Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 4

Anno di corso: 5

Anno di corso: 6

Crediti: 10
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 14
Tipo: Altro

ENDOCRINOLOGIA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Settore disciplinare: 
ENDOCRINOLOGIA (MED/13)
Docenti: 
Crediti: 
2
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
20
Prerequisiti: 

Conoscenze relative ai corsi propedeutici indicati nel regolamento del corso di laurea

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame scritto a quiz: 60 domande con 4 possibili risposte, di cui solo una esatta, per il controllo estensivo della preparazione sul programma di esame. Ogni risposta esatta vale 0,5 punti. La prova scritta viene valutata nel contesto dell’intera prova d’esame.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscere la fisiopatologia d’organo e le conseguenti ricadute sistemiche e riconoscere segni e sintomi delle malattie, applicare il ragionamento clinico per individuare i percorsi diagnostici e le procedure di screening nonché individuare i fattori di rischio secondo Evidenced Based Medicine (EBM) nell’ambito delle malattie ipotalamo/ipofisarie, della tiroide, e delle paratiroidi, della sfera andrologica, alla regolazione del metabolismo fosfo-calcico con implicazioni per le malattie ossee, malattie cortico surrenaliche e del sistema simpatoadrenergico, malattie ovariche e testicolari enfatizzando le differenze di genere. In relazione alle malattie metaboliche gli stessi obiettivi verranno perseguiti in relazione al diabete mellito e sue complicanze, sindromi ipoglicemiche, dislipidemie primitive e secondarie e relativo rischio cardiovascolare, gotta, obesità/obesità viscerale, magrezze. L’ambito delle malattie endocrino-metaboliche è propedeutico alla somministrazione dei principi relativi alle modalità con le quali la medicina moderna costruisce la EBM mediante gli studi clinici randomizzati e controllati (RCT) e studi pragmatici o osservazionali dall’analisi dei real world data (RWD) per guidare lo studente a comprendere il significato del “livello di prova scientifica” e di “forza della raccomandazione” ad eseguire una determinata procedura diagnostica e/o di screening nel rispetto del rapporto tra vantaggi e svantaggi delle procedure stesse e con la consapevolezza di comprendere la differenza tra l’efficacia dell’intervento medico e l’efficienza del sistema nel quale l’intervento viene eseguito. In particolare verranno discusse le forti relazioni esistenti tra la parodontopatia e malattie metaboliche ed in particolare il diabete in relazione alla reciproche interazioni a ricaduta clinica nonché di prevenzione.

Contenuti

Il modulo ha due obiettivi principali. Il primo è quello di fornire le conoscenze relative alla fisiopatologia delle malattie endocrine e metaboliche per rendere evidente la loro stretta associazione/comunanza al reciproco rischio di sviluppare malattie del cavo orale ed in particolare la parodontite nonché le complicanze sistemiche multi-organo, croniche e molto diffuse nella popolazione che hanno impatto prognostico sfavorevole (malattie cardiovascolari, cancro, insufficienza renale, insufficienza epatica, fratture); il secondo è di fornire le conoscenze relative al riconoscimento e ricerca attiva delle espressioni cliniche spesso subdole e mis-conosciute delle malattie endocrino metaboliche per imparare a riconoscere e interpretare i sintomi e i segni clinici, gli esami di laboratorio e la diagnostica strumentale e radiologica nonché apprendere gli le strategie di prevenzione primaria e secondaria (esami di screening), dove prevista nell’ambito di una ipotetica attività clinica odontoiatrica di routine

Programma esteso

- Sistema Nazionale delle Linee Guida e EBM: aspetti metodologici, gerarchia delle evidenze scientifiche (RCT, metanalisi, studio osservazionali pragmatici e studi retrospettivi), livelli di prova, forza delle raccomandazioni
- Diabete mellito: patogenesi del diabete di tipo 1 e di tipo 2, prevenzione primaria (educazione e stile di vita), complicanze micro- (retinopatia, nefropatia, neuropatia sensitivo motoria e autonomica) e macro-vascolari del diabete (sindrome da insulina resistenza e stima del rischio cardiovascolare), disfunzione erettile e piede diabetico.
- Ipoglicemia e ipoglicemia iatrogena (diagnosi, autodiagnosi prevenzione e gestione), iperuricemia e gotta.
- Interrelazioni reciproche tra diabete e parodontopatia in relazione alla fisiopatologia della parodontopatia (aspetti relativi ad infiammazione ed infezione cronica) - Obesità: fisiopatologia, complicanze con enfasi su epatopatia steatosica (NAFLD/NASH) e approccio medico-comportamentale
- Magrezze (anoressia nervosa)
- Malattie dell’asse ipotalamo-ipofisario (con enfasi alle differenze di genere): adenomi ipofisari (acromegalia, prolattinoma, malattia di Cushing, TSHoma, gonadotropinoma, tumori non secernenti, craniofaringioma), ipopituitarismo (sindrome di Sheehan), sistema neuroipofisario e patologia correlata (diabete insipido, sindrome da inappropriata secrezione di ADH), accrescimento e sua patologia (deficit di GH dell’adulto)
- Malattie della tiroide (con enfasi alle differenze di genere): ipertiroidismo (morbo di Basedow, morbo di Plummer, struma multinodulare tossico, quadri clinici iatrogeni), ipotiroidismo (primario, secondario, iatrogeno), conseguenze sistemiche (prevalentemente metaboliche e cardiovascolari e immunologiche di ipotiroidismo e ipertiroidismo), tiroiditi (acuta, subacuta di De Quervain, cronica autoimmune di Hashimoto, di Riedel), gozzo semplice, nodulo tiroideo (con diagnostica citologica) e neoplasie tiroidee (carcinoma papillifero, follicolare, indifferenziato, midollare).
- Malattie del metabolismo fosfo-calcico: iperparatiroidismo (primario, secondario, terziario); ipoparatiroidismo e pseudoipoparatiroidismo; ipercalcemie; osteoporosi con enfasi alle differenze di genere; malattia di Paget dell’osso
. Malattie del surrene: corticosurrene e patologia correlata: sindrome di Cushing, malattia di Addison; iperaldosteronismo primario, feocromocitoma e paraganglioma.
- Patologia correlata alla differenziazione sessuale e ipogonadismi con enfasi alle differenze di genere: sindromi adrenogenitali, sindrome di Morris, sindrome di Reifenstein, ritardo puberale, pubertà precoce, ipogonadismi femminili, sindrome dell’ovaio policistico, sindrome di Turner, sindrome di Kallman, ipogonadismi maschili, sindrome di Klinefelter
- Sistema endocrino diffuso: tumori neuroendocrini, sindromi endocrine multiple: MEN1; MEN 2A; MEN2B.
- Aspetti chirurgici in endocrinologia

Bibliografia consigliata

Endocrinologia e malattie del metabolismo. Giugliano D, Colao A, Riccardi G, Belfiore N, Consoli A, edizione 2017 Edito Idelson Gnocchi
“Malattie del Sistema Endocrino e del Metabolismo” Faglia G, Beck-Peccoz P, IV edizione 2016, Edito da McGraw-Hill

Metodi didattici

E’ prevista la modalità della tradizionale lezione frontale durante la quale verranno enfatizzate le specificità della singola patologia.

Contatti/Altre informazioni

Viene posta enfasi agli studi clinici che hanno portato a comprendere i meccanismi fisiopatologici ritenuti attualmente chiave nella comprensione dell’eziopatogenesi delle malattie e in particolare i meccanismi comuni alla parodontopatia. Viene posta enfasi a documentare quali studi clinici hanno portato a raccomandare (e con quale grado di forza) le procedure di diagnosi e screening nei loro attuali livelli di applicazione secondo EBM