PSICOLOGIA CLINICA II

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

1. Fondamenti di psicologia generale e di storia della psicologia
2. Fondamenti di psicologia dello sviluppo
3. Conoscenza di base dei principali approcci teorici della psicologia clinica

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame scritto (domande aperte) più esame orale facoltativo.
La prova scritta si intende superata se lo studente consegue un punteggio non inferiore a 18/30. Non è possibile accedere alla prova orale facoltativa se non è stata superata la prova scritta.
La prova orale facoltativa può essere sostenuta soltanto nel corso medesimo appello in cui si è sostenuta la prova scritta.
I criteri utilizzati per valutare la prova d'esame saranno:
a) la pertinenza delle risposte rispetto ai quesiti posti nella prova scritta e nell'eventuale prova orale
b) la capacità di istituire connessioni pertinenti tra i vari argomenti del corso
c) la precisione e la correttezza (anche linguistico-formale) dell'esposizione
d) la capacità di rielaborare criticamente le conoscenze acquisite e di applicarle nei contesti clinico-educativi.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

1) La psicologia clinica: scienza umana o scienza naturale?
Confronto con le neuroscienze

2) L’approccio sistemico e la terapia familiare
a) Comprensione della diagnosi psichiatrica
b) Comprensione della diagnosi ermeneutica
c) Applicazione dei principi sistemici ai contesti educativi

Contenuti

Fondamenti epistemologici della psicologia clinica; spiegazione vs comprensione; il metodo clinico; la sfida teorica delle neuroscienze. Costruttivismo, terapia della famiglia e approccio sistemico relazionale.

Psicologia Clinica sistemica e costruttivista: applicazioni nei contesti educativi.

Programma esteso

Il corso intende fornire alcuni strumenti teorici e pratici per una corretta lettura psicologico-clinica dei fenomeni tipici e atipici nei diversi contesti educativi.

Il corso è organizzato in 2 parti: generale e monografica.

Nella parte generale si tratta dell’attuale dibattito riguardante lo statuto della psicologia come scienza naturale o come scienza umana, con particolare riferimento al rapporto tra psicologia clinica e neuroscienze.

Nella parte monografica si presentano alcuni strumenti e modelli di intervento derivanti dalla psicologia sistemico-relazionale e dalla psicologia costruttivista applicabili in diversi contesti educativi.

Bibliografia consigliata

• Castiglioni M., Faccio E. (2010). Costruttivismi in psicologia clinica. UTET, Novara (solo Parti I e II).
• I. Kirsch. I farmaci antidepressivi: il crollo di un mito. Tecniche Nuove, Milano, 2012.
• Iacoboni M.(2008). I neuroni specchio. Capp. 1, 2, 6. Bollati Boringhieri, Torino.
• M. Villegas, Diventare una persona autonoma, Cortina, Milano, 2017.

Metodi didattici

1. Lezioni frontali
2. Studio di casi
3. Lavoro in piccolo gruppo
4. Lavoro con video