THE LAW OF INDUSTRIAL AND ECONOMIC RELATIONS

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
10
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
70

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame (scritto o orale)

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Capacità di valutare in modo autonomo le fattispecie di illecito alla luce della normativa antitrust; di inquadrare il regime regolatorio delle principali attività di interesse economico generale; di individuare gli organismi pubblici titolari delle funzioni regolatorie; di giudicare la fattispecie lavoristica concreta, riconducendola agli istituti normati e tutelati.

Contenuti

L’insegnamento è composto dai seguenti moduli:
- Diritto della concorrenza – 5 CFU
- Diritto delle relazioni industriali e sindacali – 5 CFU

L’insegnamento si propone di far acquisire agli studenti le nozioni basilari in ordine agli istituti che riguardano la vita delle imprese, nella duplice prospettiva della disciplina giuridica della loro posizione nel mercato e della regolazione dei rapporti giuridici al loro interno. Sotto il primo aspetto l’attenzione è focalizzata alla disciplina antitrust e al regime regolato delle attività di impresa di interesse economico generale (primo modulo). Sotto il secondo aspetto saranno approfonditi alcuni dei più significativi istituti regolati dalla normativa europea, prevalentemente connotati dalla dialettica tra libertà economiche e diritti socio lavoristici (libertà di concorrenza e contrattazione collettiva, libertà di circolazione dei lavoratori e dumping sociale, libertà di mediazione tra domanda e offerta e monopoli pubblici, libertà contrattuale e divieto di discriminazione) (secondo modulo).

Programma esteso

DIRITTO DELLA CONCORRENZA
Funzione e oggetto del diritto della concorrenza - Quadro della disciplina della concorrenza a livello europeo – La nozione europea di impresa – Il mercato rilevante – Il divieto di intese restrittive della concorrenza – L’abuso di posizione dominante – Il divieto di aiuti di stato - I servizi pubblici nell’ordinamento europeo – Servizi di interesse economico generale e aiuti di Stato – I processi di liberalizzazione e privatizzazione – Servizi postali – Trasporti – Energia - I servizi locali e le società in house – La direttiva servizi – La disciplina degli appalti pubblici.

DIRITTO DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI E SINDACALI
Istituzioni europee e legislazione sociale (trattati, regolamenti, direttive, soft law) - La libertà di circolazione dei lavoratori - La libertà di concorrenza - Il distacco dei lavoratori - Le libertà di associazione, di contrattazione collettiva, di autotutela collettiva - Eguaglianza e non discriminazione nel mondo del lavoro - Il trasferimento d’azienda - Il licenziamento collettivo - Il coinvolgimento dei lavoratori nelle scelte imprenditoriali attraverso l’informazione, la consultazione,
la partecipazione.

Bibliografia consigliata

R. WHISH, D. BAILEY, Competition Law, Oxford, 2015 (selected pages)
W. SAUTER, Public Services in EU Law, Cambridge, 2015 (selected pages)

Per il secondo modulo il docente indicherà il testo (per gli studenti non frequentanti il docente può essere contattato via mail: simone.varva@unimib.it).

Metodi didattici

Lezione frontale e studio di casi