Anno di corso: 1

Crediti: 12
Crediti: 12
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 9
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 6
Tipo: Altro

TURISMO URBANO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
48

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame scritto.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Lo studente sarà in grado di analizzare le politiche del turismo e del tempo libero messe
in atto dalle grandi città europee.
Lo studente sarà inoltre in grado di riproporre politiche culturali e del tempo libero applicate a città e a contesti specifici al fine di migliorarne la visibilità e la capacità di attrazione in riferimento all’incoming turistico.

Programma esteso

Il corso rende in considerazione gli aspetti relativi ai consumi culturali e del tempo libero come caratterizzanti della nuova dimensione del turismo urbano in epoca post-fordista. Dopo un periodo di crisi, dovuto alla fine del fordismo, le città si attrezzano per diventare nuovamente attraenti e ritornano a competere tra loro soprattutto sugli aspetti legati alla cultura e all’immagine. Diventano quindi oggi
più importanti, di quanto già non fossero ieri, i grandi musei, i grandi eventi teatrali e musicali e le opere contemporanee dei grandi maestri dell’architettura.
Verranno presi in considerazione gli elementi rilevanti per rendere più competitive le città con particolare riferimento a:
1. Le film commission (il cosiddetto ‘movie i
nduced tourism’)
2. La presenza di grandi opere architettoniche progettate dalle cosiddette ‘archistar’
3. L’importanza del verde urbano (Green cities).
4. La riscoperta del waterfront
5. I Megaeventi
6. La presenza di musei importanti
7. Gli eventi culturali ripetuti
8. Le luci della città (la ridefinizione del ‘lightscape’ urbano)
9. La presenza di collegamenti wi-fi accessibili a tutti
10. La riscoperta della memoria storica (e il cosiddetto ‘heritage tourism’).

Bibliografia consigliata

- Marra E. De Carlo M. (2013) Cultura, territorio, turismo. Un’indagine in Lombardia, Milano: Guerini. Cap.1 pp.19-41, cap.3 pp.55-89, cap.4 pp.91-136, cap.7.4 pp.286-294
- E.Marra et AA, Ricentrare la città. Il caso del distretto culturale del nord/nordest di Milano,
Ledizioni, Milano 2017 (in corso di stampa)
- Dispensa reperibile al link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/16519993/Dispensa_Marra_16_17.pdf