ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
9
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
72
Prerequisiti: 

Nessun particolare prerequisito

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

L’esame finale è orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

• acquisire la conoscenza dei fondamenti del diritto privato attraverso lo studio del Codice Civile
• dotarsi degli strumenti di base per la comprensione dei fenomeni giuridici
• orientarsi sui temi fondamentali di diritto privato
• acquisire la conoscenza istituzionale degli istituti giuridici fondamentali
• comprendere i collegamenti tra norma e applicazione della norma nel caso concreto
• sviluppare la capacità di analisi e di critica del testo normativo e della sua applicazione a casi pratici
• verificare l’applicazione dei principi a decisioni prese nel caso concreto attraverso l’analisi della giurisprudenza

Contenuti

L'insegnamento delle Istituzioni di diritto privato ha per oggetto le nozioni e i concetti fondamentali del diritto privato in generale. Il corso di Istituzioni di diritto privato studia il diritto dei privati in modo istituzionale. Il programma comprende l'intero diritto privato attraverso lo studio dei suoi istituti, secondo la struttura sistematica del codice civile.
Fonte prima del diritto privato è il Codice civile. Lo studio delle Istituzioni di diritto privato è quindi, prevalentemente, lo studio del codice civile.
Il programma copre Persone – Famiglia – Diritti Reali - Obbligazioni – Contratti – Responsabilità civile – Protezione dei consumatori.
Le Istituzioni di diritto privato si studiano innanzitutto sul CODICE CIVILE, corredato dalla Costituzione e dalle principali leggi speciali.

Programma esteso

1) Introduzione e concetti fondamentali:
Contenuto e limiti del diritto privato: nozioni introduttive.
L’ordinamento giuridico.
Introduzione storica. Struttura del Codice Civile del 1865. Il Codice di Commercio del 1882. L’unificazione del diritto privato e il Codice del 1942. La Costituzione Repubblicana. La “costituzionalità” delle leggi.
Il Codice Civile e leggi speciali. Le principali riforme al codice del 1942 e la c.d. “decodificazione”. La “centralità” del codice e la sistematica del Codice Civile.
Le fonti del diritto: le leggi, i regolamenti, gli usi e la consuetudine. La giurisprudenza come fonte del diritto; l’equità; la dottrina.
La norma giuridica e le sue caratteristiche. L’interpretazione della legge.
Diritto soggettivo e interesse legittimo. Potestà, aspettativa, status, onere.

2) Gli istituti del Diritto Privato:
I soggetti. Il traffico giuridico.
Le persone: la persona fisica e la persona giuridica. La persona fisica. Capacità. Status. Le associazioni e le fondazioni. I diritti della personalità. Il negozio giuridico. Il fatto e l’atto giuridico.
Il negozio giuridico e la manifestazione di volontà. Cenni introduttivi: il negozio giuridico e il contratto. Inesistenza; nullità; annullabilità. Validità e inefficacia. Cenni sulla tutela dei diritti. La pubblicità. La trascrizione. Le prove.

3) La famiglia e le successioni
Il diritto di famiglia. Cenni introduttivi.
Gli istituti del diritto di famiglia; Matrimonio. Separazione e divorzio. Filiazione. Adozione
Le successioni. Successione legittima. Successione testamentaria. Successione necessaria o dei legittimari.

4) L’oggetto dei rapporti giuridici
I beni. I diritti reali: la proprietà. I diritti reali di godimento. Cenni ai diritti reali di garanzia: pegno e ipoteca.

5) Le obbligazioni
Le obbligazioni. Nozione. Caratteristiche. Fonti.
L’oggetto del rapporto obbligatorio: la prestazione. L’esatto adempimento. L’inadempimento delle obbligazioni. Le obbligazioni pecuniarie. La cessione del credito Cenni sulle obbligazioni nascenti dalla legge

6) I contratti in generale
Il contratto.
La formazione del contratto e i rapporti giuridici preparatori. Contratto preliminare; opzione; patto di prelazione. L’interpretazione del contratto. Causa; forma. I contratti per adesione: le condizioni generali di contratto e i contratti stipulati mediante moduli o formulari.

7) Cenni sulla disciplina dei contratti tipici
Contratti tipici e contratti atipici.
I singoli contratti Nozioni di base sui singoli contratti. La compravendita; il riporto; la permuta; la somministrazione; la locazione e l’affitto; le locazioni urbane; l’appalto; il trasporto; il mandato; l’agenzia; la mediazione; il deposito; il comodato; il mutuo; la fideiussione.
Cenni sui nuovi contratti atipici.

8) Disciplina dell’illecito civile
La responsabilità contrattuale ed extracontrattuale. Illecito civile: nozioni generali. L’atto lecito dannoso e l’atto illecito. Il sistema della responsabilità civile. La responsabilità del produttore.

9) Cenni sulla responsabilità del debitore e le garanzie dell’obbligazione
La responsabilità del debitore e le garanzie dell’obbligazione. La responsabilità del debitore e le cause di prelazione. Cenni sulla conservazione della garanzia patrimoniale.

10) Cenni: l’impresa e i contratti d’impresa. La protezione del consumatore
L’impresa e i contratti d’impresa. La protezione del consumatore. Il Codice del Consumo. I contratti turistici.

Bibliografia consigliata

Un manuale:
VINCENZO FRANCESCHELLI, Diritto privato, quinta ed., Milano, Giuffrè, 2011, o edizioni successive

Un codice civile aggiornato:
Il codice civile e i codici minori per le Università, a cura di Vincenzo Franceschelli e Emilio Tori, Casa editrice “La Tribuna”, XIII Ed., 2014/2015 o successiva

Metodi didattici

Lezioni frontali