Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 8
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 4
Tipo: Altro

Anno di corso: 3

Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 16
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 2
Tipo: Altro

PSICOLOGIA GIURIDICA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
58
Prerequisiti: 

Nessuno in particolare. Una buona conoscenza dei fondamenti della psicologia (insegnamenti obbligatori) consente una fruizione più consapevole dei contenuti del corso.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La verifica dell’apprendimento sarà effettuata attraverso una prova orale volta a verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente delineati.
L’approfondimento teorico personale e il lavoro inerente il percorso di esercitazione costituiscono parte integrante della valutazione.
I criteri di valutazione sono i seguenti:
• Accuratezza e completezza delle conoscenze
• proprietà di linguaggio
• comprensione dei tratti distintivi della disciplina
• capacità di riflessione sulle problematiche della interdisciplinarietà

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione

• Il dialogo tra diritto e psicologia
• Fondamenti teorici e ambiti di studio
• Ambiti e forme di intervento
• Nuove prospettive

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

• capacità di dialogo con altre discipline
• capacità di applicazione dei modelli nei contesti naturali

Contenuti

Verranno presentati e discussi i nodi problematici in cui il diritto e la psicologia si incontrano e si confrontano, attraverso lo studio dei fondamenti teorici della disciplina e dei loro risvolti nella pratica professionale.
La partecipazione alle esercitazioni si propone come conoscenza situata dei contenuti presentati nell’ambito della didattica frontale.

Programma esteso

• La psicologia giuridica: prospettive teoriche e ambiti di intervento
• La psicologia legale: funzione psicologica della norma, percezione sociale del diritto e della devianza, problemi legati alla convivenza multiculturale
• La psicologia giudiziaria: l’imputato, la testimonianza, il ragionamento e la decisione giudiziaria
• Consulenza Tecnica di Ufficio e Perizia, problemi teorici e metodologici
• La peculiarità del lavoro psicologico in ambito giuridico
• I contesti di intervento per la tutela dei minori: ablazione della potestà genitoriale, valutazione di idoneità educativa in sede di separazione, valutazione di idoneità all’adozione e all’affido
• La psicologia penitenziaria.

ESERCITAZIONI

• Briefing: incontro di preparazione
• Partecipazione guidata a un’udienza penale presso il tribunale di Milano
• Debriefing: incontro conclusivo con riflessione guidata sull’esperienza.

Bibliografia consigliata

La bibliografia verrà fornita dal docente all’inizio del corso e pubblicata sulla relativa pagina del sito e-learning

Metodi didattici

Oltre alle lezioni frontali, i metodi didattici comprendono la visione e il commento di filmati e la discussione in aula.
Per favorire la capacità di applicare conoscenza e comprensione le lezioni frontali prevedono la partecipazione di professionisti operanti in diversi contesti. Il dialogo con magistrati, avvocati, educatori e assistenti sociali, facilita lo sviluppo della capacità di dialogo con altre discipline; il dialogo con gli psicologi esperti facilita lo sviluppo della capacità di applicazione dei modelli nei contesti naturali.

Il materiale utilizzato in aula è reso disponibile sul sito e-learning del corso, accessibile sia agli studenti frequentanti, sia agli studenti non frequentanti.

Tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, personalizzaranno la propria preparazione attraverso lo studio di approfondimenti a scelta guidata.

Gli studenti frequentanti potranno partecipare alle esercitazioni sul campo.
Gli studenti non frequentanti lavoreranno su un caso giudiziario.