Anno di corso: 1

Crediti: 12
Crediti: 6
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 6
Tipo: Altro

ORGANIZZAZIONE DEL TERRITORIO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2019/2020
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessun prerequisito richiesto

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La valutazione è diversificata tra studenti frequentanti e non frequentati.

Per studenti e studentesse frequentanti: presentazione di un lavoro di gruppo in classe, seguito da prova scritta individuale. Il giudizio sul lavoro di gruppo concorre al 50% della valutazione complessiva. Nel dettaglio, il lavoro di gruppo (che può essere una tesina di discussione di un caso empirico, oppure la presentazione del dibattito teorico su un tema specifico, .) verrà definito nel corso delle prime due settimane di lezione, in accordo con gli studenti frequentanti. In sede d’esame, gli studenti frequentanti vengono poi esaminati in modalità scritta sui contenuti del corso (a valere per l’altro 50% della valutazione). Per i frequentanti la prova d’esame scritta (con possibilità di esame orale) consta di 2 domande (una relativa alla prima parte del corso e una relativa alla seconda parte) da svolgere in un’ora.

Per studenti e studentesse non frequentanti: prova scritta finale (con possibilità di esame orale) con domande a risposta aperta. Nella prova scritta gli studenti avranno due ore di tempo per rispondere a quattro domande inerenti i contenuti dei testi adottati e del materiale caricato sulla piattaforma e-learning. Delle quattro domande, due sono relative al testo di Mela, una domanda è inerente al testo di Scott, e una domanda riguarda i contenuti sulla piattaforma e-learning.
In generale, per tutti gli studenti, la valutazione tiene conto della conoscenza degli argomenti del corso e della relativa bibliografia, della proprietà di linguaggio e della capacità critico-interpretativa.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Il corso introduce ed esamina i principali concetti e approcci della sociologia urbana e il loro contributo nella comprensione del mondo globale contemporaneo. Il corso mira a fornire gli strumenti teorici e applicativi per osservare, descrivere e analizzare in maniera critica i fenomeni sociali nello spazio e per individuarne i meccanismi che li generano. Particolare enfasi verrà data all’esplorazione del rapporto tra spazio e processi economici, all’interno del contesto segnato dai processi di globalizzazione.

In linea con un approccio critico, in particolare, si rifiuteranno spiegazioni semplicistiche o toni celebrativi, e si privilegiano le spiegazioni complesse, che problematizzano la realtà, cercando il più possibile di enfatizzare le diversità, le voci critiche e i punti di vista differenti, minori e lontani dalle logiche dominanti.

Al termine dell’insegnamento, gli studenti e le studentesse saranno in grado di descrivere le principali teorie sociologiche e il dibattito sulla città e il territorio, di riflettere sulle principali dinamiche spaziali della società contemporanea e di affrontare il rapporto tra processi economici e territorio in maniera autonoma e critica.

Gli studenti e le studentesse inoltre svilupperanno la capacità di osservare la società con sguardo attento e curioso, e saranno in grado di porsi nuovi interrogativi e darsi risposte autonome su quanto avviene intorno a loro, con particolare attenzione alla localizzazione dei fenomeni e, in generale, alla loro relazione con lo spazio.

Contenuti

Oggetto del corso sono le relazioni tra fenomeni sociali e territorio, riflettendo sulle implicazioni spaziali delle dinamiche sociali, sulla molteplicità di attori, differenze, culture, bisogni e rivendicazioni che si generano nello spazio. Inoltre, si osserveranno le dinamiche spaziali dei processi economici, soffermandosi sulle trasformazioni dovute alla globalizzazione, sulle dinamiche di spazializzazione delle attività economiche, sui modelli di sviluppo che via via si affermano per le città.

Nella prima parte del corso si affrontano i principali temi della sociologia urbana e del territorio, mentre nella seconda si indagano le forme di spazializzazione delle forme economiche.

Programma esteso

Nella prima parte il corso affronta anzitutto il tema della città, delle trasformazioni in atto e dell’attenzione sociologica allo spazio. Le tradizioni della sociologia urbana verranno presentate, sia nella loro formulazione originaria, sia, soprattutto, nelle declinazioni più contemporanee. Analogamente, si riprende il dibattito sulla definizione di città, dagli albori della disciplina fino alle più recenti teorie. La città in particolare, e lo spazio in generale, viene poi trattato su una molteplicità di campi: verrà trattato anzitutto il rapporto tra città ed economia (tema che poi verrà ripreso e approfondito nella seconda parte), per poi passare alla trattazione del governo dei territori e dei conflitti che si possono generare. Le politiche saranno oggetto di analisi, con un’enfasi alle politiche per lo sviluppo locale di città e regioni. La città come fenomeno culturale sarà il tema che verrà trattato in seguito, attingendo in particolar modo al pensiero sviluppato all’interno degli studi urbani più critici; infine il corso tratterà l’ambiente e le sue molteplici relazioni con le dinamiche sociali. Questa prima parte si conclude con una proposta teorica sulla sociologia spazialista che affronta in modo innovativo l’interpretazione e l’analisi dei fenomeni sociali nello spazio.

Nella seconda parte del corso viene esaminato il tema della spazializzazione delle forme economiche osservando in particolare quattro temi principali: la localizzazione delle attività economiche nello spazio (distretti, cluster, quartieri innovativi, .); la relazione tra cultura ed economia e le forme spaziali di questa relazione; innovazione sociale; nuove economie urbane.

Sommario.

Prima parte: l’analisi sociologica della città; evoluzione del fenomeno urbano; economia e società urbana; la città, i conflitti, il governo; le politiche della città; la città, fenomeno culturale; il territorio urbano e l’ambiente; verso una sociologia spazialista

Seconda parte: Dalla città fordista alla città contemporanea; la spazializzazione delle attività economiche nelle città e nelle regioni; ascesa e spazializzazione dell’economia culturale e delle imprese creative; innovazione sociale, territori e comunità locali; nuove economie urbane e politiche urbane dello sviluppo locale.

Bibliografia consigliata

A. Mela, Sociologia delle città, Carocci, Roma, 2006

A.J. Scott, Città e regioni nel nuovo capitalismo. L’economia sociale delle metropoli, il Mulino, Bologna, 2011.

Ulteriori materiali didattici saranno forniti sulla piattaforma e-learning

Metodi didattici

La didattica si basa su lezioni frontali ed esercitazioni in classe in cui si incoraggia la discussione e l’interpretazione critica da parte di studenti e studentesse.

Il docente utilizza slides che vengono condivise con gli studenti e le studentesse. Sulle slides compaiono spesso link a siti e a materiale di approfondimento (pagine internet, film, documentari,...)