Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Anno di corso: 5

DIDATTICA GENERALE CON LABORATORIO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2016/2017
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
68
Prerequisiti: 

T1, in presenza e T2, modalità blended

Capacità di interrogarsi sulle idee di bambino, di insegnante e di contesto scolastico.
Capacità osservativa.

Conoscenza delle teorie dell’apprendimento e dello sviluppo.

Conoscenza delle principali epoche o ambiti che si riferiscono allo studio della didattica.

La frequenza al corso blended richiede alcune semplice competenze di tipo informatico, quali, navigazione di siti web, composizione di testi in formato word e Acrobat, scansione di documenti, download e upload di documenti.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

T1, in presenza, T2, modalità blended
Prova finale per gli studenti frequentanti e non frequentanti: colloquio orale.
Il colloquio per gli studenti frequentanti prevede la discussione sugli argomenti trattati a lezione e nei volumi presenti in bibliografia, nonché quelli affrontati durante i laboratori specifici.
Il colloquio per gli studenti non frequentanti prevede la discussione sugli argomenti trattati nei volumi presenti in bibliografia, nonché quelli affrontati durante i laboratori specifici.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

T1, in presenza e T2, modalità blended

Conoscere e comprendere i diversi modelli e approcci relativi alla didattica.
Saper problematizzare le diverse idee di insegnamento/apprendimento.
Saper utilizzare i riferimenti teorici essenziali per comprendere le dimensioni e le variabili implicite ed esplicite nel processo di insegnamento-apprendimento.
Conoscere le diverse metodologie didattiche in relazione con le diverse teorie di apprendimento.
Saper progettare percorsi e attività didattiche tenendo conto sia delle conoscenze ed esperienze pregresse degli alunni (le loro modalità di apprendimento) sia delle caratteristiche dei contenuti disciplinari.
Saper osservare e analizzare le caratteristiche della dimensione relazionale di una situazione didattica.

Contenuti

T1, in presenza e T2, modalità blended

Ambito di studio della didattica generale
La trasposizione didattica
Il contratto didattico
L’accoglienza

Le metodologie
Spazi e materiali
La relazione didattica
La comunicazione in classe

Programma esteso

T1, in presenza e T2, modalità blended

La finalità del corso e quella di riflettere sul rapporto tra istruzione ed educazione, fra sviluppo cognitivo e sviluppo socio –affettivo, fra metodologie didattiche e stile comunicativo dell’insegnante.
Il corso si focalizza sull'approfondimento del quadro epistemologico dei diversi modelli e approcci relativi alla didattica, problematizzando le idee di insegnamento e apprendimento che vi sono sottese.
Punto cardine di analisi e di riflessione sarà quello relativo al rapporto tra esperienza e apprendimento.
La modalità di conduzione del corso prevede un'articolazione tra momenti esperienziali e laboratoriali, insieme a momenti di inquadramento teorico e di sintesi, in cui la partecipazione diretta degli studenti diviene elemento fondamentale per problematizzare, affrontare, sviluppare le tematiche proposte. Basilari per sviluppare una reale conoscenza dell'agire didattico saranno le testimonianze portate in aula da docenti della scuola dell'infanzia e scuola primaria.
L'acquisizione dei risultati di apprendimento attesi è sostenuta attraverso la sperimentazione di diverse metodologie attive quali il lavoro di gruppo, la discussione, il role-playing e il brainstorming, l'analisi di casi e di documentazioni prodotta da studenti e insegnanti quali diari, protocolli osservativi, l'analisi delle testimonianze di percorsi didattici di alcuni insegnanti sia di scuola primaria, sia di scuola dell’infanzia.

Bibliografia consigliata

T1, in presenza e T2, modalità blended

Studenti frequentanti e non frequentanti
- Nigris, E., Teruggi, L. e Zuccoli, F. (a cura di) (2016) “Didattica Generale”. Pearson, Milano.
- Nigris, E., Negri, S. e Zuccoli, F. (a cura di) ( 2007). Esperienza e didattica. Le metodologie attive. Carocci Editori, Roma (qualsiasi ristampa)
- Tamagnini, D. (2016) “Si può fare. La scuola come ce la insegnano i bambini”. Meridiana, Novara
- Franca da Re (2013), La didattica per competenze. Apprendere competenze, descriverle, valutarle. Milano, Pearson http://www.icsboviocolletta.gov.it/public/files/La_Didattica_per_competenze.pdf ( Cap. 1 (pp. 7 a 17); Cap. 2 (pp.19 1 25); Cap. 3 (pp. 41 a 49); Cap. 4 (pp.75 a 84)

Dispensa del Corso di Didattica Generale
(Studenti frequentanti e non frequentanti):

- Polito, Mario (2003), “Principi guida dell’apprendimento cooperativo”. In: M. Polito, Comunicazione positiva e apprendimento cooperativo, Trento, Edizioni Erikson (pp. 279-305)
- Ceruti, Mauro (2012), “Educare alla conoscenza complessa”. In: Loreiro, S. e Spinosi, M. (a cura di), Fare scuola con le indicazioni, Napoli, Tecnodid editrice (pp. 19-24)
- Castoldi, Mario (2012), “Una bussola per indirizzare il miglioramento”. In: Loreiro, S. e Spinosi, M. (a cura di), Fare scuola con le indicazioni, Napoli, Tecnodid editrice (pp. 213-219)
- Perrenoud, Philippe (2010), “Effetto moda o risposta decisiva all’insuccesso scolastico?”. In: Perrenoud, P. Costruire competenze a partire dalla scuola, Roma, Anicia (pp. 121-144)
- Laurillard, Diana (2014), “Cosa favorisce l’apprendimento”. In: Laurillard, D. Insegnamento come scienza della progettazione, Milano, FrancoAngeli (pp. 67-91)
- Maccario, Daniela (2006), “Alla ricerca del metodo”. In: Maccario, D. Insegnare per competenze, Torino, Sei Frontiere (pp.182-207)
- Novak, Joseph D. e Gowin, D. Bob (2001), Rappresentare concetti per dare significato a ciò che si impara. In: Novak, J. D. e Gowin, D. B., Imparando a imparare, Torino, Sei Frontiere (31-64)
- Novak, Joseph D. (2014), “Appendice 1”. In: Novak, J.D., Costruire mappe concettuali. Strategie e metodi per utilizzarle nella didattica, Trento, Edizioni Erikson (pp. 349-350)
- Orsi, Marco (2015), “La Terra e la Nuvola”. In: Orsi, M., L’ora di lezione non basta. La visione e le pratiche dell’ideatore delle scuole Senza Zaino, Santarcangelo di Romagna, Maggioli Editore (pp. 15-31)

SOLO PER T1 IN PRESENZA:
Studenti non frequentanti, uno di questi libri a scelta:

- Montessori, M. (2000) “La scoperta del bambino”, Garzanti, Milano
- Le Bohec, P. (2011) “Quando la scuola ti salva. Sulle tracce della pedagogia Freinet”, Junior, Bergamo
- Edwards, C., Gandini, L. e Forman, G. (2010) “I cento linguaggi dei bambini. L’approccio di Reggio Emilia all’educazione dell’infanzia”, Junior, Bergamo

SOLO PER T2, MODALITA' BLENDED:
Studenti non frequentanti, uno di questi libri a scelta:
-Montessori, M. (2000) La scoperta del bambino, Garzanti, Milano
-Le Bohec, P. (2011) Quando la scuola ti salva. Sulle tracce della pedagogia Freinet, Junior, Bergamo
-Mezzatesta, G. Zuccoli, F. (in corso di stampa) Giuseppina Pizzigoni oltre il passato, Junior Spaggiari, Parma, in corso di stampa

Modalità di erogazione

Convenzionale

Metodi didattici

T1, in presenza

Lezioni dialogata
Lavori di gruppo
Didattica laboratoriale

T2, modalità blended

Lezioni dialogata
Lavori di gruppo
Didattica laboratoriale

Lo studente troverà sulla piattaforma del corso i materiali necessari allo studio: protocolli osservativi, videoregistrazioni, filmati, articoli scientifici e/o brani antologici, documenti di lavoro, slides.

Contatti/Altre informazioni

T1, in presenza, T2, modalità blended
Durante il laboratorio collegato all’insegnamento verranno attuate diverse metodologie attive con l’obiettivo di promuovere una riflessione sulle loro potenzialità e limiti.