preanalitico.

Contenuti

L’insegnamento si propone:
-di fornire allo studente gli strumenti culturali per comprendere nascita ed evoluzione della scienza medica e della tecnologia associata ai progressi della scienza medica;
-di fornire allo studente gli strumenti razionali per comprendere i problemi deontologici dell’attività sanitaria, inclusi quelli che riguardano i rapporti fra operatori e malati e fra operatori e ambiente di lavoro;
-di fornire allo studente le informazioni utili a promuovere la salute negli ambienti di lavoro e ad evitare i comportamenti a rischio capaci sia di generare malattie professionali, sia di favorire la trasmissione di patologia;
-di fornire allo studente le informazioni circa la corretta gestione del paziente in relazione agli aspetti preanalitici
-di fornire allo studente le conoscenze sugli effetti biologici delle radiazioni ionizzanti che sono alla base delle norme di radioprotezione.

Programma esteso

•La medicina pre-ippocratica. La nascita della medicina razionale nel mondo classico (Ippocrate e i suoi scritti, la medicina ellenistica, le sette mediche, Galeno). La medicina medioevale (Scuola Medica Salernitana, Medicina monastica, Medicina araba). Medicina e rivoluzione scientifica (Vesalio, Harvey, iatrochimica e iatromeccanica). Medicina e società tra Settecento e Ottocento (Ramazzini, medicina illuministica, Frank, l’impiego della statistica in medicina e l’avvento dell’epidemiologia, la nascita della sanità pubblica). La nascita ottocentesca della biomedicina e le principali scoperte del XIX secolo (anestesia, antisepsi, lo sviluppo della semeiotica e della clinica, i farmaci di sintesi). L’evoluzione del concetto di salute nel Novecento (OMS e principali conferenze internazionali, la nascita dei sistemi sanitari a copertura universale, il sistema sanitario italiano). L’evoluzione della medicina nel Novecento (la rivoluzione farmacologica, evoluzione della chirurgia e la trapiantologia, l’avvento delle tecnologie sanitarie). Fondamenti di storia delle tecniche di radiologia. Fondamenti di storia della Radioterapia.
•La psicologia in ambito sanitario. Il pensiero e il ragionamento: i bias cognitivi e gli errori diagnostici. Processi motivazionali e decision making. Il concetto moderno di salute.
•Concetti introduttivi di prevenzione. Classificazione dei Fattori di Rischio. Quadro normativo di riferimento. Obblighi e responsabilità nell'ambito del sistema prevenzionistico. Caratteristiche, valutazione, gestione dei rischi in ambito sanitario. Rischi delle lavoratrici madri. Rischio biologico. Il sovraccarico biomeccanico. Lo stress in ambito occupazionale. Altri rischi occupazionali
•Gli effetti biologici delle radiazioni a livello atomico, molecolare, cellulare, tissutale e clinico. Effetti stocastici e deterministici. Nozioni di radiopatologia. L’oncogenesi da radiazioni.
•La dottrina della Radioprotezione. Metodi e strumenti di misura delle radiazioni. La radioprotezione dei lavoratori: classificazioni, dosi massime ammissibili, legislazione radioprotezionistica. La radioprotezione ambientale. Gestione di rifiuti radioattivi. Stima delle dosi ai pazienti.
•La fase preanalitica. Standardizzazione della preparazione del paziente. Il prelievo/raccolta del materiale biologico. Trattamento e conservazione dei campioni biologici

Bibliografia consigliata

-Ambosi Foa’. Trattato di Medicina del Lavoro UTET 2000
-Zanobio B, Armocida G. Storia della Medicina. Milano: Masson, 2002
Verrà inoltre fornito materiale didattico da parte dei Docenti

Metodi didattici

Lezioni frontali, esercitazioni