Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 22
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 26
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

METODOLOGIA CLINICA NELLE SCIENZE OSTETRICO-GINECOLOGICHE E NEONATALI

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
60
Prerequisiti: 

Obiettivi del corso di Scienze Propedeutiche (trattasi dei corsi indicati nelle propedeuticità del Regolamento)

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova scritta: quiz a risposta singola/multipla e domande a risposta aperta breve. Colloquio finale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

MANAGEMENT OSTETRICO-GINECOLOGICO e NEONATALE (CFU 1)
Lo studente sarà in grado di:
Conoscere e applicare il Midwifery Management in tutte le sue fasi secondo il modello concettuale di riferimento “Midwifery Partnership”:
-International Classification Funzionality –WHO\ICF- e il Bilancio di Salute
-Accertamento Ostetrico;
-Diagnosi Ostetrica;
-Pianificazione Ostetrica;
-Attuazione o Realizzazione Ostetrica;
-Valutazione Ostetrica
OSTETRICO-GINECOLOGICA-NEONATALE CLINICA 1 (CFU 2)
Lo studente sarà in grado di
-Descrivere ed effettuare le procedure di assistenza ostetrica, ginecologica e eneonatale. In particolare, conoscere ed effettuare le procedure assistenziali previste alle
-Funzioni Corporee fisiologiche e non, della persona
-Sistema nervoso: Il sonno/riposo: ritmi fisiologici, i disturbi del sonno, i farmaci e il sonno, l’igiene del sonno in ambito ospedaliero, letto ospedaliero, mezzi ausiliari.
-Il Dolore: Legge 38 del 2010 e le scale di valutazione nella Scienze Ost-Gin e Neonatale (FLACC, NIPHS, VAS, VNS); rilevazione, documentazione e assistenza
-Sistema muscolo - scheletrico e correlato al movimento: la mobilità normale, la deambulazione, la posizione (Trendelemburg), il movimento della persona a letto e il trasporto della persona assistita.
In particolare: mobilità e postura normale; mobilità e postura della donna gravida, in travaglio sottoposta ad analgesia peridurale, ad intervento
Ostetrico - ginecologico, mobilità e postura del neonato in culla.
-Sistema digerente: Alimentazione e idratazione normale; il bilancio idrico. La valutazione dello stato di nutrizione (BMI). Somministrazione di diete speciali. Restrizioni\integrazioni dietetiche. Assistenza ostetrica alla donna con vomito o al neonato con rigurgito. Interventi per promuovere la funzionalità gastrointestinale. Principi di peristalsi intestinale normale e sue alterazioni; sondino naso-gastrico, clistere, sonda rettale. Feci e valutazione delle caratteristiche delle stesse. Esecuzione copro coltura e campionamento delle feci.
-Sistema endocrino- metabolico il bilancio idro-elettrolitico. Ioni e elettroliti. Meccanismi di regolazione, osmosi e diffusione.
-Sistema della termoregolazione: la Temperatura Corporea (modalità di accertamento, parametri di normalità e di anormalità), definizioni, le principali alterazioni termiche. Applicazioni di caldo-freddo
-Sistema cardiocircolatorio: la Frequenza Cardiaca (modalità di accertamento, caratteristiche della frequenza e i suoi parametri di normalità e anormalità); la Pressione sanguigna Arteriosa (la misurazione della pressione arteriosa, metodi di misurazione, i parametri di normalità e anormalità), il PVC, ECG
-Sistema respiratorio: la Frequenza Respiratoria, le caratteristiche del respiro, le modalità di accertamento, sintomi principali di alterazione della funzione respiratoria, interventi per promuovere la funzionalità respiratoria. Misurazione della saturazione tramite pulsiossimetro. Erogazione di Ossigeno terapia. Aerosol. Respiro spontaneo o con mezzi di ausilio.
Valutazione della tosse e dell’espettorato.
-Cura della propria persona: Finalità della cura della persona; Le normali pratiche di cura della persona (tricotomia, abbigliamento) e quelle per persone non o parzialmente autosufficiente. Igiene del neonato.
-Strumenti a disposizione: Cartella ostetrica, Concetto di Scale (nominali, ordinali, ad intervalli, di rapporti) di Valutazione in ambito ostetrico ginecologico e neonatale
OSTETRICO-GINECOLOGICA-NEONATALE CLINICA 2 (CFU 2)
Lo studente sarà in grado di conoscere:
-Concetti di Prescrizione Terapeutica e di Somministrazione terapeutica. In particolare, conoscere i:
-Principi fisiologici e metodologici nella terapia orale, oftalmica, inalatoria, vaginale, transdermica
-Principi fisiologici e metodologici nella terapia Parenterale: endovena, intramuscolo, sottocute, intradermica
-Principi fisiologici e metodologici nella terapia con farmaci stupefacenti
-Modalità di accertamento e somm

Contenuti

Il corso fornisce allo studente gli elementi essenziali per applicare il Midwifery Management e descrivere gli interventi di assistenza ostetrica, ginecologica e neonatale. Fornisce allo studente le conoscenze scientifico-metodologiche e le abilità tecnico-professionali da adottare nelle procedure assistenziali, diagnostiche e terapeutiche nell’ambito delle Scienze Ostetrico – Ginecologiche e Neonatali.

Programma esteso

MANAGEMENT OSTETRICO-GINECOLOGICO e NEONATALE (CFU 1): Lo studente sarà in grado di: Conoscere e applicare il Midwifery Management in tutte le sue fasi secondo il modello concettuale di riferimento “Midwifery Partnership”: International Classification Funzionality –WHO\ICF- e il Bilancio di Salute. Accertamento Ostetrico; Diagnosi Ostetrica; Pianificazione Ostetrica; Attuazione o Realizzazione Ostetrica; Valutazione Ostetrica..OSTETRICO-GINECOLOGICA-NEONATALE CLINICA 1 (CFU 2): Lo studente sarà in grado di: Descrivere ed effettuare le procedure di assistenza ostetrica, ginecologica e neonatale. In particolare, conoscere ed effettuare le procedure assistenziali previste alle Funzioni Corporee fisiologiche e non, della persona Sistema nervoso: Il sonno/riposo: ritmi fisiologici, i disturbi del sonno, i farmaci e il sonno, l’igiene del sonno in ambito ospedaliero, letto ospedaliero, mezzi ausiliari. Il Dolore: Legge 38 del 2010 e le scale di valutazione nella Scienze Ost-Gin e Neonatale (FLACC, NIPHS, VAS, VNS); rilevazione, documentazione e assistenza. Sistema muscolo - scheletrico e correlato al movimento: la mobilità normale, la deambulazione, la posizione (Trendelemburg), il movimento della persona a letto e il trasporto della persona assistita. In particolare: mobilità e postura normale; mobilità e postura della donna gravida, in travaglio sottoposta ad analgesia peridurale, ad intervento ostetrico- ginecologico, mobilità e postura del neonato in culla. Sistema digerente: Alimentazione e idratazione normale; il bilancio idrico. La valutazione dello stato di nutrizione (BMI). Somministrazione di diete speciali. Restrizioni\integrazioni dietetiche. Assistenza ostetrica alla donna con vomito o al neonato con rigurgito. Interventi per promuovere la funzionalità gastrointestinale. Principi di peristalsi intestinale normale e sue alterazioni; sondino naso-gastrico, clistere, sonda rettale. Feci e valutazione delle caratteristiche delle stesse. Esecuzione copro coltura e campionamento delle feci. Sistema endocrino- metabolico il bilancio idro-elettrolitico. Ioni e elettroliti. Meccanismi di regolazione, osmosi e diffusione. Sistema della termoregolazione: la Temperatura Corporea (modalità di accertamento, parametri di normalità e di anormalità), definizioni, le principali alterazioni termiche. Applicazioni di caldo-freddo. Sistema cardiocircolatorio: la Frequenza Cardiaca (modalità di accertamento, caratteristiche della frequenza e i suoi parametri di normalità e anormalità); la Pressione sanguigna Arteriosa (la misurazione della pressione arteriosa, metodi di misurazione, i parametri di normalità e anormalità), il PVC, ECG. Sistema respiratorio: la Frequenza Respiratoria, le caratteristiche del respiro, le modalità di accertamento, sintomi principali di alterazione della funzione respiratoria, interventi per promuovere la funzionalità respiratoria. Misurazione della saturazione tramite pulsiossimetro. Erogazione di Ossigeno terapia. Aerosol. Respiro spontaneo o con mezzi di ausilio. Valutazione della tosse e dell’espettorato. Cura della propria persona: Finalità della cura della persona; Le normali pratiche di cura della persona (tricotomia, abbigliamento...) e quelle per persone non o parzialmente autosufficiente. Igiene del neonato. Strumenti a disposizione: Cartella ostetrica, Concetto di Scale (nominali, ordinali, ad intervalli, di rapporti) di Valutazione in ambito ostetrico ginecologico e neonatale. OSTETRICO-GINECOLOGICA-NEONATALE CLINICA 2 (CFU2)-Lo studente sarà in grado di conoscere: Concetti di Prescrizione Terapeutica e di Somministrazione terapeutica. In particolare, conoscere i Principi fisiologici e metodologici nella terapia orale, oftalmica, inalatoria, vaginale, transdermica; Principi fisiologici e metodologici nella terapia Parenterale: endovena, intramuscolo, sottocute, intradermica; Principi fisiologici e metodologici nella terapia con farmaci stupefacenti. Modalità di accertamento e somministrazione del farm

Bibliografia consigliata

Ladewig-London-Davidson, Assistenza alla maternità, ( ed it a cura di Guana-Grassi), Piccin 2012
Guana M., e coll., La disciplina ostetrica: teoria, pratica e organizzazione della professione, McGraw Hill, Milano 2011
Foster Illysa R., Lasser Jon, Professionale Ethics in Midwifery Practice, 2010
Jones Shirley R., Ethics in Midwifery, Elsevier Mosby, 1° ed, Toronto, 2000.
TESTI DI APPROFONDIMENTO
Pairman Sally, Pincombe Jan, Thorogood Carol, Tracy Sally, “ Midwifery preparation for practice”, Churchill Livingstone, 3° ed.2015
Beauchamp Tom L., Childress James F., Principi di etica biomedica, Le Lettere, Fi, 6° ed 2009
FNCO, Codice deontologico dell’Ostetrica\o 19 giugno 2010
ICF, Classificazione Internazionale del funzionamento, della disabilità e della Salute, Erickson, 2008
Benci, Luca La prescrizione e la somministrazione dei farmaci, Mc Graw Hill.2007
Ministero della Salute,
Raccomandazione per la prevenzione della morte, coma o grave danno derivati da errori in terapia farmacologica
(raccomandazione n°7 marzo 2008)
Raccomandazione sul corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di cloruro di Potassio –KCL- ed altre soluzioni concentrate contenenti potassio
(raccomandazione n°1)
Manuale di formazione per il governo clinico: la sicurezza dei pazienti e degli operatori, Gennaio 2012.

Metodi didattici

Lezioni frontali, esercitazioni.

Contatti/Altre informazioni

Frequenza obbligatoria al 75% di ogni attività.