DIRITTO AMBIENTALE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42
Prerequisiti: 

conoscenze fondamentali in materia di diritto privato e di diritto costituzionale.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Studenti frequentanti:
2 prove scritte;
ciclo di esercitazioni aventi ad oggetto leading cases.

Studenti non frequentanti:
Prova Orale

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

approfondimento dei principi che presiedono la disciplina e conoscenza dei settori più rilevanti (rifiuti, inquinamento elettromagnetico, tutela delle risorse idriche, del suolo e del sottosuolo, energia, parchi e riserve, beni paesaggistici).

Contenuti

Il corso si rivolge a studenti muniti di conoscenze di carattere generale nelle discipline giuridiche, con l’obiettivo di approfondire e sviluppare, nel diritto pubblico, le nozioni istituzionali già acquisite: nelle fonti del diritto, scritte e non scritte, europee e nazionali, di rango costituzionale, legislativo e regolamentare.
Mediante l’affinamento delle conoscenze che attengono sia ai profili organizzatori, sia all’attività provvedimentale, sia a quella negoziale delle figure soggettive pubbliche, si procederà alla verifica delle nozioni che governano la tutela ambientale, tanto in base al modello amministrativo, quanto in riferimento alla sua attuazione in sede giurisdizionale.
Particolare attenzione verrà accordata alle situazioni soggettive, alla qualificazione degli interessi diffusi, vuoi in ambito procedimentale, vuoi nel processo amministrativo, civile e penale, avendosi riguardo anche alle funzioni esercitate dalle associazioni ambientaliste.
Sempre nella parte generale, verrà illustrata la disciplina vigente della responsabilità per danno ambientale, nonché si darà conto dei principi che presiedono ai procedimenti amministrativi nei settori dell’ambiente e, in particolare, di VIA, VAS e AIA.
La seconda parte del corso si articolerà in una trattazione involgente i settori di maggiore interesse nel diritto dell’ambiente, come, solo esemplificativamente: il paesaggio e i beni culturali, le risorse idriche, i rifiuti, l’inquinamento elettromagnetico e gli OGM.
Nel contesto evocato, si svolgeranno analisi più diffuse e approfondite, mediante l’approccio con dei leading cases, anche mediante l’impiego di seminari che verranno proposti durante il corso.

Programma esteso

Le fonti del diritto ambientale.
Competenze e direttive dell’Unione europea.
I principi del diritto ambientale.
Principio di precauzione.
Principio “chi inquina paga”.
Principio di correzione del danno alla fonte.
Principio di prevenzione.
Nozione giuridica di ambiente.
Illecito e danno ambientale.
Bonifiche e ripristino dei siti contaminati.
Transazione e accordi in materia di danno ambientale.
Procedimenti ambientali.
Autorizzazione unica ambientale.
Tutela delle acque e dell’atmosfera.
Gestione dei rifiuti.
Inquinamento elettromagnetico.
Inquinamento acustico.
Organismi geneticamente modificati (OGM).

Bibliografia consigliata

Per tutti gli studenti:
B. CARAVITA-L. CASSETTI-A.MORRONE, Diritto dell'ambiente, Il Mulino, 2016.
M. ANTONIOLI, Sostenibilità dello sviluppo e governance ambientale, Giappichelli, 2016.

Studenti frequentanti:
appunti delle lezioni

Studenti non frequentanti:
G. ROSSI (a cura di), Diritto dell’ambiente, 3^ ed., Giappichelli, Torino, 2015.
P. DELL’ANNO, Diritto dell’ambiente, 4^ ed., Padova, 2016.

Metodi didattici

utilizzo di slides e disamina giurisprudenza.