Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 25
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 23
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

L’ABUSO SESSUALE MINORILE ED IL RUOLO INFERMIERISTICO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Elettivo.Scelte autonome dello studente
Docenti: 
TORZELLI CRISTINA
Crediti: 
1
Ciclo: 
Annualita' Singola
Ore di attivita' didattica: 
7
Prerequisiti: 

ISCRIZIONE AL 2 E 3 ANNO DEL CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Valutazione: 
Giudizio Finale

Obiettivi formativi

Definire quali sono le competenze e le responsabilità dell’infermiere con Laurea triennale rispetto al fenomeno dell’abuso sessuale minorile e riconoscere i percorsi legali, clinici e le strutture specializzate per la presa in carico delle vittime.

Contenuti

L’abuso sessuale è un crimine che interessa uomini, donne e bambini di tutte le età.
Nello specifico, l’abuso sessuale minorile è un problema sociale diffuso che provoca nel bambino una serie di problemi a lungo termine come stress psicologico, predisposizione alla ripetizione di violenze sessuali, problemi fisici e difficoltà nell’affrontare la vita quotidiana.
Un bambino vittima di violenza richiede un immediato intervento appropriata all’età da parte di un’equipè di persone qualificate.
L’infermiere può dare il suo contributo nella raccolta delle prove forensi ma anche per dare supporto alla vittima e ai famigliari e figurare come testimone in veste di professionista.

Bibliografia consigliata

G. Hornor, J. Thackeray, P. Scribano, S. Curran, E. Benziger (2012). Pediatric sexual assault nurse examiner care: Trace forensic evidence, ano-genital injury, and judical outcomes. Journal of Forensic Nursing 8 (2012): 105-111.
World Health Organization (2010). Child maltreatment. Disponibile da
www.who.int/mediacentre/factsheets/fs150/en/ [consultato il 2 ottobre 2013].
D. Patterson, R.Campbell. (2009). A comparative study of the persecution of childhood sexual abuse cases: The contributory role of pediatric Forensic Nurse Examiner (FNE) programs. Journal of Forensic Nursing 5 (2009): 38-45
C. Cattaneo, A. Gentilomo, M. Ruspa, T. Motta (2006). Abuso e violenza sessuale. Aspetti clinici e medico-legali. Milano: EdiErmes.
L. Charles (2003). Acute Care of the Pediatric Sexual Assault Patient.
Topics in emergency medicine. 3 (25): 229-232.
J.S. Jones, L. Rossman, B.V. Wynn, C. Dunnuck, N.Schwartz (2003). Comparative Analysus of Adult versus Adolescent Sexual Assault: Epidemiology and Patterns of Anogenital Injury. Academy of Emergency Nurses. 8 (10): 872-877.

Metodi didattici

LEZIONI FRONTALI