Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 22
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 26
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

SALUTE DI GENERE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
60

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova scritta a quiz con una sola risposta corretta e domande a risposta breve. Esame orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Lo studente al termine del corso conoscerà i principi su cui si basa la sanità pubblica e le modalità di prevenzione delle più diffuse patologie nella popolazione femminile adulta. Lo studente conoscerà e saprà eseguire gli screening ginecologici e i programmi vaccinali sulla popolazione femminile e i diversi metodi contraccettivi. Lo studente al termine del corso conoscerà le principali metodiche diagnostiche ginecologiche, le patologie benigne ginecologiche, le malattie sessualmente trasmesse e le problematiche della statica pelvica. Lo studente conoscerà il ruolo dell’ostetrica in ambito territoriale e la relativa competenza educativa nella prevenzione e nella promozione della salute di genere. Lo studente conoscerà i fondamenti per una comunicazione efficace e gli strumenti più adeguati nel processo di educazione dell’adulto.

Contenuti

Il corso fornisce allo studente la conoscenza delle principali patologie benigne a carico dell’apparato genitale femminile, le malattie sessualmente trasmesse, e le problematiche della statica pelvica. Il corso fornisce allo studente i principi di sanità pubblica e i fondamenti dell’educazione alla salute. Verrà inoltre affrontato il ruolo dell’ostetrica in ambito territoriale e la relativa competenza educativa nella promozione della salute di genere e della pianificazione familiare. Il corso fornisce allo studente la conoscenza delle principali patologie dermatologiche. Il corso fornisce allo studente la conoscenza dei fondamenti per una comunicazione efficace.

Programma esteso

MED 47 OSTETRICA DI COMUNITA’: Presa in carico della donna nei percorsi educativi, assistenziali e riabilitativi attraverso la midwifery partnership, il midwifery management, la classificazione ICF e le scale di valutazione. Il concetto di comunità e il ruolo dell’ostetrica.
Gli screening di popolazione. I determinanti socio culturali della salute di genere e gli interventi per la promozione di stili di vita sani. Il counselling ostetrico nella pianificazione familiare. Il ruolo e le competenze dell’ostetrica nel ridurre il rischio di esito avverso della riproduzione (EAR), negli interventi educativi alla genitorialità, alla salute affettiva, riproduttiva e sessuale. Modelli organizzativi dei servizi territoriali.
MED 42 SANITA’ PUBBLICA: I principi della sanità pubblica. Le principali strategie di prevenzione. Le vaccinazioni. Elementi di legislazione e organizzazione sanitaria. I fattori di rischio legati agli stili di vita.
MED 40 GINECOLOGIA: L’epidemiologia ginecologica. Le patologie ginecologiche benigne. La visita ginecologica e le indagini diagnostiche. Le caratteristiche del ciclo mestruale dal menarca alla menopausa. L’endometriosi. Dolore pelvico e dismenorrea. Le più comuni malformazioni dell’apparato genitale. Le infezioni genito-urinarie e le malattie sessualmente trasmesse.
MED 35 MALATTIE CUTANEE E VENEREE: La cute: anatomia fisiologia e semeiotica. Le più comuni malattie cutanee in gravidanza e le malattie cutanee e veneree trasmissibili.
M-PED01 EDUCAZIONE ALLA SALUTE: Teorie e modelli di educazione alla salute. Progettare e valutare interventi educative. Rappresentazioni della gravidanza e del parto. Medicalizzazione e tecnologia. Le dimensioni passate e attuali della genitorialità. La comunicazione efficacie.

Bibliografia consigliata

Pairman Sally, Tracy Jan, Thorogood Carol, Pincombe Sally, Midwifery. Preparation for practice, Churchill Livingstone 2015,ed 3n.
Ministero della Salute, 2006, Screening oncologici: Raccomandazioni per la pianificazione e l’esecuzione degli screening di popolazione per la prevenzione del cancro della mammella, del cancro della cervice uterina e del cancro del colon retto.
Berek J. (2011). Berek and Novak's Gynecology. LWW, 15 th edition.
Edwins Jenny, Community Midwifery Practice”, Blackwell Publishing, 2008.
Cainelli T, Giannetti A, Rebora A, Dermatologia Medica e chirurgica, McGraw-Hill, ed 5°, 2012.
Mantegazza R.Narrare l’inizio. Gravidanza, parto, nascita tra natura e culture. Castelvecchi, 2017.

Metodi didattici

Lezioni frontali, esercitazioni. Lavori di gruppo.