EDUCATIONAL ROBOTICS

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Opzionale
Lingua: 
Inglese
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessun particolare prerequisito è richiesto.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La procedura di valutazione ha come fine quello di verificare il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento discussi sopra. I criteri specifici di valutazione saranno indicati nelle prime lezioni del corso.

Gli studenti frequentanti saranno invitati a preparare, durante il corso, un progetto di percorso laboratoriale di robotica educativa. La valutazione degli apprendimenti sarà basata sull’analisi del progetto e su una discussione orale dello stesso durante l’appello d’esame.

La valutazione degli apprendimenti, nel caso di studenti non frequentanti, si baserà su una discussione orale sui contenuti dei testi di riferimento.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Al termine del corso, gli studenti
- avranno acquisito competenze di base nella progettazione di percorsi laboratoriali di robotica educativa in contesti scolastici ed extra-scolastici (scelta dei contenuti, delle metodologie di insegnamento e di valutazione, delle modalità di comunicazione tra insegnante e alunni);
- avranno acquisito conoscenze di base sui modi in cui i robot a uso didattico possono essere utilizzati per promuovere l’apprendimento di competenze disciplinari e trasversali, con una particolare enfasi sul metodo scientifico;
- sapranno comporre semplici programmi per robot;
- avranno acquisito informazioni di base sulla struttura dei robot e sui fondamenti filosofici e storici della robotica (educativa).
Il corso includerà anche attività di programmazione: stimolerà dunque anche capacità di ragionamento logico, di sperimentazione, e di lavoro di gruppo.

Contenuti

I robot vengono sempre più spesso utilizzati come strumenti didattici per stimolare l’apprendimento di competenze disciplinari e trasversali, anche al di fuori dell’area STEM. Chi parteciperà a questo corso imparerà a progettare percorsi laboratoriali di robotica educativa scegliendo i contenuti, le metodologie di insegnamento e di valutazione, e le modalità di comunicazione tra insegnante e alunni più appropriate. Acquisirà informazioni di base sui fondamenti filosofici e storici della robotica (educativa e non), verrà a conoscenza dei principali modi in cui i robot vengono oggigiorno utilizzati per la didattica, e maturerà capacità di programmazione robotica di base. La robotica educativa è un campo di ricerca e intervento in continua crescita, con molte potenziali applicazioni e sviluppi.

Programma esteso

Una prima parte del corso sarà dedicata alla discussione dei fondamenti filosofici e storici della robotica educativa. Nella seconda parte del corso, gli studenti avranno l’opportunità di apprendere le basi pratiche della programmazione robotica. Nella terza parte, attraverso lavori di gruppo, gli studenti progetteranno percorsi laboratoriali di robotica educativa per contesti scolastici ed extra-scolastici. Non è richiesta alcuna abilità di programmazione all’inizio del corso.

Bibliografia consigliata

Gli studenti potranno scegliere una tra le due seguenti liste di testi di riferimento (la prima delle quali include soltanto libri scritti in inglese).
Lista 1:
- Papert, S. (1980-1993), Mindstorms: Children, Computers, and Powerful Ideas, Basic Books, New York.
- Mataric, M.J. (2007), The Robotics Primer, The MIT Press, Cambridge, MA.
- [article] Colburn, A. (2000). “An Inquiry Primer”. Science Scope, 23(6), 42-44.
- [article] Martin-Hansen, L. (2002). “Defining Inquiry”. The Science Teacher, 69, 34-37.
- [article] Hung, W., Jonassen, D.H., Liu, R., “Problem-based learning”, Handbook of research on educational communications and technology, 485-506 (available at http://www.aect.org/edtech/edition3/er5849x_c038.fm.pdf)

Lista 2:
- Papert, S. (1984), Mindstorms. Bambini, computers e creatività, Emme Edizioni, Milano.
- Nolfi, S. (2009), Che cos’è la robotica autonoma, Carocci, Roma.
- Castoldi, M. (2012), Progettare per competenze. Percorsi e strumenti. Carocci, Roma.

Metodi didattici

Lezioni dialogate, lezioni frontali, lavori di gruppo.

Contatti/Altre informazioni

Se saranno presenti studenti non italiani, il corso sarà erogato in lingua inglese. In tal caso il docente porrà comunque massima cura nel facilitare la frequenza degli studenti italiani, la cui partecipazione sarà incoraggiata.