Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 3

Crediti: 16
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 8
Tipo: Altro

COMUNICAZIONE CINEMATOGRAFICA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Altro
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Docenti: 
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
3
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
24
Prerequisiti: 

Nessuno.

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Per l’acquisizione dei CFU è necessaria la frequenza di almeno 16 ore di lezione e la stesura di un elaborato, ovvero l'analisi scritta di una sequenza di un film (a scelta) di almeno due cartelle. Nell'analizzare la sequenza di un film si valuteranno: 1) la funzione narrativa della scena rispetto al film nel suo complesso; 2) la messa in scena scelta dal regista; 3) lo stile della recitazione e i dialoghi; 4) il montaggio; 5) la musica; 6) la fotografia; 7) la scenografia; 8) i costumi.

Valutazione: 
Giudizio Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
• La storia del cinema dalla sua nascita fino all’epoca digitale, la sua evoluzione artistica e linguistica e lo sviluppo tecnologico.
• La dimensione produttiva e distributiva del cinema: ruoli, dinamiche, sfide.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
• Analisi di specifiche scene di un film secondo i differenti elementi delle scelte artistiche e tecniche del regista.

Contenuti

II laboratorio vuole offrire una panoramica a 360° di quello che è l’universo cinematografico in tutte le sue componenti: storica e culturale, espressiva e comunicativa, industriale, commerciale. Dopo aver analizzato l’evoluzione storica e le funzioni linguistiche e di produzione di senso del dispositivo cinematografico, il laboratorio permetterà agli studenti di conoscere il percorso che va dall’ideazione e realizzazione alla distribuzione commerciale di un’opera cinematografica, passando in rassegna i mestieri e le pratiche principali dell’industria cinematografica, inclusi festival e mercati.

Programma esteso

Gli argomenti delle lezioni teoriche sono:
Storia del cinema: dal muto al digitale
• I linguaggi del cinema: teorie e prassi
• La produzione e i mestieri del cinema
• Il viaggio del film tra festival e mercati
• La distribuzione in Italia
• Il futuro del cinema.

Bibliografia consigliata

Testi consigliati per approfondire:
Gian Piero Brunetta, Cent’anni di cinema italiano, Laterza, 1998
Gian Piero Brunetta (a cura di), Soria del cinema mondiale, Einaudi, 2001
René Prédal, Cinema: cent’anni di storia, Baldini Castoldi Dalai, 2001
André Bazin, Che cosa è il cinema, Garzanti, 1999
Pierre Sorlin, Gli italiani al cinema. Pubblico e società nel cinema italiano, Tre Lune, 2009
Noel Burch, Prassi del cinema, Il Castoro, 2000
Seymour Chatman, Storia e discorso, Il Saggiatore, 2003
Sergej M. Ejzenstejn, Teoria generale del montaggio, Marsilio, 2004
Sergej M. Ejzenstejn, La regia. L’arte della messa in scena, Marsilio, 1998
Syd Field, La sceneggiatura, Lupetti, 1999
Gavin Millar, Karel Reisz, La tecnica del montaggio cinematografico, Lindau, 2001
François Truffaut, Il cinema secondo Hitchcock, Il Saggiatore, 2009
Christian Metz, Cinema e psicanalisi, Marslio, 2006
Paola Valentini, Il suono nel cinema, Marsilio, 2006
Vittorio Gallese, Michele Guerra, Lo schermo empatico, Cortina, 2015
Frederic Martel, Mainstream, Feltrinelli, 2011
Tullio Kezich, Dino, Feltrinelli, 2008

Mark Cousins, The Story of Films, ( 8 DVD), Bim Distribuzione

Metodi didattici

La prima parte di ciascuna lezione è dedicata alla teoria, mentre la seconda parte è dedicata alla visione, analisi e discussione di sequenze tratte dai capolavori della storia del cinema, valutando come le diverse opzioni di messa in scena contribuiscano alla comunicazione del senso.