ECONOMIA DELLE ASSICURAZIONI M

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame scritto

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Il corso si propone di analizzare i meccanismi di funzionamento dei mercati assicurativi il cui ruolo economico è quello di trasferire rischio e ricchezza in un contesto di informazione incerta ed incompleta.
Il corso si propone inoltre di fornire le nozioni fondamentali della gestione finanziaria delle imprese di assicurazione.

Contenuti

Il corso è strutturato in modo da fornire le conoscenze di base sulle assicurazioni in generale e sulla gestione tecnica delle imprese di assicurazione in particolare.
Dopo un’introduzione sulla normativa vigente che disciplina l’attività assicurativa, e sulla “sensibilità al rischio” che porta a contrarre un contratto di assicurazione, distintamente per le assicurazioni contro i danni e per le assicurazioni sulla vita sono analizzate le tecniche statistiche, matematiche e finanziarie che regolano l’attività di una compagnia di assicurazione.

Programma esteso

Introduzione all'assicurazione

Distinzione tra assicurazioni danni e vita, i rami assicurativi, la normativa primaria e secondaria di base, le principali forme assicurative e relative clausole contrattuali.

Assicurazioni contro i danni

Definizione di operazione finanziaria aleatoria.
Il calcolo del premio.
Premio equo e premio puro: il criterio dell'utilità attesa. Impostazione teorica nel calcolo del premio.
Premio equo ed osservazione statistica.
Premio puro e premio di tariffa.
Riserve tecniche dei rami danni: normativa primaria ( Codice delle Assicurazioni) e normativa secondaria (IVASS). Significato delle riserve tecniche , loro contenuto e necessità dell'appostamento.
Riserve premi, sinistri , di senescenza e di perequazione.
Riserve sinistri : stima con metodi deterministici. Applicazione del metodo Chain Ladder nelle sue varianti.
Il bilancio: stato patrimoniale e conto economico.
Analisi del bilancio tecnico del ramo danni: premi e sinistri di competenza. Principali indicatori tecnici.

Assicurazioni sulla vita

Principi per la determinazione delle tariffe. Le basi tecniche.
Le basi tecniche finanziarie e demografiche. Le tavole di mortalità. Probabilità di morte e di sopravvivenza.
I contratti elementari.
Principali valori attuali medi fondamentali. Premi puri. Principio di composizione dei contratti.
Premi annui puri, premi naturali, e concetto di riserva matematica.
Riserve matematiche in base ai premi puri. Il premio di rischio ed il premio di risparmio. Calcolo della
riserva con metodo ricorrente.
Il premio di tariffa , la controassicurazione, la riduzione ed il riscatto.
Le polizze rivalutabili : rivalutazione piena e rivalutazione per ennessimi. le gestioni separate, il tasso di rendimento ed il tasso di rivalutazione.
I contratti di Ramo III: Index Linked e Unit Linked, la normativa e le forme assicurative.
Espressioni attuariali delle riserve tecniche delle principali forme assicurative.
Il rischio finanziario ed il rischio di longevità.
Analisi delle frequenze di abbandono volontario
Analisi e scomposizione dell'utile tecnico di esercizio.
Il Margine di Solvibilità .
Il profit test di un nuovo prodotto.
Concetto di utili industriali ed utili distribuibili : il costo del capitale.
Introduzione ai modelli di valutazione del valore economico di una impresa di assicurazione :l'Embedded Value e l'Economic Capital.

Assicurazioni sulla vita e contro i danni

La riassicurazione.
Principi Contabili Internazionali ( IAS/ IFRS)
La normativa Solvency II
Le riserve tecniche in ottica di Solvency II. Il Solvency Capital Requirement ed il Minimun Capital
Requirement.

Bibliografia consigliata

Ermanno Pitacco, “ Tecnica Attuariale delle Assicurazioni Libere sulla Vita” , Lint, Triestre

Raffaele Cultrera, “ Lezioni di Matematica e Tecnica Attuariale”, Veschi, Roma

Luciano Daboni, “ Lezioni di Tecnica Attuariale delle assicurazioni Contro i Danni”, Lint, Triestre

Decreto legislativo n. 209 del 7 settembre 2005 ( Codice delle assicurazioni), modificato dal D:Lgs 12 maggio 2015 n. 74

Direttiva 2009/138/CE del 25 novembre 2009 in materia di accesso ed esercizio delle attività di assicurazione e di riassicurazione (solvibilità II)

https://eiopa.europa.eu/ : per le Technical_Specification_di Solvency II

ANIA : “Le Basi Demografiche per le Rendite Vitalizie: A1900-2020 ed A62”, Gennaio 2014

ANIA: “Solvency II, Origine, Strurrura e Sviluppo”, novembre 2013

Metodi didattici

Lezioni frontali ed esercitazioni