Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 6
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 12
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 6
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

CAPITALE SOCIALE E SISTEMI SOCIOECONOMICI LOCALI

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
48
Prerequisiti: 

Buona capacità di apprendimento, di scrittura e comunicazione orale, insieme ad una generale conoscenza dei processi economici.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Studenti frequentanti: lavoro di ricerca.
Studenti non frequentanti: prova orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
Il corso intende fornire agli studenti gli strumenti teorici e metodologici per comprendere, analizzare e lavorare in un sistema economico (un territorio, ma anche un’azienda). Gli studenti affronteranno quindi alcuni concetti teorici che applicheranno poi ad un caso studio concreto.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Gli studenti si confronteranno con la principale letteratura esistente e applicheranno gli strumenti teorici e metodologici acquisiti per la realizzazione di un caso studio empirico.

Contenuti

Il corso è articolato in due parti. Nella prima parte sarà approfondito il concetto di capitale sociale nelle sue diverse forme. Nella seconda si presterà maggiore attenzione alla operazionalizzazione del concetto con riferimento allo sviluppo dei sistemi locali, analizzando i risultati di ricerche e casi concreti.

Programma esteso

Il corso è articolato in due parti. Nella prima parte sarà approfondito il concetto di capitale sociale nelle sue diverse forme e saranno considerate le principali concezioni teoriche che si riferiscono a tale concetto (Coleman, Putnam, Bourdieu, Burt), particolare attenzione sarà prestata al rapporto tra il concetto di capitale sociale, di rete sociale, fiducia, reputazione, bene pubblico (locale). Nella seconda parte del corso si presterà maggiore attenzione alla operazionalizzazione del concetto con riferimento allo sviluppo dei sistemi locali, analizzando i risultati di ricerche empiriche. Gli studenti avranno modo di apprezzare l’utilizzo del concetto di capitale sociale in diverse ricerche empiriche nell’ambito dello sviluppo dei sistemi locali, e la sua relazione con le reti organizzative. Particolare attenzione sarà data ai cambiamenti che si stanno attuando nei sistemi economici contemporanei con il passaggio dalla proprietà all’accesso (e.g. sharing economy) con riferimento ai concetti teorici visti nella prima parte del corso.

Bibliografia consigliata

I TESTI SARANNO CONFERMATI ALL’INIZIO DEL CORSO
Riferimenti teorici:
- Coleman, J. (1995) “Fondamenti di teoria sociale”, (capp. XII), Bologna, il Mulino;

- Pizzorno A. (1999), Perché si paga il benzinaio. Nota per una teoria del capitale sociale, Stato e mercato», n. 57, pp. 373-394.

- Burt R. (1992) “The social structure of competition”, in Structural Holes: the social structure of competition, ch. 1, Cambridge, MA and London, Harvard University Press, pp. 8-30.

- Trigilia, C. (2001) Social Capital and Local Development in European Journal of Social Theory November 4: 427-442.

- Ramella, F. (2014) Sociologia economica dell’innovazione, capp. 4 e 7, Bologna, Il Mulino.

Riferimenti a ricerche empiriche:

- Parrino, L. (2015) Coworking: assessing the role of proximity in knowledge exchange in Knowledge Management Research & Practice, 13, 261–271.

- Barbera, F. (2008) Il patto territoriale del canavese, in Piselli, F.; Ramella, F. (a cura di) Patti sociali per lo sviluppo, Roma, Donzelli.

- Micucci G. e Nuzzo G. (2004) La misurazione del capitale sociale: evidenze da un’analisi sul territorio italiano, in AAVV Economie Locali e modelli di agglomerazione e apertura internazionale, Roma, Banca d’Italia.

- Sabatini, F.; Sarracino, F. (2015) Online social networks and trust, EERI, disponibile in piattaforma

Bibliografia per i non frequentanti
Coleman, J. (1995) “Fondamenti di teoria sociale”, (capp. XII e XXIV), Bologna, il Mulino;

- Pizzorno A. (1999), Perché si paga il benzinaio. Nota per una teoria del capitale sociale, Stato e mercato», n. 57, pp. 373-394.

- Burt R. (1992) “The social structure of competition”, in Structural Holes: the social structure of competition, ch. 1, Cambridge, MA and London, Harvard University Press, pp. 8-30.

- Trigilia, C. (2001) Social Capital and Local Development in European Journal of Social Theory November 4: 427-442.

- Ramella, F. (2014) Sociologia economica dell’innovazione, capp. 4 e 7, Bologna, Il Mulino.

- Schor J. (2014) Debating the sharing economy, on line paper: http://www.greattransition.org/publication/debating-the-sharing-economy

v.1.0.6 del 13-04-2015 5Settore Elearning d’Ateneo
Per accompagnare i primi 4 testi può essere utile affiancare il testo Andreotti, A. (2009) Che cos’è il capitale sociale, Roma, Carocci, cap. 1, 2, 5.
Ricerche empiriche

- Parrino, L. (2015) Coworking: assessing the role of proximity in knowledge exchange in Knowledge Management Research & Practice, 13, 261–271.

- Micucci G. e Nuzzo G. (2004) La misurazione del capitale sociale: evidenze da un’analisi sul territorio italiano, in AAVV Economie Locali e modelli di agglomerazione e apertura internazionale, Roma, Banca d’Italia.

- Negrelli, S. Pacetti V. (2016) (a cura di) “I contratti di rete: pratiche di capitale sociale tra le imprese italiane”, Il Mulino, Introduzione, cap.4 e 5, Conclusioni.

- Sabatini, F.; Sarracino, F. (2015) Online social networks and trust, EERI, disponibile in piattaforma

Metodi didattici

Lezioni in aula e lavoro di ricerca.