Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 4
Crediti: 9
Crediti: 4
Crediti: 6
Crediti: 8
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale

MICROECONOMIA E STORIA ECONOMICA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
15
Ciclo: 
Annualita' Singola
Ore di attivita' didattica: 
105
Prerequisiti: 

MICROECONOMIA
Conoscenza dei principali concetti di analisi matematica

STORIA ECONOMICA
 Calcolo elementare
 Conoscenza scolastica degli eventi storico-politici

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame scritto

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

MICROECONOMIA
L’insegnamento fornisce agli studenti gli strumenti concettuali necessari per l’esame e l’interpretazione dei principali fenomeni economici. Lo scopo finale è costituito all’acquisizione di abilità relative all’apprendimento, all’indagine ed all’analisi, con particolare riferimento alla microeconomia ed allo sviluppo storico dei sistemi economici. Gli studenti dovranno saper affrontare le problematiche proprie dei sistemi economici, dimostrando la comprensione dei concetti espressi nella letteratura di base, anche attraverso il riconoscimento di modelli che esemplificano i concetti teorici.

STORIA ECONOMICA
 Conoscenza e comprensione. L'insegnamento fornisce agli studenti una buona conoscenza delle dinamiche economiche e della loro storia. L'analisi economica si declina nel contesto microeconomico. La verifica del risultato di apprendimento avverrà mediante prove scritte e orali.

 Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Gli studenti dovranno saper affrontare le problematiche proprie dei sistemi economici, dimostrando la comprensione dei concetti espressi nella letteratura di base, anche attraverso il riconoscimento di modelli che esemplificano i concetti teorici

 Autonomia di giudizio. L’insegnamento si propone di stimolare l'acquisizione di una buona autonomia in merito alla capacità di collaborare alla formazione e realizzazione di progetti, all'inserimento responsabile nell'attività lavorativa in relazione anche agli aspetti sociali ed etici. La verifica della autonomia di giudizio viene esplicitamente effettuata mediante la richiesta di confronti critici tra concetti, modelli e loro applicazioni specifiche.

 Abilità comunicative. Gli studenti sono stimolati ad acquisire buone capacità di lavorare in team e di comunicare con riferimento sia ai sistemi economici sia agli aspetti specifici delle aziende che ne costituiscono il tessuto. L'abilità comunicativa verrà educata dall'incentivazione in generale a dibattere, anche nel corso delle lezioni.

 Capacità di apprendimento. Gli studenti dovranno aver sviluppato un'autonoma capacità di apprendimento, di analisi e di elaborazione individuale e dominio degli strumenti conoscitivi appropriati, così da poter accedere, in rapporto alle esigenze della propria carriera professionale, ad aggiornamenti ma anche intraprendere con successo studi successivi di secondo livello con un elevato grado di autonomia. L’insegnamento mira altresì a promuovere nei laureati la capacità di procedere in modo autonomo in una prima elementare ricerca dei supporti necessari per procedere nel tempo all'aggiornamento delle proprie conoscenze ed esperienze con particolare riguardo alle tematiche specialistiche che emergeranno nel corso della loro vita professionale.

Contenuti

MICROECONOMIA
Il corso fornisce un’introduzione ai concetti essenziali dell’analisi
Microeconomica. In particolare, verranno esaminati il comportamento e le scelte di famiglie ed imprese, il funzionamento di diverse forme di
mercato (concorrenza perfetta, monopolio, concorrenza monopolistica e oligopolio), ed alcuni problemi relativi all’assenza di mercati (informazione asimmetrica, esternalità e beni pubblici).

STORIA ECONOMICA
Il corso introduce lo studente ai principali concetti relative al comportamento economico individuale, con riferimento ai consumatori e alle imprese, e analizza il funzionamento dei mercati concorrenziali e non concorrenziali. Il corso fornisce anche gli strumenti necessari per la comprensione dei modelli aggregati.

Programma esteso

MICROECONOMIA
1. Introduzione: l'economia di mercato.
2. Le famiglie: scelte del consumatore, statica comparata e domanda, approccio analitico alla teoria delle scelte del consumatore, variazioni di
prezzo e benessere del consumatore, la famiglia come fornitrice di risorse, scelta in condizioni di incertezza.
3. Le imprese: l'impresa e i suoi obiettivi, tecnologia e produzione, costi, approccio analitico alla tecnologia e ai costi.
4. Il modello concorrenziale: l'impresa price-taker, l'equilibrio nei mercati
concorrenziali, equilibrio economico generale ed economia del benessere.
5. Il potere di mercato: monopolio, comportamento monopolistico,
oligopolio e comportamento strategico, teoria dei giochi. Assenza di mercati: informazione asimmetrica, esternalità e beni pubblici, il ruolo dello stato

STORIA ECONOMICA
• Gli argomenti analizzati sono:
• Economia di mercato
• Scelte del consumatore
• Curve di domanda
• Variazioni di prezzo e il benessere del consumatore
• Offerta di lavoro
• Scelta intertemporale
• Incertezza
• L'impresa e i suoi obiettivi
• Tecnologia e la produzione
• Costi
• L'impresa che non fa il prezzo
• L'equilibrio nei mercati concorrenziali
• L'equilibrio economico generale e l'economia del benessere
• Monopolio
• Teoria dei giochi
• Oligopolio
• Informazione asimmetrica
• Esternalità e beni pubblici

Nozioni di metodo storico
Il “mistero” dello sviluppo
Dall’antico regime economico all’industrializzazione
Le “rivoluzioni” inglesi: industriale, demografica, agricola, dei trasporti
La diffusione dello sviluppo: l’economia internazionale tra metà Ottocento e metà Novecento
La seconda rivoluzione industriale, i sistemi finanziari e creditizi, le forme d’impresa
Il caso di sviluppo italiano

Bibliografia consigliata

MICROECONOMIA
M.L. KATZ & H.S. ROSEN, Microeconomia, quinta edizione, McGraw Hill, 2015.

STORIA ECONOMICA
• M.L. Kats, H.S. Rosen, C.A. Bollino, E W. Morgan, Microeconomia, quarta edizione, McGraw Hill, 2011.
• R. Tangorra (a cura di), Microeconomia. Temi e Problemi, Egea, 2007, parte II
• Lecture notes
Modulo 3
• Gli elementi fondamentali dell'analisi storico-economica
• L’economia nell’Europa preindustriale
• Perché l’Inghilterra è il primo paese industriale
• Rivoluzione industriale e rivoluzione industriosa
• La seconda rivoluzione industriale
• Il caso di sviluppo italiano

Metodi didattici

MICROECONOMIA
Lezioni frontali. Esercitazioni

STORIA ECONOMICA
Lezioni frontali; Esercitazioni