Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 3

Crediti: 16
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 8
Tipo: Altro

PSICOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ECONOMICO E DEI CONSUMI

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessuno in particolare.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

L'esame consiste in una prova scritta composta da domande aperte, il cui superamento permette l'accesso ad un colloquio orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
• conoscenza su alcuni fattori fondamentali dello sviluppo della psicologia economica e dei consumi
• aspetti storici della produzione su grandi numeri
• nuove configurazioni delle classi medie e nello sviluppo di consumi di massa

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
• Approccio multidisciplinare

Contenuti

Nella prima parte verranno trattati i temi delle origini della psicologia dei consumi. Saranno ripresi i fattori fondamentali dell'industria di massa e della Business Psychology. Relativamente all'attualità ci si focalizzerà nello specifico sul settore della moda, del vestire, del fashion nelle sue diverse articolazioni, sub culture, gruppi sociali. A questo scopo si utilizzerà un approccio multidisciplinare con attenzione ed interconnessioni con la sociologia dei consumi e con aspetti più di mercato ed economici. Gli argomenti verranno trattati sia con lezioni frontali sia con lavori di gruppo e presentazioni proposte dagli studenti.

Programma esteso

· Fattori fondamentali dell'industria di massa e della Business Psychology
· L'epoca del progresso
· Industrializzazione
· La borghesia e i nuovi consumi
· Weber e Parsons
· Schutz, Garfinkel, Goffman, Habermas
· Taylor e Munsterberg
· Veblen e Simmel
· The scientific method
· Sociologia dei consumi
· Identità , moda e Fashion
· Società post-moderna

Bibliografia consigliata

Bovone, L. (2014). Rappresentarsi nel mondo. Comunicazione, identità , moda. Milano: Franco Angeli s.r.l.
Zuffo, R.G. (2004). Taylor, Le origini dello Scientific Management e della psicologia del lavoro. Milano: Raffaello Cortina Editore.
Romano, D. F. (2013). Mente e consumo. Un percorso di ricerca nella psicologia che cambia. Milano: Raffaello Cortina Editore. (Capitolo 3)

Due articoli a scelta tra i seguenti sei che saranno oggetto di domande d'esame per chi non presenterà i lavori di gruppo e per gli studenti NON frequentanti:
Berger, J. e Chip H. (2008). Who Drives Divergence? Identity Signaling, Outgroup Dissimilarity, and the Abandonment of Cultural Tastes. Journal of Personality and Social Psychology, 95, 593-607.
Fuentes, J. B. e Quiroga, E. (2009). The “Fashion – form” of Modern Society and its Relationship to Psychology. The Spanish Journal of Psychology, 12, 383–390.
Kastankis, M. N. e Balabanis, G. (2014). Explaining variation in conspicuous luxury consumption: An individual differences' perspective. Journal of Business Research, 67, 2147-2154.
White, K. e Dahl, D.W. (2006). To Be or Not Be? The Influence of Dissociative Reference Groups on Consumer Preferences, Journal of Consumer Psychology, 16(4), 404–414.
Simmel, G. (1904). Fashion. International Quarterley, 10, 130 – 155.
Veblen, T. (1899). The Theory of the Leisure Class. An Economic study of institutions. New York B.W. HUEBSCH, cap IV pp 68 – 101.

Metodi didattici

Lezioni frontali in aula, discussioni.