PSICOFISICA E PERCEZIONE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
64

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Lezioni frontali ed esercitazioni in aula; per gli studenti frequentanti sviluppo di un progetto originale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Durante il corso lo studente affronterà le principali tematiche sottostanti allo studio della percezione imparerà visiva (colore, luce, movimento) e imparerà ad usare e a gestire le principali tecniche psicofisiche usate per studiare il comportamento umano. Verranno inoltre descritte le principali tecniche di analisi dei dati in psicologia sperimentale (ANOVA, regressione lineare ecc.)

Contenuti

Il programma dettagliato verrà deciso all'inizio del corso. Idealmente il corso sarà diviso in due parti. Nella prima parte verranno introdotte alcune nozioni di base per progettare degli esperimenti comportamentali (revisione delle nozioni di base di statistica, introduzione pratica ai modelli lineari generali, psicofisica classica e metodi psicofisici, nozioni di base di scaling unidimensionale, metodo dei giudizi comparativi di Thurstone, introduzione alla Signal Detection Theory e alle sue applicazioni, introduzione alle rating scales e allo scaling multidimensionale). Nella seconda parte del corso verranno trattati alcuni argomenti rilevanti per il corso di studi (percezione del colore, percezione degli oggetti, percezione del tempo e dello spazio, applicazioni all’ergonomia) su cui verteranno le esercitazioni e gli esperimenti effettuati utilizzando i metodi introdotti nella prima parte del corso.

Programma esteso

PRIMA PARTE. Nozioni di base per progettare esperimenti comportamentali: Psicofisica classica e metodi psicofisici • Metodo dei giudizi comparativi di Thurstone • Introduzione alla Signal Detection Theory e alle sue

applicazioni • Introduzione alla teoria della misura psicofisica e i metodi psicofisici • Revisione delle nozioni di base di statistica • Introduzione all’ambiente di programmazione R • Data visualization • Test di ipotesi • Introduzione pratica ai modelli lineari generali e generalizzati.

SECONDA PARTE: Descrizione e analisi delle principali teorie sulla percezione • Percezione degli oggetti • Percezione della luce e del colore • Percezione del tempo e dello spazio • Percezione del movimento • Esercitazioni ed esperimenti effettuati utilizzando i metodi introdotti nella prima parte del corso • Applicazione dei metodi nella psicologia sperimentale

Bibliografia consigliata

Grondin, S. (2013). Psychology of Perception, Springer
Informazioni dettagliate circa altro materiale didattico saranno pubblicate sulla relativa pagina del sito e-learning.