Anno di corso: 1

Crediti: 6
Crediti: 12
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Per stages e tirocini

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 6
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 12
Tipo: Per stages e tirocini

METODI E TECNICHE DEL SERVIZIO SOCIALE I

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
6
Ciclo: 
Annualita' Singola
Ore di attivita' didattica: 
48
Prerequisiti: 

Conoscenza dei principi e fondamenti del servizio sociale, del processo metodologico unitario, del codice deontologico dell’assistente sociale.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
Il corso si propone di sviluppare:
- Comprensione e consapevolezza del significato della trifocalità del servizio sociale (individuo/famiglia/gruppo-organizzazione-comunità) e delle sue implicazioni sul versante conoscitivo e operativo;
- Conoscenza e comprensione delle dinamiche comunicative nella relazione di aiuto e nella dimensione collettiva;
- Conoscenza e comprensione rispetto al lavoro con i gruppi e la comunità.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Far acquisire allo studente:
- abilità che consentano di situare l’intervento nel quadro del contesto organizzativo, sviluppando la capacità di declinare coerentemente i mandati professionale, sociale, istituzionale;
- capacità di condurre il colloquio sia nella relazione d’aiuto che nella dimensione collettiva;
- capacità di lavoro con la rete professionale, con i gruppi e con la comunità.

Contenuti

- Concetto di trifocalità del servizio sociale
- Mandato istituzionale e mandato professionale. Il rapporto organizzazione/ruolo professionale;
- I processi della comunicazione. Il colloquio d’aiuto e il colloquio professionale con differenti soggetti;
- Il lavoro di gruppo e i processi collaborativi;
- Il servizio sociale di comunità.

Programma esteso

Il corso di MTSS 1 considera la dimensione ‘meso’ dell’intervento sociale. L’approccio sistemico-relazionale offrirà una chiave di lettura per l’analisi del contesto ambientale e dell’organizzazione, intesi come ambito entro cui collocare le richieste di aiuto individuali e i problemi collettivi.
In questo quadro verranno affrontati:
- il ruolo dell'assistente sociale in rapporto all’organizzazione di appartenenza;
- il colloquio di aiuto e il colloquio professionale;
- il lavoro in gruppo e con i gruppi, con particolare riferimento alla rete professionale, al lavoro d’équipe e alla conduzione delle riunioni;
- il servizio sociale di comunità;
- la programmazione e valutazione degli interventi;
- la documentazione.

Bibliografia consigliata

Allegri E. (2015), Servizio sociale di comunità, Carocci, Roma
Allegri E., Palmieri P., Zucca F. (2017), Il colloquio nel servizio sociale, Carocci, Roma (edizione aggiornata)
Campanini A. (2002), L’intervento sistemico, Carocci, Roma, cap. 2 e 3
Campanini A. (cur.) (2016), Gli ambiti di intervento del servizio sociale, Carocci, Roma, cap. 1 più un capitolo a scelta dello studente
Dal Pra Ponticelli M. (2013), Processo di aiuto, in Campanini A. (dir), Nuovo dizionario di servizio sociale, Carocci, Roma
Fabbri V.(2006), Il gruppo e l'intervento sociale, Carocci, Roma
Gui L. (2013), Trifocalità, in Campanini A. (dir), Nuovo dizionario di servizio sociale, Carocci, Roma

Metodi didattici

Lezioni, discussioni e lavoro di gruppo.