Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 3

Crediti: 16
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 8
Tipo: Altro

PSICOLOGIA DELL'ARTE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Si dà per scontato il superamento di Psicologia Generale per la Comunicazione (o esame affine) e almeno conoscenze minime di storia dell’arte.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

L’esame è composto da uno scritto obbligatorio composto da 30 domande con risposta a scelta multipla e 3 domande aperte. Per quanto riguarda le domande aperte, i criteri di valutazione sono: la correttezza delle risposte, la capacità di argomentare criticamente, sintetizzare, creare collegamenti. Gli studenti frequentanti che hanno accumulato almeno 10 punti bonus tramite l’esecuzione degli esercizi facoltativi hanno diritto ad un punto in più all’esame se hanno raggiunto almeno il 18 nella prova scritta.
La prova orale è facoltativa e svolta su tutto il programma, e può determinare un incremento massimo di 4 punti.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
• Gli approcci teorici e metodologici della psicologia applicata allo studio delle arti.
• Il rapporto tra stile, forma e contenuto
• Struttura e fruizione estetica.
• Il rapporto tra arte e comunicazione.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
• Declinazione dell’esperienza estetica: componenti percettive, cognitive ed emotive.
• Capacità di relazionarsi alle opere d’arte a prescindere dal proprio gusto.
• Implementazione di esercizi pratici per lo sviluppo di ‘soft skills’ relazionabili sia alle arti che alla comunicazione. Gli esercizi, che sono facoltativi, hanno la funzione di evidenziare problemi, connettere in modo critico gli studenti al proprio territorio, fornire compiti di analisi e di sintesi.

Contenuti

Saranno analizzati i diversi approcci della psicologia alle arti, nonché le somiglianze e differenze tra ricerca artistica e ricerca scientifica. Sarà discussa la relazione tra: i) forma, contenuto e stile; ii) arte e comunicazione; il bello e il brutto; stile vs gusto.

Programma esteso

• Definizioni di arte e di psicologia dell’arte.
• I diversi approcci teorici della psicologia alle arti. Materiali e metodi.
• Ipotesi sull’origine dell’arte.
• Il problema della verosimiglianza.
• Arte e Scienza.
• Forma e contenuto; stile e gusto.
• Arte e comunicazione.
• Breve corso monografico: il disegno come strumento di comunicazione.

Bibliografia consigliata

Massironi M. (2013). L’osteria dei dadi truccati. Milano: Mimesis.

Il resto della bibliografia verrà indicata sul sito elearning del corso prima dell’inizio delle lezioni.

Metodi didattici

Oltre alle lezioni frontali in aula, sono previste la visione di documentari e la visita guidata ad una struttura museale. Sono inoltre incoraggiate le discussioni in relazioni al materiale presentato in aula e in connessione a esercizi facoltativi, riservati ai soli studenti frequentanti, i cui esiti sono presentati durante le lezioni. Ad ogni esercizio facoltativo svolto dallo studente viene dato un punteggio (denominato “punti bonus”, l’accumulo dei quali può influire in modo positivo sull’esito dell’esame.