PEDAGOGIA DELL'INTEGRAZIONE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessuno

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame orale, con possibilità di produrre una breve relazione che sarà valutata come parte dell’esame.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione - Conoscenza dei presupposti culturali e teorici della prospettiva inclusiva;
- Conoscenza dell’evoluzione storica della percezione della disabilità;
- Conoscenza dei principali sistemi di classificazione promossi dall'OMS;
- Conoscenza del quadro normativo di riferimento rispetto alle tematiche dell’inclusione (in particolare scolastica, lavorativa);
- Conoscenza delle premesse metodologiche per sviluppare la prospettiva inclusiva e l'integrazione delle persone con disabilità nella scuola e nei servizi;
- Conoscenza della terminologia e dei modelli di riferimento della Pedagogia Speciale.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
- Progettare servizi e interventi inclusivi, mappando risorse, professionalità e competenze per identificare bisogni speciali e situazioni problematiche;
- Ricercare materiale e documentazione funzionali alla progettualità educativa in ottica inclusiva;
- Utilizzare o predisporre strumenti per la (auto)valutazione di interventi, progetti e servizi educativi rivolti a persone con disabilità.

Contenuti

Il corso tratterà il tema della disabilità, in chiave storica, normativa, sociale ed educativa. Verrà dato particolare rilievo alla dimensione della progettualità inclusiva di contenuti e percorsi didattici, servizi e interventi educativi.

Programma esteso

A partire da un excursus storico sui temi della diversità e della marginalità, il corso farà luce sulle differenti percezioni e definizioni della persona con disabilità e su concetti quali “menomazione” e “handicap”. La lettura di testi normativi e la discussione sul contesto sociale ed educativo italiano costituiranno le basi per un approfondimento di modelli di progettazione e line guida che intendono promuovere una prospettiva inclusiva. Sarà presentato come riferimento progettuale, nonchè adottato nella didattica, il paradigma teorico denominato Universal Design.

Bibliografia consigliata

Pavone M., L’inclusione educativa. Indicazioni pedagogiche per la disabilità, Mondadori Università, Milano, 2014
Schianchi M., Storia della disabilità. Dal castigo degli dei alla crisi del welfare, Carocci, Roma, 2012
Mangiatordi, A., Didattica senza barriere. Universal Design, tecnologie e risorse sostenibili, ETS, Pisa, 2017
Medeghini R., Vadalà G., Fornasa W., Nuzzo A., Inclusione sociale e disabilità. Linee guida per l’autovalutazione della capacità inclusiva dei servizi, Erickson, Trento, 2013
Garbo R., Prospettiva Inclusiva e percorsi di vita, Edizioni Junior, Bergamo, 2009

Metodi didattici

Lezioni frontali e seminariali, lavoro collaborativo, discussioni, analisi di documenti, simulazioni. Saranno utilizzati anche strumenti di lavoro online.

Contatti/Altre informazioni

Sono previsti interventi da parte di alcuni ospiti, provenienti da istituzioni che lavorano sul campo nell’ambito dell’inclusione scolastica e lavorativa.
Sono previsti 4 incontri seminariali in lingua inglese della durata di 3 ore ciascuno.