Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 9
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 18
Tipo: Lingua/Prova Finale

SOCIOLOGIA DELL'INNOVAZIONE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
12
Ciclo: 
Annualita' Singola
Ore di attivita' didattica: 
96
Prerequisiti: 

Padronanza delle conoscenze teoriche e metodologiche di base di sociologia generale e buone capacità di apprendimento, di scrittura e comunicazione orale.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

PROCESSI DI INNOVAZIONE SOCIALE
Gli studenti che intendono frequentare il corso dovranno iscriversi sulla piattaforma di Ateneo prima dell’inizio del corso. Gli studenti dovranno partecipare alle lezioni in classe e alle attività in remoto. Le lezioni saranno videoregistrate e in casi di assenze involontarie gli studenti potranno visionare e commentare l’incontro sulla piattaforma. Saranno richieste contributi scritti e orali secondo le modalità dell'apprendimento in blended learning.
Per i non frequentanti: esame scritto

PROCESSI DI INNOVAZIONE CULTURALE
Per i frequentanti: tesina con presentazione orale; per i non frequentanti: esame scritto.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

PROCESSI DI INNOVAZIONE SOCIALE
Il corso intende mettere a disposizione le categorie concettuali necessarie all’analisi e alla comprensione dei processi sociali e culturali alla base delle dinamiche contemporanee di innovazione.

PROCESSI DI INNOVAZIONE CULTURALE
Fornire gli strumenti utili per analizzare e comprendere i processi di mutamento sociale e culturale contemporanei in diversi contesti di innovazione.

Contenuti

PROCESSI DI INNOVAZIONE SOCIALE
Nel corso verrà analizzato il dibattito teorico sul tema e verranno considerate le più importanti esperienze contemporanee di innovazione sociale.

PROCESSI DI INNOVAZIONE CULTURALE
Analisi delle dinamiche culturali attraverso le quali viene rimesso in discussione il senso comune e costruite nuove rappresentazioni della realtà sociale.

Programma esteso

PROCESSI DI INNOVAZIONE SOCIALE
La prima parte del corso analizza le tendenze di cambiamento sociale nei contesti industriali avanzati e i processi di adattamento e innovazione delle istituzioni sociali. Questa parte del corso si focalizzerà su alcuni fenomeni specifici di innovazione sociale mettendo a fuoco attori, pratiche, contesti, processi di imprenditorialità innovativa con particolare attenzione alla trasformazione dei sistemi di welfare in alcuni contesti locali.

PROCESSI DI INNOVAZIONE CULTURALE
La seconda parte inquadra le dinamiche attraverso le quali possono essere costruite, nella vita collettiva, forme direzionate di mutamento culturale. L’innovazione culturale è concepita come produzione di nuovi quadri di riferimento concettuali, di schemi interpretativi inediti che trasformano i modi di definire la realtà. I processi di innovazione culturale vengono studiati concentrando in particolare lo sguardo su due aspetti, tra loro interconnessi. Il primo aspetto si riferisce ai percorsi che conducono alla loro generazione; il secondo agli attori che se ne fanno promotori (con particolare attenzione ai movimenti collettivi).

Bibliografia consigliata

Per il modulo “Processi di innovazione sociale”
Processi di innovazione sociale

I programmi di studio e gli argomenti delle esercitazioni (finalizzate alla tesina finale da presentare alla fine del corso), saranno concordati con gli studenti frequentanti. Materiali di studio e dibattito saranno caricati sulla piattaforma e.learning di Ateneo e tutti gli studenti frequentanti e non frequentanti sono invitati a prendere visione dei documenti e a prendere parte alle discussioni.
Programma di esame:
Robin Murray, Julie Caulier Grice, Geoff Mulgan, 2011, Il libro bianco sull’innovazione sociale, edizione italiana a cura di Alex Giordano e Adam Arvidsson. Il testo in formato PDF sarà disponibile sul sito dell’esame e sulla piattaforma e.learning dell’Ateneo.
Serena Vicari Haddock e Frank Moulaert, (a cura di) 2009, Rigenerare la città. Pratiche di innovazione sociale nelle città europee, Bologna, Il Mulino.

Ulteriori indicazioni Bibliografiche (quando possibile caricate in PDF sulla piattaforma di Ateneo):

Ascoli U., Ranci C., Sgritta G.B. (a cura di) (2016), Investire nel sociale La difficile innovazione del welfare italiano, Il Mulino Bologna.
Cels S., De Jong J., Nauta F. (2012), Agents of Change. Strategy and Tactics for Social Innovation, Brookings institution press, Washington, D.C.
Geoff Mulgan with Simon Tucker, Rushanara Ali and Ben Sanders, 2006, Social Innovation What it is, Why it matters and how it can be accelerated, Working Paper of the Said Business School, Oxford. .
Moulaert, F., D. MacCallum, A. Mehmood and A. Hamdouch (eds.) (2013) International Handbook of Social Innovation.Social Innovation, Collective Action and Transdisciplinary Research, Edward Elgar, Cheltenham (UK), ISBN: 978 1 84980 998 6.
Nicholls A.& Murdock A. (Eds.) (2012), Social Innovation: Blurring Boundries to Reconfigure Markets, Hampshire: Palgrave MacMillan ISBN 978-1-349-32735-5
Nicholls A., Simon J., Gabriel M. (eds.) (2015), New Frontiers in Social Innovation Research, Hampshire: Palgrave MacMillan, ISBN 978–1–137–54953–2
La rivista delle Politiche Sociali/ Italian Journal of Social Policy, Numero monografico sulla Innovazione sociale, 4/2012
European Union Report (May 2010), Empowering people, driving change: Social innovation in the European Union, Una versione PDF sarà disponibile sulla piattaforma di Ateneo.
La trattazione del cambiamento e innovazione dei sistemi di occupazione e di welfare sarà fondata in parte sui seguenti testi:
Gosta Esping-Andersen, 2009, The Incomplete Revolution. Adapting to Women’s New
Roles, Cambridge: Polity Press. Traduzione italiana, 2011, La rivoluzione incompleta, Il Mulino Bologna;
Enzo Mingione, 1997, Sociologia della vita economica, Roma: Carocci;
Enzo Mingione e Enrico Pugliese, 2010, Il Lavoro, Nuova Edizione, Roma: Carocci;
Massimo Paci, 2005, Nuovi lavori, nuovo welfare, Bologna: Il Mulino.

Per il modulo “Processi di innovazione culturale”

Obbligatori per tutti:
1) G. Ardrizzo (a cura di), Ragioni di confine. Percorsi dell’innovazione, Bologna, il Mulino, 2002 (limitatamente ai saggi di Rullani, Latour, Sini per le pp. 263-288, Callari Galli, Cini, Scandurra).
2) A. Cavalli, “La gioventù: condizione o processo?”, in Rassegna Italiana di Sociologia, n. 4, 1980, pp. 519-542.
3) A. Cavalli e C. Leccardi, “Le culture giovanili”, in Storia dell’Italia repubblicana, III, Einaudi, Torino, 1997, pp. 709-800.
4) P. Jedlowski e C. Leccardi, Sociologia della vita quotidiana, Bologna, il Mulino, 2003.
5) C. Donolo e F. Fichera, “Teorie e culture dell’innovazione”, in Id. (a cura di), Le vie dell’innovazione. Forme e limiti della razionalità politica, Milano, Feltrinelli, 1988, pp. 213-236.

Una reading list, letture che completano la preparazione per le prove finali:

6) P. Jedlowski, “Quello che tutti sanno. Per una discussione sul concetto di senso
comune”, in Rassegna Italiana di Sociologia, XXXV/1, 1994, pp. 49-77.
7) P. Jedlowski, “Senso comune, esperienza e innovazione

Metodi didattici

PROCESSI DI INNOVAZIONE SOCIALE
Il corso avrà luogo in blended learning pertanto la partecipazione attiva e costante degli studenti iscritti è indispensabile per garantirne l'efficacia. La maggior parte del corso avrà luogo in remoto attraverso la piattaforma e-learning di Ateneo che permetterà di accedere a risorse audio, video e testuali, di condividere risorse, di partecipare ai forum di discussione sugli argomenti trattati nel corso.
Durante il corso gli studenti dovranno individuare ed analizzare un caso rilevante di innovazione sociale. L'esercitazione svolta verrà presentata in classe nella sua fase intermedia e nella sua versione finale.
Per gli studenti stranieri le esercitazioni potranno essere svolte in lingua inglese.

PROCESSI DI INNOVAZIONE CULTURALE
Lezioni frontali, attività seminariali, ricerca sul campo.