ANTROPOLOGIA DELLA PARENTELA E DI GENERE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Conoscenze di base di antropologia culturale.
Capacità di leggere e sintetizzare testi complessi, e di presentare i contenuti con chiarezza ed efficacia.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La valutazione finale dipenderà da:
1) Frequenza e partecipazione alle lezioni
2) Presentazioni scritte e orali su argomenti assegnati dalla docente
3) Esame finale scritto sul manuale
4) Esame orale sugli altri testi

Non frequentanti
Gli studenti non frequentanti dovranno preparare un testo aggiuntivo. La valutazione si baserà esclusivamente sull’esame finale orale che verterà sul manuale e sugli altri testi assegnati.
Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare la docente per eventuali informazioni supplementari sul programma d’esame.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Il corso intende:
1) Sviluppare le capacità di analisi critica, sintesi e comunicazione dei concetti chiave della letteratura antropologica sulla parentela e sul genere
2) Sviluppare gli strumenti per una riflessione critica sulla costruzione dei vincoli parentali;
3) Stimolare la comprensione teorica della costruzione sociale dei corpi riproduttivi;
4) Mostrare la rilevanza del genere come strumento metodologico.

Contenuti

Il corso presenta i principali sviluppi teorici dell’antropologia della parentela e di genere. Affronta i dibattiti sulla costruzione sociale dei corpi, della riproduzione e sulla natura dei vincoli parentali. Analizza, inoltre, l’impatto degli studi di genere sulle teorie antropologiche della parentela.

Programma esteso

I dibattiti contemporanei sulla parentela hanno mostrato una complessa correlazione tra gli aspetti biologici della riproduzione umana e le relazioni di parentela. Da un lato questa trasformazione è riconducibile all'impatto degli studi di genere e ad un rinnovato interesse per il corpo e la persona, dall’altro alla diffusione delle tecnologie riproduttive artificiali e delle nuove morfologie familiari.
Il corso esaminerà alcuni dei temi centrali dell'antropologia della parentela e di genere. Introdurrà concetti chiave come "discesa", "matrimonio", "gruppo domestico", "sesso/genere", "relazionalità" ecc.
Analizzerà inoltre i dibattiti attuali sulle tecnologie riproduttive e sulle nuove famiglie.
Particolare attenzione verrà riservata alla riproduzione come campo privilegiato per osservare l'interazione tra genere e parentela, politica e religione, scienza e leggi e come questi campi sociali interrelati influenzano le relazioni e le soggettività.

Bibliografia per gli studenti frequentanti
1) Stone L. 2006, Kinship and Gender, Westview Press: introduzione e capitoli 1; 3; 4; 5; 6; 7 e 9 (pp. 240)
2) Mattalucci C. 2017, Antropologia e riproduzione. Attese, fratture e ricomposizioni della procreazione e della genitorialità in Italia. Libreria Cortina (il volume sarà disponibile mese di Novembre).
3) Gli appunti delle lezioni.
4) Due libri a scelta tra:
Di Silvio, R., 2015. Affetti da adozione: uno studio antropologico della famiglia post-famigliare in Italia, Alpes (pp. 292).
Gammeltoft, T., 2014. Haunting images : a cultural account of selective reproduction in Vietnam, University of California Press (pp. 315).
- Ginsburg, F. D., Rapp, R. (a cura di) 1995. Conceiving the new world order: The global politics of reproduction. University of California Press, Introduzione e cap. 3; 5; 6; 7; p; 10; 12; 14; 17; 19 e 22 (pp. 220).
- Decimo F., Gribaldo A. (a cura di) 2017. Boundaries Within: Nation, Kinship and Identity among Migrants and Minorities. imiscoe Research Series, Springer (pp. 209).
- De Zordo S., Mishtal J., Anton, L. (a cura di) 2017. A Fragmented Landscape Abortion Governance and Protest Logics in Europe. Oxford, Berghahn Books (pp. 304).
- Lombardi L., De Zordo S. (a cura di) 2013. La procreazione medicalmente assistita e le sue sfide. Generi, tecnologie e disuguaglianze. Franco Angeli, Milano (pp. 240).
- Nicola F. 2017, Supermamme e superpapà. Il mestiere di genitore fra gli USA e noi. Meltemi (pp. 230).
- Pande A. 2014. Wombs in labor: transnational commercial surrogacy in India. Columbia University Press, New York (pp. 252).
- Quatrocchi P. 2011. Corpo, riproduzione e salute tra le donne Maya dello Yucatan. Pacini, Pisa (pp. 278).
- Yngvesson, B. 2010. Belonging in an Adopted World: Race, Identity, and Transnational Adoption. Chicago: University of Chicago Press (pp. 264)

Programma e bibliografia per i non frequentanti
Cfr. Programma per i frequentanti. Per gli studenti impossibilitati a frequentare è previsto un incremento del programma d’esame attraverso la lettura di un testo supplementare. Al fine di un'adeguata preparazione, gli studenti sono invitati a contattare la docente per un colloquio orientativo.
1) Stone L. 2006, Kinship and Gender, Westview Press: introduzione e capitoli 1; 3; 4; 5; 6; 7 e 9 (pp. 240)
Gli studenti con gravi difficoltà di comprensione della lingua inglese possono portare in alternativa: Arioti M. 2006, Introduzione all'antropologia della parentela. Laterza (pp. 292).
2) Mattalucci C. (a cura di) 2017, Antropologia e riproduzione. Attese, fratture e ricomposizioni della procreazione e della genitorialità in Italia. Libreria Cortina. (il volume sarà disponibile nel mese di Novembre).
3) 1 libro a scelta tra:
Bourdieu, P. 2003 (1972) Per una teoria della pratica, Milano: Raffaello Cortina (cap. 1-3 – pagine complessive 170)
- Evans-Pritchard, E. E. 1990 (1951), Kinship and Marriage Among the Nuer, Oxford: Oxford University Press (pp. 224)
- Levi-Strauss, C. 1969 (1949), Le strutture e

Bibliografia consigliata

- Stone L. 2006, Kinship and Gender, Westview Press (introduzione e capitoli 1; 3; 4; 5; 6; 7 e 9)
- Mattalucci C. (a cura), 2017, Antropologia e riproduzione. Attese, fratture e ricomposizioni della procreazione e della genitorialità in Italia, Libreria Cortina.

Metodi didattici

Lezione frontali, presentazioni di lavori individuali; discussione di saggi selezionati, visione di materiali audio-visivi.
La frequenza continuativa e la partecipazione attiva sono raccomandate.