Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 16
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: Altro

GEODINAMICA E GEOLOGIA STRUTTURALE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2018/2019
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
64
Prerequisiti: 

Conoscenza di base della geologia strutturale e delle principali strutture derivanti dalla deformazione dei materiali rocciosi. Conoscenze di base dei principi della tettonica delle placche e conoscenze di petrografia. Capacità di utilizzare software applicativo in ambiente windows.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

- esame orale sugli argomenti trattati durante tutte le attività del corso (lezioni, esercitazioni e attività di campo). L'esame comprende la lettura e il commento di proiezioni stereografiche raffiguranti strutture fragili e/o duttili.
- preparazione di una breve relazione sull’attività di campo.
- gli studenti potranno presentare parte del programma attraverso una presentazione orale facoltativa su argomenti da concordare con il docente.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Il corso comprende 42 ore di lezioni frontali, 12 ore di esercitazioni e 10 ore di attività di terreno. Scopo del corso è di introdurre gli studenti allo studio dei differenti contesti geodinamici attraverso un approccio di tipo geologico-strutturale analitico, basato sulla conoscenza delle principali strutture fragili e duttili connesse alla deformazione della litosfera e sullo studio delle associazioni strutturali che caratterizzano i principali ambienti deformativi presenti nella stessa. Le lezioni frontali avranno come argomento l’analisi dei differenti contesti geodinamici e delle principali strutture connesse, con particolare riferimento ai margini attivi e alle catene orogeniche. Oltre alla presentazione di principi generali e modelli teorici, le lezioni affronteranno numerosi esempi di casi di studio reali riferiti principalmente alla catena alpino-himalayana e all’area mediterranea. Le esercitazioni sono finalizzate allo studio delle strutture mesoscopiche e dei meccanismi focali dei terremoti, nonché alla loro rappresentazione attraverso proiezioni stereografiche. L’attività sul terreno riguarderà la visita di un settore della catena alpina.

Contenuti

Approfondimento delle caratteristiche delle principali strutture fragili e duttili e dei meccanismi deformativi associati. Loro collocazione e descrizione di associazioni complesse nei vari contesti geodinamici che caratterizzano la litosfera con esempi riferiti all’area alpina, mediterranea e himalayana. Introduzione all’analisi strutturale a scala mesoscopica e alla struttura delle Alpi.

Programma esteso

Deformazione elastica, comportamento fragile, comportamento duttile, plasticità intracristallina e microstrutture associate; reologia della litosfera e dell’astenosfera. Meccanica della fratturazione, giunti, faglie, terremoti.
Strutture duttili: zone di taglio e miloniti, pieghe, foliazioni e lineazioni.
Tettonica delle placche; frammentazione dei continenti, processi di rifting, oceanizzazione e evoluzione dei margini passivi; ofioliti; dorsali e trasformi oceaniche; margini attivi, zone di subduzione e prismi d’accrezione; orogeni andini non collisionali e collisione continentale; catene a pieghe e sovrascorrimenti trasformi intracontinentali; fenomeni di indentazione a scala continentale e collasso postorogenico. Le esercitazioni prevedono esercizi sulle proiezioni stereografiche per l’analisi di pieghe, faglie e meccanismi focali dei terremoti. L’attività di terreno si svolgerà nelle Alpi e riguarderà l’analisi strutturale mesoscopica e la struttura a grande scala della catena.
Proiezioni stereografiche per l’analisi di pieghe, faglie e meccanismi focali
dei terremoti. L’attività di terreno si svolgerà nelle Alpi e riguarderà
l’analisi strutturale mesoscopica e la struttura a grande scala della catena.

Bibliografia consigliata

Fossen H. Structural Geology. Cambridge University Press 2010 e relativo materiale didattico on line.
Kearey Ph., Clapeis K.A. and Vine F.J., 2008. Global Tectonics (third edition). Wiley-Blackwell, 482 pp. 482 pp.
Dispense del corso e delle esercitazioni (pdf).
Articoli scientifici consigliati.

Metodi didattici

- Lezione frontale
- Esercitazioni
- Attività di campo

Contatti/Altre informazioni

Lunedì 14-16 oppure tramite appuntamento (e-mail andrea.zanchi@unimib.it; tel 02-64482028).