Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Anno di corso: 5

PEDAGOGIA DEL CORPO CON LABORATORIO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2017/2018
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
68
Prerequisiti: 

nessuno

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La prova (scritta) consiste in una parte di domande a risposte chiuse (relative alla bibliografia d'esame) e in una seconda parte consistente in due domande aperte nelle quali gli studenti saranno chiamati a riferire una propria "teoria personale" rispetto ai temi fondamentali del corso, a dimostrare la capacità di creare connessioni fra i vari argomenti. Per gli studenti frequentanti, una delle due domande aperte verterà sulle esperienze e gli "eventi" sperimentati nel corso. La durata effettiva della prova è di trenta minuti.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Ripercorrere criticamente la storia del ruolo del corpo nei processi di conoscenza e apprendimento a scuola e non solo.
Conoscere le principali strategie didattiche a mediazione corporea.
Confrontarsi con esempi e testimonianze di insegnanti che hanno messo al centro il corpo nella loro pratica didattica.

Contenuti

Il ruolo del corpo nella cultura contemporanea. Teorie e protagonisti del ‘900 - Psicomotricità: genesi e significati di un termine ambivalente - Dalla psicomotricità naturale del bambino alle Teorie e Pratiche psicomotorie - I principali modelli di intervento educativo a scuola. L’identità dell’insegnante/educatore psicomotorio – La trasversalità della pedagogia del corpo per educare “in tutti i sensi” - Le principali esperienze oggi di una nuova educazione corporea – L’espressione del corpo: dall’animazione al teatro – La formazione del “corpo-docente” etc.

Programma esteso

Il bambino abita, sperimenta e conosce sé stesso e ciò che lo circonda attraverso il proprio corpo; lo sviluppo del suo pensiero è sempre conseguenza della sua azione sulla realtà. La centralità di tale dimensione nelle scuole d’infanzia e primaria dovrebbe pertanto essere evidente. Purtroppo, negli abituali scenari formativi, il piacere del corpo e del movimento risulta ancora perlopiù assente, alimentato da conoscenze sommarie, limitato a buone dichiarazioni d’intenti, circoscritto in spazi e tempi riduttivi. A partire dall’analisi delle teorie e delle pratiche tradizionali dell’educazione corporea, attraverso il riferimento costante a esperienze didattiche, il corso intende riflettere su questa condizione per prefigurare setting e stili di intervento educativo nella scuola capaci di far vivere il corpo dei bambini e delle/degli insegnanti, per integrare i saperi della parola con quelli del movimento, del gesto, dello sguardo, dei sensi tutti.

Bibliografia consigliata

I. Gamelli (2011). Pedagogia del corpo. Milano: Raffaello Cortina.

I. Gamelli (2011). Sensibili al corpo. I gesti della cura e dell'educazione. Milano: Libreria Cortina.

I. Gamelli (2009) (a cura di). I laboratori del corpo. Milano: Libreria Cortina.

Un quarto testo sarà comunicato in seguito

Metodi didattici

Lezione frontale, discussioni, analisi video, ecc.

Contatti/Altre informazioni

Il corso prevede un laboratorio esperienziale obbligatorio di 12 ore per ciascun studente.