DIRITTO DELL'INFORMAZIONE, DELLA COMUNICAZIONE E DELL'INFORMATICA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
64
Prerequisiti: 

Conoscenza base del linguaggio giuridico.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Per i frequentanti la verifica dell'apprendimento deriva da prove intermedie parziali sulle due parti; per i non frequentanti è previsto un colloquio orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Lo studente dovrà dimostrare di avere appreso le conoscenze di base del diritto dei media, di internet e del diritto penale dell'informatica.

Contenuti

Il corso si divide in due parti: nella prima parte, premesse delle nozioni di base di diritto pubblico e costituzionale (forma di governo, fonti del diritto, magistratura e diritti), sono oggetto di trattazione il diritto alla manifestazione del pensiero nelle sue diverse forme, il diritto dei media (stampa, tv, comunicazione politica), il diritto di internet e la pubblicità commerciale. Nella seconda parte vengono prima fornite nozioni di base di diritto penale e viene poi analizzata la disciplina relativa ai reati informatici nell'ordinamento penale italiano.

Programma esteso

Introduzione al diritto pubblico e costituzionale: costituzione, forma di stato, forma di governo, magistratura e corte costituzionale, forme di tutela nazionale e sovranazionale dei diritti.
La manifestazione del pensiero a mezzo stampa: disciplina costituzionale; limiti; diritto di cronaca, critica e satira; l’ordine e la professione di giornalista; la responsabilità del direttore.
La TV: principi costituzionali, evoluzione storica, la legge Gasparri, la Rai TV. La comunicazione politica.
Diritto di internet: confini, controlli e responsabilità. La pubblicità commerciale.
Introduzione alla parte generale del diritto penale. La nozione di reato informatico. Le frodi informatiche.
I danneggiamenti informatici. La diffusione di programmi virus.
L’accesso abusivo ad un sistema informatico. La diffusione abusiva di password.
I falsi informatici.

Bibliografia consigliata

Per la prima parte: per i frequentanti: Cuniberti, Lamarque, Tonoletti, Vigevani, Viviani Schlein, Percorsi di diritto dell'informazione, Giappichelli, 2011; per i non frequentanti: Gardini G., Le regole dell’informazione. Dal cartaceo al bit, Giappichelli, 2014 (con l’eccezione dei capitoli 2, 8 e 12 che non sono da fare).
Per la seconda parte Pecorella C., Il diritto penale dell'informatica, Cedam, 2006.

Metodi didattici

Lezioni frontali