FATTORI DI RISCHIO E DI PROTEZIONE NELLO SVILUPPO ATIPICO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessun prerequisito particolare.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova scritta con domande aperte e successivo colloquio orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
• Riconoscere i possibili effetti dei diversi tipi di fattori di rischio in età evolutiva.
• Evidenziare i possibili fattori protettivi e la loro influenza sulle traiettorie di sviluppo.
• Valutare i possibili esiti della nascita pretermine.
• Individuare fattori di rischio e di protezione nello sviluppo atipico (disturbi del linguaggio, disturbi dello spettro autistico, sindromi genetiche).

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
• Analisi critica dei contesti di sviluppo e delle relazioni geni – ambiente.
• Sviluppo di capacità osservative e di valutazione.
• Capacità di analizzare gli esiti evolutivi in relazione alla situazione di partenza.
• Capacità di sviluppare programmi di screening e di follow-up per alcuni disturbi evolutivi.

Contenuti

Verranno presi in esame i fattori di rischio (biologici, perinatali, ambientali, individuali) che possono portare allo sviluppo di disturbi evolutivi e i relativi possibili fattori di protezione.
Particolare attenzione sarà posta alle condizioni di nascita pretermine, ai disturbi del linguaggio, ai disturbi dello spettro autistico e alle sindromi genetiche.

Programma esteso

• I fattori di rischio biologici, perinatali e ambientali.
• La nascita pretermine come fattore di rischio e i possibili fattori di protezione.
• L’influenza dell’ambiente e delle caratteristiche individuali sulle traiettorie di sviluppo.
• Fattori di rischio biologici e ambientali nei disturbi del linguaggio.
• Fattori protettivi per lo sviluppo linguistico e cognitivo (supporto ambientale, programmi di screening, interventi).
• Fattori di rischio nei disturbi dello spettro autistico e possibili trattamenti.
• Fattori di rischio nelle sindromi genetiche (sindrome di Down, trisomie dei cromosomi sessuali, sindromi genetiche rare).
• Il ruolo dell’ambiente (società, scuola, riabilitazione) nello sviluppo dei bambini con sindromi genetiche.

Bibliografia consigliata

Sansavini, A., e Faldella, G. (2013). Lo sviluppo dei bambini nati pretermine. Milano: Franco Angeli (cap. 1, 3, 8, 9, 10, 11, 12, 14, 16, 19 e 22).
Varin, D. (2005). Ecologia dello sviluppo e individualità. Milano: Raffaello Cortina (cap. 2, 4 e 5).
Marotta, L., e Caselli, M. C. (2014). I disturbi del linguaggio. Trento: Erickson (cap. 1, 7, 9, 10, 18 e 19).

Metodi didattici

Lezioni frontali, visione di filmati, analisi di casi clinici.