FOUNDATIONS OF INTERNATIONAL ECONOMIC LAW

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
10
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
70

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame (scritto o orale)

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Gli studenti potranno acquisire la capacità di orientarsi tra i diversi livelli di fonti normative che concorrono a regolare le transazioni economiche sui mercati internazionali e avere gli strumenti per apprezzare autonomamente l’operato delle più rilevanti istituzioni pubbliche che operano a livello globale, comunitario e interno, nelle loro interazioni reciproche.

Contenuti

L’insegnamento è composto dai seguenti moduli:
- Diritto della concorrenza – 5 CFU
- Diritto dei mercati internazionali – 5 CFU

L’insegnamento si propone di fornire agli studenti la conoscenza delle principali strutture organizzative, dei meccanismi giuridici e degli strumenti operativi che regolano i rapporti tra mercati e istituzioni pubbliche a livello europeo e internazionale. Nel primo modulo questi contenuti sono articolati con specifico riferimento all’analisi della disciplina europea della concorrenza e dell’assetto regolatorio riguardante i mercati dei servizi di interesse economico generale; nel secondo modulo l’attenzione è estesa alle regole che disciplinano a livello internazionale gli scambi di merci e di servizi. Attraverso la discussione in aula delle norme dell’OMC e dell’applicazione che delle stesse è stata data in casi concreti si farà emergere la tensione tra istanze di liberalizzazione degli scambi e di tutela dell’economia nazionale così come di valori non commerciali. Il costante riferimento alle decisioni dei Panel e dell’Organo di appello dell’OMC stimolerà la riflessione degli studenti sul grado di efficacia del sistema e sull’incidenza dello stesso sugli ordinamenti nazionali e dell’Unione europea.

Programma esteso

DIRITTO DELLA CONCORRENZA
Funzione e oggetto del diritto della concorrenza - Quadro della disciplina della concorrenza a livello europeo – La nozione europea di impresa – Il mercato rilevante – Il divieto di intese restrittive della concorrenza – L’abuso di posizione dominante – Il divieto di aiuti di stato - I servizi pubblici nell’ordinamento europeo – Servizi di interesse economico generale e aiuti di Stato – I processi di liberalizzazione e privatizzazione – Servizi postali – Trasporti – Energia - I servizi locali e le società in house – La direttiva servizi – La disciplina degli appalti pubblici.

DIRITTO DEI MERCATI INTERNAZIONALI
Il dibattito attuale sulla liberalizzazione degli scambi - L’origine e la struttura dell’Organizzazione mondiale del commercio – Analisi delle regole di base del sistema di liberalizzazione degli scambi di merci. e dei suoi margini di flessibilità (deroghe) – Lo status dei Paesi in via di sviluppo nel sistema OMC – Le misure a tutela della salute e dell’ambiente nelle decisioni dei Panel e dell’Organo di appello – Gli strumenti di difesa commerciale (misure di salvaguardia, dumping e sovvenzioni) – Profili problematici della liberalizzazione del mercato dei servizi – Obiettivi e contenuti dell’Accordo TRIPs - L’attuale tensione tra regolamentazione multilaterale o regionale degli scambi internazionali – La politica commerciale dell’Unione europea e i negoziati per il TTIP - Il meccanismo di risoluzione delle controversie come elemento centrale per una valutazione del grado di efficacia del sistema OMC.

Bibliografia consigliata

R. WHISH, D. BAILEY, Competition Law, Oxford, 2015 (selected pages)
W. SAUTER, Public Services in EU Law, Cambridge, 2015 (selected pages)

A. GUZMAN, J. PAUWELYN, International Trade Law, Second Edition, New York, 2012, paperback (selected pages).
WTO Agreements and text of Panels and Appellate Body Reports (http://www.wto.org)

Metodi didattici

Lezione frontale e studio di casi