FISICA DELLO STATO SOLIDO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Settore disciplinare: 
FISICA DELLA MATERIA (FIS/03)
Docenti: 
Crediti: 
8
Ciclo: 
Annualita' Singola
Modulo/partizione di: 
Ore di attivita' didattica: 
66

Metodi di valutazione

Valutazione: 
Voto Finale

Programma esteso

Il Corso si pone come obiettivo l’apprendimento dei concetti e dei modelli più avanzati della
fisica dei solidi cristallini, perfetti ed infiniti, e di stimolare l’analisi critica di quali variazioni
nelle proprietà comportino condizioni meno ideali, quali si possono trovare nei materiali reali.
A questo fine, una prima parte del Corso è dedicata alla trattazione di quei fenomeni
descrivibili in termini di particelle non interagenti, con particolare attenzione a formare quella
sensibilità alla modellazione quantitativa, che permette di risolvere problemi complicati
mediante ingegnose semplificazioni. La seconda parte analizza invece quei fenomeni più
complessi, originati dalla correlazione tra particelle, che danno luogo a rilevanti proprietà
macroscopiche dei solidi perfetti ed infiniti. In questa fase viene posta l’attenzione sulla
comprensione di concetti poco intuitivi e sulla linea ideale del ragionamento, privilegiando -
anche qui - il carattere metodologico rispetto a quello antologico. Nella ultimo segmento del
Corso vengono considerati gli effetti della presenza di difetti, disordine e superfici sulle
principali proprietà dei solidi, sia quelle di stato fondamentale, che quelle spettrali. La
complementazione di un Testo principale con diversi altri punti di vista, a seconda
dell’argomento, costituisce parte importante dell’insegnamento metodologico, che questo non
facile Corso della Laurea Magistrale intende dispensare,
Argomenti:
I Modulo

Modalità di erogazione

Convenzionale