Anno di corso: 1

Crediti: 6
Crediti: 9
Crediti: 6
Crediti: 12
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 6
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 6
Tipo: Altro

SOCIOLOGIA DELLO SVILUPPO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
48
Prerequisiti: 

Non è richiesto alcun prerequisito per partecipare al corso.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Il corso intende fornire agli studenti gli strumenti teorici e metodologici per (1) analizzare il tema dello sviluppo economico da una prospettiva sociologica; (2) comprendere e analizzare i punti di forza ed i limiti delle principali teorie e pratiche che, nel corso degli anni, hanno affrontato il problema del “sottosviluppo”; (3) comprendere il recente dibattito sulle “alternative allo sviluppo” e sullo sviluppo “sostenibile”; (4) comprendere ed analizzare il problema dell’economia informale ed i suoi legami con lo sviluppo economico e sociale.

Contenuti

Il corso tratta il tema dello sviluppo economico, da una prospettiva sociologica. Sono analizzati i principali approcci allo sviluppo economico, a partire dal dibattito sulla modernizzazione. In quest’ambito, sono descritti punti di forza e limiti dei principali approcci teorici che hanno affrontato il problema del “sottosviluppo”. Inoltre, il corso concentra l’attenzione sulle più recenti “vie alternative” allo sviluppo, evidenziando punti di contatto e principali differenze fra i diversi approcci. Nella seconda parte del corso è approfondita la questione dell’economia informale, illustrando le principali definizioni, i dilemmi ad essa associati e le relazioni fra economia informale e sviluppo socio-economico.

Programma esteso

Il corso si articola in due parti. La prima parte è dedicata all’analisi delle principali teorie dello sviluppo che hanno animato il dibattito sulla modernizzazione. Particolare attenzione è posta al problema del “sottosviluppo” ed alle principali soluzioni adottate in diversi paesi del Sud del mondo. In questa parte sono descritte ed analizzate alcune delle idee principali che hanno caratterizzato teorie quali la modernizzazione e la dipendenza, così come approcci quali l’approccio dei basic need e quello della self-reliance.
La seconda parte si concentra sul tema dell’economia informale, messo in relazione con i processi di sviluppo. In particolare, saranno illustrate le principali definizioni, le interpretazioni (dualista, strutturalista e legalista) del fenomeno ed i dilemmi ancora irrisolti. Si analizzeranno inoltre degli studi di caso condotti su differenti forme di economia informale nel Nord e nel Sud del mondo, mettendo in luce punti di contatto e principali differenze.

Bibliografia consigliata

Libri:
- Bottazzi G. (2009). Sociologia dello sviluppo. Bari-Roma: Laterza.

Articoli:
- Boels D. (2014). It’s better than stealing: informal street selling in Brussels. International Journal of Sociology and Social Policy, 34(9/10), 670-693.
- Coletto D. (2013). The informal economy and its dilemmas in Latin America: the case of street vendors in Porto Alegre, Brazil, in Saitta, P., Shapland, J. and Verhage, A. (Eds.). Getting by or Getting Rich? The Formal, Informal and Criminal Economy in a Globalised World. The Hague: Eleven Publishers (345-368).
- Coletto D. and Bisschop L. (2017). Waste pickers in the informal economy of the Global South: included or excluded? International Journal of Sociology and Social Policy, 37(5/6), 280-294, doi: 10.1108/IJSSP-01-2016-0006.
- Cross J. (2000). Street vendors, and postmodernity: conflict and compromise in the global economy, International Journal of Sociology and Social Policy, Vol. 20(1/2), 29-51.
- Williams, C.C. (2014). Out of the shadows: a classification of economies by the size and character of their informal sector. Work, Employment and Society, 28(5), 735-753.
- Williams, C., Horodnic I., and Windebank J. (2015). Explaining participation in the informal economy: an institutional incongruence perspective. International sociology 30(3), 294-313.
- Roever S. (2016). Informal Trade Meets Informal Governance: Street Vendors and Legal Reform in India, South Africa, and Peru. Cityscape: A Journal of Policy Development and Research, 18(1), 27-46.

Metodi didattici

Lezioni in aula e lavoro di ricerca in gruppo.