ECONOMIA E FINANZA DEI MERCATI GLOBALI

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
71
Prerequisiti: 

NON ESISTONO PROPEDEUTICITA'

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

ESAME ORALE

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

 Conoscenza e comprensione:
Questo insegnamento, fornisce gli strumenti di base per l’analisi macroeconomica a livello avanzato. Lo studente sarà in grado di interpretare i "fatti stilizzati" della crescita economica e del ciclo economico utilizzando strumenti analitici avanzati , così da poterli poi applicare per analizzare l’andamento delle variabili finanziarie

 Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Si richiede la capacità di interpretare l’andamento delle variabili finanziarie alla luce alcuni “fatti” macroeconomici (risultati di analisi statistico-econometriche relative alla crescita economica e al ciclo economico)

 Autonomia di giudizio:
E’ richiesta capacità di analizzare criticamente modelli macro-finanziari complessi, utilizzandoli nello studio di casi-paese.

 Abilità comunicative: Lo studente deve saper rispondere per iscritto a quesiti che richiedono competenze in ambito logico-matematico. Inoltre lo studente deve saper redigere rapporti di analisi dei casi-paese.

 Capacità di apprendimento:

Gli studenti sono in grado di comprendere lavori scientifici che si collocano sulla frontiera della ricerca, rielaborandone criticamente il contenuto.

Contenuti

1. Le prime due parti del corso affrontano due fondamentali questioni: i) quali siano le determinanti della crescita del reddito pro capite; ii) per quale motivo alcuni paesi sono più ricchi di altri. La trattazione analizzerà il ruolo svolto dal progresso tecnico, dal tasso di risparmio, dalla dinamica della popolazione, dall’accumulazione di conoscenze attraverso diversi canali di apprendimento
2. La terza parte del corso si propone di interpretare il nesso tra evoluzione della tecnologia e ciclo economico in un contesto caratterizzato dall’assenza di imperfezioni nei mercati. All’analisi teorica farà seguito una discussione puntuale della compatibilità tra evidenza empirica e previsioni formulabili sulla base di questa classe di modelli.
3. La quarta parte riconsidera l’analisi del ciclo economico incorporando le nozioni di imperfetta concorrenza nel mercato dei beni e di vischiosità di prezzi e salari nominali, secondo la cosiddetta nuova sintesi neoclassica. Gli studenti apprenderanno gli strumenti di base per la simulazione dei modelli macroeconomici
4. Il corso prevede 3 crediti per esercitazioni. Di questi, uno verrà utilizzato per approfondire tecniche di simulazione numerica di modelli macroeconomici. I restanti due verranno utilizzati per lavori di gruppo in cui gli studenti approfondiranno, per diversi casi-paese, la relazione tra prezzi delle attività finanziarie (azioni e obbligazioni) e componenti cicliche e di lungo periodo delle principali variabili macroeconomiche

Programma esteso

Introduzione alla politica monetaria
Fatti stilizzati sulla crescita
Modello di Solow ed evidenza empirica
Modello di Ramsey-Cass-Koopmans
Modelli di crescita endogena ed evidenza empirica
Introduzione al concetto di business cycle
Modello Real Business Cycle
Modello Neo Keynesiano
Modello con rigidità reali e nominali (Christiano Eichenbaum e Evans)
Applicazioni dei modelli Neo Keynesiani
Frizioni finanziarie

Bibliografia consigliata

D. Romer, Advanced Macroeconomics, McGraw-Hill
J. Galí, Monetary Policy, Inflation, and the Business Cycle: An Introduction to the New Keynesian Framework and Its Applications, Princeton University Press
Articoli su riviste scientifiche

Metodi didattici

LEZIONI FRONTALI IN AULA