PSICOLOGIA DELLE DIFFERENZE E DELLE DISEGUAGLIANZE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Una buona conoscenza dei fondamenti della Psicologia (in particolare della Psicologia Sociale) consente una fruizione più consapevole dei contenuti del corso. Si invitano gli studenti che non avessero sostenuto tali esami a segnalare al docente eventuali carenze, al fine di concordare una bibliografia di base.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

L’esame prevede una prova orale sull’intero programma. Le domande sono volte ad accertare l’effettiva acquisizione delle conoscenze teoriche e della relativa capacità di applicarle alla realtà.
I criteri di valutazione sono: la correttezza delle risposte, la capacità di argomentare, sintetizzare, creare collegamenti, e leggere criticamente la realtà.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
• Il tema delle differenze
• I concetti della differenza e della disparità
• Processi di costruzione sociale attraverso i quali le differenze si tramutano in disuguaglianze socialmente accettate

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
• Capacità di identificare i “luoghi” (reali e simbolici) in cui le disparità si consolidano
• Capacità di applicazione di “pratiche” con le quali si persegue attivamente il cambiamento
• Capacità di inquadrare la differenze sia in riferimento alla situazione italiana che a quella europea

Contenuti

L’insegnamento si propone di trasmettere i concetti di differenza e di disparità, utilizzando il costrutto di genere sessuale (maschile e femminile) come introduzione ai temi della differenza e della disparità, che riguardano donne e uomini (individualmente, nelle relazioni interpersonali, come categorie sociali) ed i rapporti tra i diversi gruppi etnici. Gli obiettivi di apprendimento ineriscono contenuti teorici e le competenze atte a comprendere e descrivere i processi sottostanti l’accettazione e la consolidazione delle disparità.

Programma esteso

• I concetti di parità, uguaglianza, differenza
• Dalla differenza alla disparità
• I generi: per una definizione psicosociale
• Stereotipi e rappresentazioni sociali di genere
• Il costrutto di genere in psicologia sociale: tra teoria e pratica
• I luoghi della differenza e della disuguaglianza: lo studio; il lavoro; la politica; i rapporti di coppia; la vita famigliare
• Le pratiche del cambiamento.

Bibliografia consigliata

Gelli B. (a cura di, 2009). Discorsi sui generi: tra differenze e diseguaglianze, Psicologia di comunità n. 2/2010.
Kirkwood, S., McKinlay, A.,& McVittie, C. (2012). ‘They're more than animals’:Refugees' accounts of racially motivated violence. British Journal of Social Psychology,52, 747-762. DOI 10.1111/bjso.12007
Kirkwood, S., McKinlay, A. & McVittie, C. (2013). ‘Some people it’s very difficult to trust’: Attributions of agency and accountability in practitioners’ talk about integration. Journal of Community and Applied Social Psychology. DOI: 10.1002/casp.2178
Rudman, L.A., Glick P. (2010). The Social Psychology of Gender: How Power and Intimacy shape Gender Relations. Guilford Press: New York.

Optional:
Giovannini D, Vezzali L. (a cura di, 2012) Immigrazione, processi interculturali e cittadinanza attiva. Edizioni Melagrana: Caserta.
Quadrio, A., Pajardi D. (a cura di, 2016) La società ri-pensata. Edra: Milano
Volpato, C. (2013) Psicosociologia del maschilismo. Editori Laterza: Bari

Metodi didattici

Lezioni in aula, discussioni, filmati.
Oltre alle lezioni frontali in aula, parte della didattica avviene tramite la discussione guidata di articoli scientifici, casi (case studies), filmati e tramite esercitazioni pratiche sui temi del corso.
Il materiale (dispense della lezione e, quando possibile, articoli scientifici) viene reso disponibile sul sito e-learning del corso, affinché sia fruibile anche dagli studenti non-frequentanti.