Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 8
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 4
Tipo: Altro

Anno di corso: 3

Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 16
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 2
Tipo: Altro

COUNSELLING

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Conoscenza della psicologia dinamica e della psicologia dello sviluppo.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La verifica dell’apprendimento sarà effettuata attraverso una prova orale volta a verificare la specifica conoscenza dei principali aspetti teorici trattati nel corso.

La partecipazione alle attività facoltative (presentazione in gruppo) proposta durante il corso concorre alla valutazione (solo per i frequentanti).

Per gli studenti frequentanti sono previste prove in itinere (due prove scritte, una a circa metà del corso che verterà sui contenuti teorici trattati nella prima parte del corso e una alla fine, che verterà sui contenuti teorici trattati nella seconda parte del corso) e un colloquio integrativo, se richiesto, che consente di aumentare o diminuire il punteggio conseguito attraverso le prove in itinere.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
• Diversi modelli teorici alla base del counselling familiare e individuale
• conoscenza delle caratteristiche specifiche della professione del counsellor psicologico
• presupposti teorici e metodologici del counselling individuale con particolare riferimento al counselling a orientamento psicodinamico rivolto ad adolescenti e giovani adulti; presupposti teorici, clinici e metodologici del counselling ad orientamento psicodinamico per le problematiche relative alla genitorialità e alla relazione genitori/figli considerate nelle diverse fasi e in differenti tipologie di famiglie

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
• riconoscimento dei concetti teorici applicati nella pratica
• approfondimento delle tematiche in gruppi
• discussione degli esempi clinici proposti ed evidenziazione dei nodi critici nelle diverse situazioni presenti.

Contenuti

Le lezioni del modulo di Psicologia del Counselling verteranno sulla presentazione della nascita del counselling da un punto di vista storico, sulla teoria e la tecnica del counselling a orientamento psicodinamico rivolto ad adolescenti e giovani adulti.
Le lezioni del modulo di Counselling familiare forniranno una presentazione delle indicazioni, degli obiettivi, e della metodologia dell'intervento di tipo psicodinamico in relazione a eventi e fasi critiche nel ciclo di vita della famiglia, all’accesso alla genitorialità nelle diverse tipologie di famiglia e in differenti condizioni di rischio.

Programma esteso

Modulo di Psicologia del Counselling

• Definizioni di counselling
• Nascita e sviluppo del counselling
• I modelli teorici
• Concetti psicodinamici alla base del counselling psicologico
• Il counselling con gli adolescenti
• Il modello Tavistock e altri esempi
• Il counselling con i giovani adulti (es. studenti universitari)
• Aspetti problematici del metodo e della tecnica di intervento

Counselling familiare
• Transizione e accesso alla genitorialità nelle diverse tipologie di famiglie
• Valutazione delle rappresentazioni genitoriali
• Conflitti e disagi nella genitorialità, con riferimento alla perinatalità e a condizioni di rischio
• Modelli di counselling con genitori e figli: counselling psicodinamico e counselling con video-feedback, l’utilizzo del costrutto di mentalizzazione nel counselling

Bibliografia consigliata

Modulo di counselling familiare
1. Sala, A. (a cura di) (2017). Ascoltare ragazzi e genitori: la consulenza psicologica breve di sportello. Milano: Mimesis
2. Riva Crugnola, C. (2012). La relazione genitore-bambino. Tra adeguatezza e rischio. Bologna: Il Mulino.(capitoli 5,6, 7, 8).
3. Slide del corso e materiale integrativo fornito sulla pagina del corso.

Modulo di Psicologia del counselling
1. Calvo V. (2007). Il colloquio di counselling. Tecniche di intervento nella relazione di aiuto. Bologna: Il Mulino.
2. Riva Crugnola et al. (2016). Il counselling rivolto a studenti universitari: un modello a orientamento psicodinamico. In Soresi, S., Nota I., Ginevra, M. C. (a cura di), Il counselling in Italia. Padova: Cluep Editore, pp. 439-446.
3. Slide del corso e materiale integrativo fornito sulla pagina del corso

Metodi didattici

Oltre alle lezioni frontali in aula, parte della didattica avverrà tramite applicazioni pratico-cliniche delle conoscenze acquisite: discussione di casi clinici, lavori di gruppo su materiali clinici e teorici, utilizzo di materiale video e discussione di tematiche relative al counselling psicologico nei suoi diversi ambiti di applicazione.

Tutto il materiale (dispense delle lezioni, articoli scientifici, slides) viene reso disponibile sul sito e-learning del corso, perché sia fruibile anche dagli studenti non-frequentanti.

Agli studenti frequentanti che lo desiderano, viene data la possibilità di approfondire alcuni argomenti del corso, tramite la presentazione di gruppo in classe, che si focalizzi sull’approfondimento di temi legati al counselling psicologico.