Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 3

Crediti: 16
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 8
Tipo: Altro

STORIA DELLA SCIENZA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessuno.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova scritta con domande aperte e chiuse e prova orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
Il corso si propone di accrescere
- la cultura generale dello studente,
- il suo senso critico,
- la capacità di applicare metodi di ricerca scientifica.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
- Familiarità con le forme e le pratiche dell’impresa scientifica
- Sensibilità per l’analisi e comprensione dei testi, immagini e simboli.

Contenuti

Cos’è il tempo? Il prodotto di più cambiamenti nel corso della storia. L’insegnamento tratterà l’evoluzione del concetto di tempo nei suoi aspetti scientifici, religiosi, filosofici e psicosociali. Dopo alcune lezioni sulla ricerca bibliografica, il corso si concentrerà sulla storia dell’idea e della misurazione del tempo. Dai concetti di Platone, Aristotele e Agostino passeremo alla rappresentazione medievale cristiana del tempo e alla sua interpretazione matematica nella fisica e nella cosmologia della scienza moderna. La parte finale del corso sarà dedicata alla visione del tempo nella cultura del XX secolo.

Programma esteso

Il corso si propone di confrontare la scienza dei nostri giorni rispetto alle sue origini nel XVII secolo. A una parte introduttiva sull’odierna metodologia della ricerca scientifica farà seguito lo studio della nuova visione della natura nelle opere di Copernico e di Galileo.

Bibliografia consigliata

Villa, M. L. (2016) La scienza sa di non sapere, per questo funziona, Guerini e ass. Milano.
La nuova scienza, dispensa a cura di P. Redondi (acquistabile a stampa presso Copisteria Fronteretro, v.le Sarca 191, o scaricabile dalla pagina del sito e-learning).

Più uno a scelta tra i seguenti libri:
Pacchioni, G. (2017). Scienza, quo vadis? Il mulino, Bologna.
Steven Shapin (2003). La rivoluzione scientifica, Einaudi, Torino.
Brecht, B. (1939-56). Vita di Galileo (una qualunque delle edizioni Einaudi di quest’opera).
Redondi, P. (2004). Galileo eretico, Laterza, Roma-Bari.

Metodi didattici

Spiegazione orale dei concetti, analisi critica di testi e immagini.