Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 25
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 23
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

PSICHIATRIA E PSICOLOGIA CLINICA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2019/2020
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
4
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
32
Prerequisiti: 

Essere in regola con gli esami dell’iter curriculare.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame scritto: 30 domande a risposta multipla (10 per ogni modulo) e 3 domande aperte (una per ogni modulo). La valutazione finale è data dalla media pesata dei singoli moduli.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

PSICHIATRIA - Acquisizione, da parte degli studenti, delle nozioni generali, dei concetti specialistici fondamentali e dei modelli teorici di riferimento che qualificano l’orientamento diagnostico, l’approccio clinico e la prassi terapeutica in psichiatria. Acquisizione, altresì, degli elementi fondamentali della psicopatologia e della clinica psichiatrica nei loro aspetti diagnostici, terapeutici, riabilitativi e preventivi per quanto riguarda i più diversi disturbi mentali. PSICOLOGIA CLINICA - Saper descrivere il concetto di “paziente difficile” in termini di narrativa del curante; saper riconoscere e descrivere le caratteristiche dei differenti stili di attaccamento e le implicazioni per il rapporto di cura con il paziente; saper riconoscere e descrivere i sistemi motivazionali interpersonali in relazione ai segnali di attivazione, disattivazione, agli obiettivi e alle emozioni che li segnalano; saper descrivere le differenti fasi del modello Calgary Cambridge identificando gli obiettivi e le principali competenze comunicative e relazionali richieste. INFERMIERISTICA IN PSICHIATRIA - Lo studente deve apprendere i fondamenti delle dinamiche relazionali nell’assistenza infermieristica, relativi al malato psichico ed al suo ambiente di vita, per pianificare l’assistenza ed esserne responsabile.

Contenuti

Apprendimento di nozioni in relazione alla salute mentale e sua applicazione ai contesti clinici.

Programma esteso

PSICHIATRIA - Raggiungimento di adeguate conoscenze in relazione a: evoluzione storico-culturale della disciplina e dell’assistenza psichiatrica; legislazione psichiatrica; epidemiologia generale; nosografia: i sistemi di classificazione dei disturbi mentali e il DSM 5; esame psichico e anamnesi psicopatologica; metodi e tecniche dell’osservazione e del colloquio; disturbi mentali. Diagnosi e clinica dei seguenti: 1. Disturbi correlati all’uso di sostanze e da addiction; 2. Disturbi d’ansia; 3. Disturbi dell’umore; 4. Schizofrenia e disturbi psicotici; 5. Disturbi di personalità; 6. Disturbi dell’alimentazione; 7. Disturbi somatoformi; 8. Disturbi cognitivi; 9. La dimensione dell’impulsività e dell’aggressività in psichiatria (suicidio e tentativo di suicidio, psichiatria in carcere, violenza in psichiatria); 10. Terapie in psichiatria (trattamenti psicofarmacologici; trattamenti psicoterapici e psicoeducativi; riabilitazione psichiatrica). PSICOLOGIA CLINICA - Il paziente difficile e la narrativa personale.I sistemi motivazionali interpersonali (attaccamento, accudimento, predatorio, competitivo, sessuale, gioco e affiliazione, cooperativo). L’attaccamento nella relazione con i pazienti (attaccamento sicuro, evitante, ambivalente, disorganizzato); attachment-based care approach. Il modello Calgary Cambridge e le competenze comunicative (inizio della consultazione, raccolta delle informazioni, spiegazione e programmazione, conclusione, strutturazione del colloquio, costruzione della relazione). INFERMIERISTICA IN PSICHIATRIA - Attraverso le più significative tappe storiche, analizzare e conoscere i modelli di cura in Italia in base alla normative; analizzare lo sviluppo professionale dell’infermiere in psichiatria; individuare nel modello concettuale di riferimento gli aspetti che orientano l’assistenza infermieristica in area psichiatrica; conoscere l’organizzazione, gli scopi e le attività dei servizi territoriali per la salute mentale; saper pianificare l’assistenza: dall’osservazione alla raccolta dati, alla diagnosi infermieristica al piano di assistenza, ispirandosi ai principi della relazione terapeutica, al progetto terapeutico, all’utilizzo del personale di support; saper partecipare al lavoro d’équipe e all’integrazione multidisciplinare; saper gestire la relazione di aiuto al malato psichico; saper utilizzare la comunicazione terapeutica; saper utilizzare le modalità di contenimento; gestire la somministrazione farmacologica con il malato psichico; prendere consapevolezza del proprio vissuto quale strumento di cura; avere consapevolezza della responsabilità infermieristica in ambito psichiatrico; pianificare l’assistenza al paziente nelle fasi di aggressività e violenza. Contenuti; dalla follia nella storia al paziente come persona malate; evoluzione storica dell’infermiere in psichiatria; legislazione psichiatrica nazionale e regionale; organizzazione dell’assistenza e del processo di cura, il Dipartimento di Salute Mentale e le relative Unità Operative; processo e principi di assistenza infermieristica in psichiatria secondo il modello concettuale di riferimento; la cartella o scheda infermieristica in psichiatria; l’assistenza infermieristica al paziente nelle varie espressioni della sua malattia (ansia, delirio e allucinazioni, depressione, aggressività etc.); l’assistenza al paziente violento; l’assistenza nel Trattamento Sanitario Obbligatorio, riflessi medico legali; i luoghi della cura: ospedale territorio, comunità riabilitativa o assistenziale; l’infermiere case manager: riferimento per la persona con disagio psichico; specificità della professione infermieristica; la riabilitazione in psichiatria; la complessità della malattia, per la persona e per il contest; la comunicazione strumento professionale; osservazione dei bisogni e risposta assistenziale; costruzione in équipe del progetto terapeutico; pianificazione dell’assistenza infermieristica; la consapevolezza di sé e il coinvolgimento emotive; cen

Bibliografia consigliata

PSICHIATRIA: a) DSM 5. Raffaello Cortina, Milano, 2014; b) DSM-IV-TR MG. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali per la Medicina generale. Masson, Milano, 2002; c) American Psychiatric Association. Linee guida per il trattamento dei disturbi psichiatrici. Quick Reference. Raffaello Cortina, Milano, 2015; d) American Psychiatric Association. Casi Clinici. Masson, Milano, 2015. PSICOLOGIA CLINICA: Liotti G., Fassone G., Monticelli F. (2017). L’evoluzione delle emozioni e dei sistemi motivazionali. Raffaello Cortina Editore. Capitoli 1,2,3; Wilhelm K., Tietze T. (2016). Difficult doctor-patient interactions. Applying principles of attachment-based care. Medicine Today, 17(1-2), 36-44; Silverman J., Kurtz S., Draper J. (2015). Competenze per comunicare con i pazienti. Piccin. INFERMIERISTICA IN PSICHIATRIA: a) Drigo M.L., Borzaga L., Mercurio A., Satta E. (1997) Clinica e Nursing in Psichiatria. Milano: CEA; b) Barelli P., Spagnolli E. (2004) Nursing di salute mentale. Firenze: Carocci Faber; c) Raucci V., Spaccapeli G. (2013) Fondamenti di infermieristica in salute mentale. Santarcangelo di Romagna: Maggioli. BIBLIOGRAFIA DI APPROFONDIMENTO: a) Basaglia F. (1997) Che cos’è la Psichiatria, Baldini & Castoldi; b) Basaglia F. (1998) L’istituzione negata. Rapporto da un ospedale psichiatrico, Baldini & Castoldi; c) Jervis G.(1997) Manuale critico di psichiatria, Feltrinelli; d) Sanza M.(1999) Il comportamento aggressivo e violento in psichiatria. Valutazione e intervento, Centro Scientifico Editore; e) Saraceno B. (1995) La fine dell’intrattenimento. Manuale di riabilitazione psichiatrica, ETAS-RCS.

Metodi didattici

Lezioni frontali e discussione di materiale documentario; utilizzo di strumenti audiovisivi quali filmati su esperienze di malattia e sui luoghi della cura e visite documentarie.

Contatti/Altre informazioni

RICEVIMENTO DOCENTI - Prof. M. Clerici, Villa Serena/U38 c/o SPDC - riceve sempre, previo appuntamento: massimo.clerici@unimib.it.