Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

ECOLOGIA DELLO SVILUPPO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessuno in particolare. Una buona conoscenza dei fondamenti della Psicologia dello sviluppo consente una fruizione più consapevole dei contenuti del corso.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La verifica dell’apprendimento sarà effettuata attraverso una prova orale volta a verificare la specifica conoscenza dei principali aspetti teorici e metodologici trattati nel corso.
Le risposte a ciascuna domanda saranno valutate in termini di correttezza delle risposte, capacità di argomentazione, sintesi, creazione di collegamenti tra i diversi ambiti, e lettura critica dei testi scientifici. Verrà valutata inoltre la capacità di comprendere le implicazioni della prospettiva bioecologica per la valutazione dello sviluppo, e per gli interventi nei contesti educativi e sociali.
La partecipazione alle attività facoltative (presentazioni e discussioni di lavori scientifici etc.) proposte durante il corso concorre alla valutazione (solo per i frequentanti).

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
• Teorie e modelli dell’ecologia dello sviluppo.
• Le interazioni fra fattori ambientali e fattori biologici nello sviluppo, gli apporti della genetica comportamentale e il modello bioecologico.
• I contesti sociali e culturali dello sviluppo e gli effetti dei media nella prospettiva ecologica.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
• Integrare con il modello bioecologico la valutazione dei percorsi dello sviluppo e delle loro difficoltà.
• Contribuire all’orientamento delle strategie di intervento nelle istituzioni educative, con particolare riguardo alla prima infanzia e allo svantaggio sociale.
• Sviluppare competenze per valutare le problematiche dei media in ambito evolutivo.

Contenuti

Nell’introduzione generale verranno esposte e discusse le principali teorie dell’ecologia dello sviluppo, da Bronfenbrenner fino agli ultimi sviluppi del modello bioecologico.
Nella prima parte l’attenzione sarà rivolta in particolare alle interazioni fra fattori biologici individuali e ambiente. Verranno trattati gli apporti recenti della genetica del comportamento più rilevanti per il modello bioecologico, e le loro implicazioni per lo sviluppo sociale e cognitivo.
Nella seconda parte del corso l’attenzione sarà rivolta ai rapporti fra fattori ambientali di ordine sociale e culturale e processi di socializzazione, con particolare riguardo alla prima infanzia, ai contesti di svantaggio sociale e agli effetti dei media sullo sviluppo.

Programma esteso

• Le basi della teoria di Bronfenbrenner dei sistemi ecologici e il modello bioecologico.
• Natura ed esperienza nei percorsi dello sviluppo.
• I contributi della genetica del comportamento rilevanti per il modello bioecologico.
• Origini e primi sviluppi delle differenze individuali.
• Le relazioni fra fattori genetici e fattori ambientali nei processi di sviluppo cognitivi e sociali.
• Difficoltà e rischi dello sviluppo nella prospettiva bioecologica.
• I nuovi processi di socializzazione.
• Ecologia dello sviluppo e istituzioni educative nella prima infanzia.
• Individualità e contesti nello sviluppo socio-morale.
• Svantaggio sociale, crescita nella povertà e direzioni per l’intervento.
• I mass media nello sviluppo sociale e cognitivo: potenzialità, rischi e prospettive per l’intervento.

Bibliografia consigliata

- Varin D.(2005). Ecologia dello sviluppo e individualità. Milano: Raffaello Cortina Editore.
- Plomin, R., DeFries, J.C., Knopik, V.S., Neiderhiser, J.M. (2014), Genetica del comportamento. Milano: Raffaello Cortina Editore. Capitoli 1, 5, 6, 7, 8 12, 13, 19, 21.
Informazioni dettagliate circa altro materiale didattico saranno pubblicate sulla relativa pagina del sito e-learning.

Metodi didattici

Oltre alle lezioni frontali in aula e alle slide, parte della didattica avverrà tramite la presentazione e la discussione di articoli scientifici in aula, e interventi di ricercatori sulle loro indagini inerenti ai temi del corso.
Tutto il materiale (slide e articoli scientifici discussi in aula), viene reso disponibile sul sito e-learning del corso, perché sia fruibile anche dagli studenti non-frequentanti.
Agli studenti frequentanti che lo desiderano, viene data la possibilità di approfondire alcuni argomenti del corso, tramite la presentazione di gruppo e la discussione di un articolo scientifico inerente ai temi del corso.