Anno di corso: 1

Crediti: 10
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 8
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 8
Tipo: Altro

CHIMICA INORGANICA II E LABORATORIO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
68
Prerequisiti: 

Conoscenze fondamentali di chimica general e inorganica

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame Orale. Verifica delle conoscenze di base sui solidi inorganici (struttura e proprietà) e di ioni di metalli di transizione (teoria del campo cristallino).

L'esame del modulo di laboratorio consiste nella presentazione di una relazione scritta avente come argomento la descrizione della struttura cristallina (dal punto di vista chimico e non matematico) di un semplice composto di coordinazione. Per la stesura della relazione verrà fornita agli studenti una traccia e un formato comune. La relazione sarà individuale e andrà consegnata in forma cartacea entro un termine ultimo stabilito dal docente. La relazione verrà valutata in trentesimi e peserà per circa il 50% nel voto complessivo.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Familiarizzare lo studente con la struttura, il legame chimico e le proprietà dei solidi inorganici e caratteristiche di ioni di metalli di transizione.

Contenuti

Legame nei solidi inorganici. Elettronegatività degli elementi come base per la formazione del legame nei solidi. Legame ionico. Solidi ionici (struttura, energia reticolare, ciclo di Born-Haber, carattere covalente nei solidi ionici). Teoria del campo cristallino, teoria del campo dei leganti.

Sintesi e proprietà di alcune classi di solidi inorganici. Sintesi a stato solido, sintesi sol-gel, sintesi idrotermale, sintesi CVD. Proprietà periodiche e reattività di ossidi e materiali inorganici. Silicati, silice, materiali per intercalazione, zeoliti, ossidi per catalisi.

Le lezioni introduttive alle esercitazioni di laboratorio affronteranno i seguenti argomenti:

importanza dello studio dello stato solido cristallino in chimica
definizione di cristallo e cella elementare o unitaria; contenuto atomico della cella unitaria e stechiometria nei solidi cristallini
coordinate cristallografiche frazionarie
introduzione al programma Mercury; modalità di visualizzazione di molecole, contenuto di cella, impaccamento con esempi su semplici sistemi molecolari
le simmetrie puntuali: algoritmo per la classificazione degli oggetti (molecole) con le simmetrie puntuali
esercitazioni sulla simmetria puntuale di semplici molecole organiche e inorganiche
le simmetrie spaziali bidimensionali; riconoscimento e interpretazione di disegni periodici bidimensionali
le simmetrie spaziali tridimensionali; cenni agli elementi di simmetria tridimensionali
cenni alla diffrazione di raggi X: l'equazione di Bragg
l'analisi qualitativa di fasi cristalline inorganiche mediante la diffrazione da polveri microcristalline; sua importanza nell'industria chimica e nei settori affini
richiami sulle forze intermolecolari con particolare enfasi sul legame di idrogeno
analisi delle geometrie intramolecolari e delle interazioni intermolecolari di semplici solidi inorganici

Bibliografia consigliata

Appunti alle lezioni

Modalità di erogazione

Convenzionale

Metodi didattici

Le esercitazioni di laboratorio si svolgeranno presso un laboratorio informatico mediante l'utilizzo di personal computer e di programmi scelti appositamente per il livello introduttivo del corso.

Contatti/Altre informazioni

Secondo semestre