ANTROPOLOGIA DEI PROCESSI MIGRATORI

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessuno

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Colloquio orale

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Gli studenti acquisiranno una conoscenza sistematica e articolata specifica della prospettiva antropologica sulle migrazioni contemporanee, imparando ad usare concetti e prospettive sviluppati dalla disciplina. Il corso mira ad offrire strumenti analitici da usare autonomamente e in modo critico per leggere i molteplici processi culturali, politici e sociali che caratterizzano le migrazioni. Gli studenti saranno direzionati ad articolare la relazione fra letteratura, ricerche etnografiche e realtà circostante, ad intersecare studi specifici sulle migrazioni con altri campi del sapere.

Contenuti

Migrazioni contemporanee, migrazioni forzate e per asilo, politiche nazionali ed europee sulle migrazioni, area mediterranea, genere e migrazioni, vulnerabilità e marginalità sociale, violenza.

Programma esteso

TESTI: Castles S., Miller M., 2012, L’era delle migrazioni, Odoya, Bologna; Pinelli B., (a cura), 2013, Annuario Antropologia. Migrazioni e asilo politico, Ledizioni.
SAGGI: De Genova N., 2013, Spectacles of Migrant ‘Illegality’: the Scene of Exclusion, the Obscene of Inclusion, «Ethnic and Racial Studies», pp. 1-19; Fassin D., 2005, Compassion and Repression: The Moral Economy Of Immigration Policies In France, «Cultural Anthropology», 20(3), pp. 362-387; Glick Schiller N., Levitt P. 2004, Conceptualizing Simultaneity: A Transnational Social Field Perspective on Society, in «International Migration Review», 38, pp. 1002-1039; Malkki L., 1996, Speechless Emissaries: Refugees, Humanitarianism, and Dehistoricization, «Cultural Anthropology», 11(3), pp. 377-404; Pessar P., Mahler S., 2006, Transnational Migration: Bringing Gender In, «International Migration Review», 37(3), pp. 812-846. LIBRI A SCELTA: Agier M., 2008, On the Margins of the World: The Refugee Experience Today, Polity Press; Bellagamba A. (a cura), 2011, Migrazioni dal lato dell’Africa, Altravista, Pavia; Cuttita P., 2012, Lo spettacolo del confine. Lampedusa tra produzione e messa in scena della frontiera, Mimesis, Milano; Pizza G. e Ravenda A. (a cura), 2012, Presenze internazionali. Prospettive etnografiche sulla dimesnione fisico-politica delle migrazioni in Italia, rivista «AM – Rivista della società italiana di antropologia medica» n. 33/34; Ong A., 2005, Da rifugiati a cittadini. Pratiche di governo nella nuova America, Raffaello Cortina, Milano; Sorgoni B. (a cura), 2011, Chiedere asilo in Europa. Confini, margini e soggettività, rivista «LARES», LXXVII.

Bibliografia consigliata

Castles S., Miller M., 2012, L’era delle migrazioni, Odoya, Bologna (pp. 392);
Pinelli B., (a cura), 2013, Annuario Antropologia. Migrazioni e asilo politico, Ledizioni (pp. 151);
Agier M., 2008, On the Margins of the World: The Refugee Experience Today, Polity Press (pp. 152);
Cuttita P., 2012, Lo spettacolo del confine. Lampedusa tra produzione e messa in scena della frontiera, Mimesis, Milano (pp. 134);
Ong A., 2005, Da rifugiati a cittadini. Pratiche di governo nella nuova America, Raffaello Cortina, Milano (pp. 358).

Metodi didattici

1.Lezioni frontali: quadro storico, concetti teorici e analisi di casi di studio.
2. Visione, analisi e discussione di documentari.
3. Incontri seminariali di discussione di articoli e materiali.

Contatti/Altre informazioni

Contattare la docente per ogni altra informazione barbara.pinelli@unimib.it